Divani letto: la comodità di aggiungere un posto a tavola

Pubblicato da admin in Arredamenti Diotti A&F

Il divano letto è una delle invenzioni più pratiche che l’uomo poteva ideare nell’ambito dell’arredamento. Ed esiste ormai da decenni, anche se nel tempo si è evoluto in forme nuove e sempre più facili, comode e funzionali.

Il divano letto ha rappresentato e ancora rappresenta una rivoluzione, sotto tanti punti di vista: quello spaziale, quello concettuale, quello funzionale. Il divano letto si trasforma e automaticamente trasforma l’ambiente che lo circonda: il salotto diventa occasionalmente camera da letto, il soggiorno diventa spazio per gli ospiti, il monolocale diventa rifugio notturno appena il sole tramonta.

Così ogni luogo della casa, a qualunque tipologia abitativa appartenga, si può trasformare in qualcos’altro, e allo stesso tempo qualunque soggiorno si può trasformare nel resto della casa: un gioco di compenetrazione e di rimandi dello spazio, che segue le forme sinuose dell’evoluzione nell’abitare moderno.

Il piccolo studio, il grande disimpegno, la zona relax, possono diventare scenografia ideale e istantanea per la notte di un ospite inatteso oppure a lungo desiderato, da poter invitare senza più remore. Insieme al divano letto infatti, spesso si accompagnano tutta una serie di accessori indispensabili, che contribuiscono a renderlo altamente confortevole: lenzuola, coperte, cuscini, lampade. E quindi spesso il divano letto possiede scomparti appositi dove poter riporre tutti questi oggetti.

L’evoluzione che il divano letto ha subito nel tempo, riguarda principalmente due fattori: i meccanismi di trasformazione, un tempo laboriosi, macchinosi, noiosi e fastidiosi, e la qualità di reti e materassi. Un tempo dormire su un divano letto poteva voler dire crearsi non indifferenti problemi di postura e di schiena: oggi reti e materassi contenuti nei divani sono sempre più di alta qualità, per permettere di utilizzare il divano letto anche come soluzione notturna definitiva (ad esempio in un monolocale, dove necessariamente non potrebbe essere altrimenti).

Dall’altra i meccanismi di trasformazione sono sempre più fluidi e semplici, tanto che con uno o due gesti ormai è possibile dare il via alla trasformazione dell’ambiente, quasi come se bastasse soltanto il tocco di una bacchetta magica.

Ma il divano letto non deve farci pensare che l’unica dimensione degna di interesse sia quella “notturna”: il divano letto è una rivoluzione anche visiva, perchè la trasformazione si mimetizza a tal punto che il divano, nella sua primaria funzione, rimane accogliente, comodo, assolutamente piacevole, sia alla vista che al tatto. Il divano letto dunque può assumere qualunque forma, può essere rivestito con qualunque materiale comune agli altri divani e può essere caratterizzato da qualunque colore.

Il divano letto Antares ad esempio è espressione di uno stile classico evergreen e porta la sua eleganza al top nelle versioni in pelle o in ecopelle, trasformandosi all’occorrenza in un letto singolo, senza fatica.

Il divano letto Pratiko, il cui nome già delinea il suo punto di forza, unisce la comodità di un rivestimento in tessuto sfoderabile, a un meccanismo di trasformazione semplicissimo, a un funzionale vano contenitore per i guanciali e a linee moderne adattabili a qualunque tipologia di ambiente. Il letto matrimoniale che se ne ricava è dotato di rete ortopedica, per una qualità del sonno altissima.

Il divano letto Oslo si distingue per il suo design contemporaneo e per la sua seduta alta e piuttosto rigida, adatto a salotti di carattere. Il fatto che possa nascondere un pratico letto, non fa che accrescerne il fascino.


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su