Archive for marzo, 2010






 
 
 

Incentivi cucina 2010: aggiornamento

Pubblicato da admin in Arredamenti Diotti A&F
Buonasera a tutti, siamo ancora in attesa del Regolamento Attuativo del Decreto Incentivi 2010…ma qui in Diotti A&F è arrivata qualche indiscrezione.
Sapevamo già che per accedere agli incentivi le cucine dovranno essere complete di elettrodomestici, e in particolare:
– il frigorifero dovrà essere in classe energetica A+
– la lavastoviglie dovrà essere in tripla classe A
Gli elettrodomestici devono essere acquistati contestualmente alle cucine componibili e comunque attraverso il produttore di cucine.
Le cucine dovranno poi includere un set pattumiera per la raccolta differenziata.
Le consegna della cucina dovrà avvenire entro 90 giorni dall’ordine: quindi chi acquista la cucina ora programmandone la consegna dopo i primi di luglio non avrà probabilmente accesso agli incentivi visto che saranno allocati fino ad esaurimento delle risorse.
La richiesta per accedere agli incentivi viene fatta dal rivenditore attraverso un sito internet che verrà comunicata e la risposta sulla disponibilità dei fondi verrà garantita entro 3 ore (almeno così si dice).
Novità importante, che non era apparsa nei primi comunicati: gli incentivi sono disponibili solo per chi procederà allo smaltimento di una vecchia cucina per la quale dovrà essere emessa autocertificazione da parte del rivenditore che si occuperà dello smaltimento. Devo ammettere che fra tutte le condizioni questa è la più vincolante perchè penalizza i ragazzi che “mettono su casa”: vero che se si parla di eco-incentivi bisogna stimolare il rinnovo, ma così si penalizza proprio la cosiddetta “generazione 1000 euro” che fatica a trovare la sua indipendenza uscendo di casa.
I rivenditori applicheranno lo sconto ai consumatori e potranno poi accedere alla procedura di rimborso attraverso il circuito BancoPosta.
Segnaliamo infine l’interessante discussione che il nostro primo post sugli incentivi ha suscitato su Blog Arredamento.
A presto!

 
 

Divani e poltrone da giardino: un salotto all’esterno

Pubblicato da admin in ArredaClick
Che cosa sono un giardino o un terrazzo per una casa se non il naturale completamento di un ambiente che vuole unire relax, convivialità e socializzazione? In poche parole: il giardino o il terrazzo sono il nostro soggiorno all’aperto e quindi divani e poltrone sono d’obbligo anche qui.

Soltanto con la giusta combinazione di sedute si può ricreare un ambiente esterno che ha le stesse funzioni del suo corrispettivo interno, ma con il fascino dell’aria di primavera o d’estate, con la luce del tramonto o con la favola del buio notturno a fare da sfondo.

Siamo ormai entrati nella bella stagione: la voglia, il richiamo a uscire dalle nostre tane casalinghe è forte, fortissimo. Appena scorgiamo un raggio di sole più caldo, corriamo a prendercelo, o almeno lo vorremmo. Non si può resistere alla bellezza del caldo e della natura che si risveglia. Ecco perchè, il pensiero di arredare un nostro spazio privato ma anche accogliente per amici e parenti, nel nostro piccolo terrazzo oppure nella nostra fetta di giardino, è uno dei modi più belli per salutare la bella stagione, per renderci felici e per prepararci a godercela.

Dicevo che le funzioni del soggiorno interno sono le stesse di quello esterno: accoglienza, relax, conversazione, comodità. E per assolvere a queste funzioni non si può fare altro che scegliere il giusto mix di divani e poltrone.

Certo, non è possibile sistemare all’esterno gli stessi arredi che trovano posto in salotto, per motivi puramente pratici e facilmente intuibili: all’esterno, pioggia, vento, intemperie potrebbero rovinare materiali come tessuti, pelli, microfibre.

Per fortuna il progresso e la genialità dell’uomo portano sui nostri terrazzi e nei nostri giardini tutta una seria di materiali che pur mantenendo una certa comodità e un certo fascino estetico, resistono tranquillamente ai capricci del tempo: si tratta di materiali come il polietilene, il Wicker, il rattan.

Ed è proprio grazie a questi materiali che il fascino di un vero e proprio salotto può ricrearsi facilmente anche in giardino o in terrazzo, grazie alla presenza di divani e poltrone che potrebbero tranquillamente trovare posto anche dentro casa.

Il divano da esterno Bubble Club ad esempio, disegnato dall’iconico Philippe Starck, è realizzato in polietilene coprente ed ha una linea talmente riconoscibile da poter entrare anche in un soggiorno tradizionale. I braccioli arrotondati e la forma dolce e caratteristica, ricordano davvero un divano “interno”.

Se poi oltre al divano, sistemiamo anche due poltrone coordinate Bubble Club, il quadro “salottiano” è veramente completo.

Il divano da esterno Myto in Wicker con cuscini in tessuto ha poi chiaramente tutte le caratteristiche di un divano da interno: componibile grazie alla presenza di moduli diversi e accostabili a seconda delle esigenze di gusto e di spazio, morbido e accogliente.

Da abbinare ovviamente con le poltrone Myto, della stessa linea.

Anche il divano da esterno Luxor con sedute e schienali in tessuto acrilico, ha tutto l’aspetto di un divano in tessuto da interno, arricchito da bellissimi cuscini calorosi e invitanti.

La poltrona Luxor è naturalmente il completamento più giusto per questo salotto esterno.


 
 

Tappeti di design in 3D: il nuovo catalogo Arte Espina

Pubblicato da admin in Blog Arredamento

Tappeti come veri e propri complementi d’arredo; tappeti che creano mondi nuovi e diversi, quasi reali grazie alla loro innovativa tridimensionalità, vivi grazie ai colori e all’originalità delle idee che portano con sè; tappeti di design, realizzati con sapienza artigianale. Sono i nuovi tappeti di Arte Espina. Ecco le immagini dal catalogo.

Usciamo dal contesto puramente […]


 
 

Quali colori nel soggiorno?

Pubblicato da admin in Arredamenti Diotti A&F

Quali colori sono più adatti al soggiorno? Quali tonalità possono far risaltare meglio le caratteristiche di un ambiente che per definizione deve essere aperto, accogliente, intimo, ma anche gioviale, socievole e grintoso? Sicuramente i consigli di BluDesign sulla filosofia Feng Shui e i colori possono esserci di grande aiuto. Ci sono poi situazioni cromatiche che a pelle suscitano in noi reazioni indubbiamente forti e che quindi ci consigliano in una direzione piuttosto che in un’altra.

La zona giorno, abbiamo detto, assolve a tantissime e diverse funzioni; e anche se non andremo a colorarla interamente, dovremo comunque scegliere un colore dominante, un colore in grado di far spiccare una parte singolare di noi stessi, una parte forte.

Un colore può voler dire tante cose, ma principalmente ha due significati: uno appartiene a un linuaggio universale e oggettivo, quasi “fisico”, che ci viene suggerito dalla natura; l’altro è del tutto personale e soggettivo, legato a ricordi, sensazioni, situazioni. Pensate che i colori possono risultare così diversi fra loro a seconda del contesto e delle abitudini di chi li guarda, da cambiare addirittura l’etimologia di alcuni linguaggi: alcune popolazioni eschimesi ad esempio, hanno nella loro lingua decine di termini per indicare altrettante decine di bianchi diversi. Impensabile per noi, ma vitale per loro; e il motivo non è difficile da intuire.

I colori caldi portano con sè allegria ed energia per noi occidentali, perchè ricordano il sole, mentre quelli freddi portano relax e calma, perchè ricordano il mare o il cielo. Ma, soggettivamente parlando, il giallo potrebbe ricordarmi il colore di un fiore regalatomi in un’occasione particolare, il viola invece potrebbe essere il segno di una scelta ideologica, tanto quanto il blu potrebbe rappresentare un fenomeno a cui sono molto legata, come una squadra sportiva o un gruppo di appartenenza.

E allora non è più soltanto una questione di regole universali: un colore si sceglie anche per la storia che porta con sè o per il lato del carattere e della personalità che è in grado di risvegliare in noi. Il Feng Shui dice che le vibrazioni del colore vengono assorbite dal nostro corpo e dalla nostra mente; e allo stesso modo io penso che dalla nostra anima possa scaturire di volta in volta un significato particolare legato a queste vibrazioni, e conseguentemente a determinati colori.

Detto questo, quale colore scegliere per il soggiorno? Bè l’impatto estetico, ovviamente, ha una grande valenza per questa decizione. E’ quello che maggiormente può risvegliare quelle vibrazioni, quella parte di noi, quei ricordi che vogliamo avere sempre davanti agli occhi. Allora guardiamo bene, prima di scegliere, guardiamo l’effetto visivo che quel colore ci provoca, soprattutto pensando che si troverà in una zona fra le più frequentate della casa, sia in termini di luogo che in termini di tempo.

Non limitiamoci all’immaginazione: guardiamo, osserviamo, pretendiamo di vedere i colori dal vivo e cerchiamo dentro noi stessi la risposta.

Un soggiorno dove il colore prevalente (dove per prevalente non si intende per forza un quantitativo maggiore, ma semplicemente una risposta visiva più forte e più decisa, tanto da influenzare anche le scelte del resto dell’ambiente) sia il giallo, cosa ci può suscitare?

Osserviamo la parete attrezzata Logo: frizzante, energica, informale, spiritosa, ma allo stesso tempo elegante. Cosa ci ricorda? Cosa ci suscita?

E se il colore prevalente invece fosse il viola, come nel caso della parete attrezzata Lounge? Il soggiorno assumerebbe un aspetto alla moda, raffinato, molto affascinante. E poi? Quali altri significati avrebbe?

E se invece ancora il colore fosse il rosso, come nella parete attrezzata Urban, quale reazione potremmo avere? Forte, decisa, passionale, sanguigna.

Scoprire i significati nascosti delle cose, cercandoli dentro di noi, è non solo un esercizio divertente e anche riflessivo, ma rivela come ciò che ci circonda assuma tutto un altro aspetto soltanto perchè siamo noi a guardarlo. Soprattutto in casa; e soprattutto se la casa è la nostra.


 
 

Lacrime del pescatore

Pubblicato da admin in Blog Arredo

Lacrime del pescatore
La soluzione d’illuminazione proposta oggi nasce da un pensiero del suo creatore: “Può un cliente portarsi a casa un lampadario e diventarne co-designer?”.
A questa domanda Ingo Maurer ha risposto con le Lacrime del pescatore. Tre reti in nylon impreziosite da 350 cristalli possono essere disposte secondo i propri gusti o necessità. Idem per la sorgente luminosa (una lampada alogena con dimmer) dotata di un cavo di 3,5 metri e completamente slegata dalle reti. Questo vi darà tutta la libertà di cui avete bisogno per rendere unica la vostra installazione.

=> Continua!


 
 

Salone del Mobile 2010: il design incontra il mondo virtuale con The Sims 3 Loft Stuff

Pubblicato da admin in Blog Arredamento

In occasione dell’edizione 2010 del Salone Internazionale del Mobile di Milano, sarà svelata al mondo l’ultima versione del videogioco più venduto a livello planetario: si tratta di The Sims 3 Loft Stuff, un mondo virtuale parallelo dove si potrà creare e giocare con il design.

Non è la prima volta che arredamento e mondi virtuali si […]


 
 

Progettazione Arredamento nel 2010

Pubblicato da admin in Arredamenti Diotti A&F
E’ da ottobre 2009 che qui sul blog Diotti A&F non vi parliamo di quello che stiamo facendo per migliorare continuamente il servizio…in realtà quella che l’anno scorso ci sembrava una piccola rivoluzione nel modo di progettare è per noi da qualche mese uno standard di servizio, che offriamo in diverse modalità ai nostri clienti.

Prima la progettazione dell’arredamento con la possibilità di creare qualunque oggetto possibile grazie alla modellazione 3D, poi il lavoro sulle texture e sui colori, il fotorealismo delle luci, la condivisione online degli ambienti tridimensionali,…ed ora cogliamo l’occasione per mostrarvi un progetto di soggiorno realizzato per un nostro cliente: non una demo (come ne abbiamo fatte in passato proprio per sviluppare questo sistema), bensì un caso reale con soluzioni pensate per soddisfare esigenze reali.

Partiamo con una visione d’insieme.

E’ evidente un ampio e luminoso spazio giorno con due aree distinte: la zona relax ed intrattenimento a destra, la zona pranzo con libreria a sinistra.
Una parete attrezzata Planning con contenitori, panche sospese, pensili con ante in foglia argento; e poi il divano Itaca in pelle bianca. Veramente pregevole la ricchezza di particolari…sembra veramente di “entrare” nella stanza.

Concentriamoci ora sulla zona pranzo con libreria: una libreria a misura Planning Box perfettamente coordinata ai lavori in cartongesso, il tavolo Brera laccato con le sedie Flò in ecopelle con gambe a slitta.
Ecco un’immagine diurna con luce naturale

…e la stessa identica inquadratura in versione “notturna” con luce artificiale.

Possiamo dirvi tranquillamente che il nostro cliente è rimasto entusiasta di questa ambientazione. Tutto quello che facciamo in termini di progettazione dell’arredamento è visto in un’ottica di servizio per il cliente. Amiamo pensare all’idea di offrire ai nostri clienti il “lusso” di visitare le proprie stanze prima che vengano realizzate, di valutare senza sforzi di immaginazione la bontà di abbinamenti fra materiali e colori, il lusso di “percepire” il feeling generale di una stanza mesi prima di potervi entrare…fino al punto di vedere come sarà una stanza (in questo caso la sala da pranzo) sia di giorno con la luce naturale che di sera con la luce artificiale!

Ora andiamo avanti con il nostro lavoro quotidiano…a presto allora!


 
 

Anteprime FuoriSalone 2010: il Corian incontra Karim Rashid

Pubblicato da admin in Blog Arredamento

Al FuoriSalone 2010 avverrà un incontro speciale, fra l’eccellenza di un elemento materico come il Corian e l’affascinante maestria nelle forme, nei colori e nel design, firmato da Karim Rashid.

DuPont, l’azienda che produce uno dei materiali meglio riusciti della nostra era di ricerca e innovazione tecnologica, incontrerà al Fuori Salone, durante la settimana milanese del […]


 
 

Sfaccettature d’arredo

Pubblicato da admin in Blog Arredo

La Faceta
Dall’azienda tedesca WK – Wohnen arriva La Faceta. Disegnata da Markus Fischer, si caratterizza per la superficie delle ante piena di spigoli e sfaccettature. Il gioco di luce-ombra che ne deriva dona profondità all’insieme e ne esalta la lucentezza della finitura.
Nel seguito le misure e i diversi formati.

=> Continua!


 
 

Nuova collezione Diesel per il letto: anteprime del FuoriSalone di Milano

Pubblicato da admin in Blog Arredamento

“Successful Living from Diesel” è il nome della nuova collezione tessile di Zucchi pensata per la camera da letto, che sarà presentata al FuoriSalone di Milano, nello spazio dedicato al Superstudio Più.

La nuova Diesel Home Collection scaturisce da presenze inedite create appositamente per la settimana milanese del design 2010.
“Successful Living from Diesel” era già stata […]


 
 




Torna su