Specchio, specchio delle mie brame

Pubblicato da admin in ArredaClick

Uno specchio è bello anche per ciò che riflette e che quindi incornicia come in un quadro.

Oggi leggevo un articolo che riguardava le donne: sosteneva che spesso le cosiddette amiche non si dicono mai la verità sui “difetti fisici”. Non voglio sondare le implicazioni psicologiche e sociali di questa tesi, che però mi ha fatto riflettere: c’è soltanto una “persona” che non potrà mai mentirci sul nostro aspetto fisico, soltanto una cosa. Noi stessi, e lo specchio.

Lo specchio è un elemento della casa che, proprio sulla scia di estetismo e filosofia, ha ispirato innumerevoli storie, innumerevoli teorie, innumerevoli giochi (di illusione e/o di distorsione della realtà). Lo specchio in effetti può tutto: può restituirci un’immagine vera, oppure una sfalsata, dicendoci la verità o mentendoci spudoratamente. C’è un’unica cosa che lo specchio non può fare: farci vedere quel che c’è dentro di noi.

Anzi, no. Lo specchio può fare anche questo e lo può fare in due modi: il primo è quello di reputarlo più importante di tutto il resto; se decidiamo infatti di intrappolare in uno specchio la nostra anima, quasi come se fosse il ritratto di Dorian Gray, finiremmo per non vedere null’altro che la nostra immagine riflessa e per perderci dentro, come un certo Narciso fece tempo fa ;il secondo è quello, ben più catartico e creativo, di posizionare lo specchio in modo strategico in casa e di lasciargli riflettere in modo fedele la nostra anima spalmata e spennellata su pareti, arredi, complementi, accessori della nostra casa. Se infatti la nostra abitazione è creata a immagine e somiglianza della nostra più intima personalità, lo specchio non potrà fare altro che restituircela, anche più nitida di come i nostri occhi a volte possono intravederla.

Tutto sta nello scegliere lo specchio giusto e nel capire dove sistemarlo, perchè possa riflettere la vera natura della nostra anima casalinga, e perchè possa in caso di necessità o desiderio, ampliare visivamente gli spazi e lo sguardo. Uno specchio infatti, da solo, è capace di creare quelle suddette illusioni ottiche, per cui un ambiente può talvolta raddoppiare, come graziato da una bacchetta magica.

Lo specchio Fold, ad esempio, si adatta perfettamente all’amplificazione visiva dello spazio, soprattutto se affiancato ad altri specchi uguali; l’anima degli arredi riflessi, traspare da questi specchi molto chiaramente.


Lo specchio Beauty rappresenta già di per sè l’espressione di un’anima particolare: la sua forma, i motivi decorativi e le sue dimensioni ne fanno un elemento d’arredo profondamente contemporaneo.


Lo specchio Pablo invece riporta al passato, a quel tempo-senza tempo delle fiabe, di Biancaneve e della strega cattiva, al potere magico e un po’ sinistro di riflettere veramente la realtà su noi stessi, in un contesto d’arredo di ispirazione classica ed elegante.


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su