Le cucine moderne incontrano la moda: ecco la "kitchen couture"

Pubblicato da admin in Arredamenti Diotti A&F

Le cucine moderne vanno sempre più in una direzione ben riconoscibile e tangibile, da qualunque parte l’occhio si posi nel vasto panorama offerto dalle aziende produttrici, una direzione che ha assunto un curioso binomio bilingue come nome e un’inevitabile quanto piacevole spettacolarizzazione di se stessa come caratteristica peculiare, riassumibile da un altro binomio: estetica e funzionalità.
Si chiama “kitchen couture” e unisce due anime differenti, sia nella lingua, sia nel nome, sia nelle peculiarità, in un’unica realtà fluida, uniformante ed entusiasmante. “Kitchen” la Cucina nell’ormai linguaggio universale, l’inglese, e “Couture”, tutto ciò che è Moda, tutto ciò che è bellezza presunta ma anche reale e sfacciata, e che detta le regole in questo mondo ormai quasi saturo di originalità.
Kitchen couture è tutto ciò che può unire praticità, funzionalità, comodità, tecnologia avanzata, parole necessariamente proprie di un ambiente così complesso come la cucina, alla cura dei dettagli estetici, alla celebrazione del bello, alla ricerca di risultati di classe, dove l’eleganza sia perfettamente riconoscibile da chiunque la guardi.
Kitchen couture significa quindi tante cose, tutte assolutamente al passo con le abitudini del vivere moderno e della casa contemporanea: kitchen couture è la cucina che si amalgama senza soluzione di continuità con il living, creando un tutt’uno dove non si riescono più a distinguere le parti; kitchen couture è glossy, cioè risponde a quella tendenza squisitamente e prettamente odierna, della ricerca del lucido a tutti i costi; kitchen couture è colori di tendenza, luci sofisticate, forme minimali, ma anche decorazioni ricercate, che non risultino però indiscrete.
E se da una parte ci sono cucine che ormai vengono concepite con l’esplicita intenzione di appartenere a questa categoria, cioè che nascono con la kitchen couture nel nome e nell’anima (come alcuni modelli nuovi presentati a Eurocucina 2010), ci sono cucine che forse inconsapevolmente sono entrate a pieno titolo nella serie, ancora prima che a questa venisse coniato un nome su misura.
Solo qualche esempio. La cucina Yara esprime in tanti modi la kitchen couture che la caratterizza: colori di tendenza, ricerca del glossy grazie alla presenza del vetro, assoluta compenetrazione con l’ambiente living, grazie ai moduli bassi e alla conformazione a penisola, decorazioni ricercate nella naturale trama del legno, finiture lucide grazie a materiali come l’acciaio.
La cucina Venus, disponibile in diversi modelli, mostra in questa versione tutta la sua potenzialità di espressione “kitchen couture”: colori e superfici assolutamente lucide, esaltate dalla presenza di luci a led sofisticate e d’effetto, forme ricercate e spettacolarizzate in questo caso dalla corrispondenza tra il piano di lavoro e la mastodontica, bellissima cappa.
La cucina Sfera si distingue per le forme e i colori minimali, perfettamente adattabili alla zona giorno open, e impreziositi da dettagli come l’illuminazione a led e le decorazioni raffinate dei pensili.

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su