Lo studio di pranoterapia e il Feng Shui

Pubblicato da admin in Arredamenti Diotti A&F

Ben ritrovati al nostro consueto appuntamento dedicato all’arte del Feng Shui, dopo la lunga pausa estiva!

Oggi analizzerò un piccolo studio di pranoterapia.
In un’antica dimora settecentesca, posizionata nel bellissimo e panoramico sito del Sacro Monte di Varese, è arroccato lo studio di pranoterapia preso in esame.
Il Sig. Pietro è dedito a discipline pranoterapeutiche e dotato di capacità sensoriali.

Il silenzio e la pace, spezzati dal vocio di qualche curioso turista, avvolgono questo fascinoso piccolo angolo di mondo, suggestivo, ricco di storia, attorniato da montagne verdeggianti.
La costruzione ha un fronte (Fenice) dominante la città giardino e il suo lago; un retro (Tartaruga) rappresentato da imponenti forze montane, e i lati rispettivamente da alture di svariate dimensioni (Tigre Bianca a Ovest Drago Verde a Est) che vanno a rispettare perfettamente il metodo dei Quattro Animali.

E’ una zona con un discreto passaggio di Ch’i umano. E’ una costruzione molto datata, pertanto per il calcolo del Metodo delle Stelle volanti è necessario prendere in considerazione l’anno attuale, anziché l’anno d’origine o di rifacimento del tetto, in quanto se ci riferissimo a questi ultimi, le stelle volanti sarebbero troppo deboli e quindi quasi inattive e di poco valore.

Casa con entrata a Ovest, quindi casa Metallo. L’Elemento personale o Ming Gua del Sig. Pietro è il Metallo, considerando il suo anno di nascita.

La circolazione dell’energia sottile di una stanza è condizionata dall’asse porta-finestra. L’abitazione presa in esame presenta un’energia scarsa, come potete notare dalla figura 1, confrontata con la figura 2; in tal caso è prevista l’introduzione di un correttivo per ampliare la circolazione energetica (paraventi, campane eoliche, cristalli, piante, etc…)


Il parquet in legno rende accogliente l’ambiente, in sostituzione alle piastrelle in ceramica. L’orditura è stata posizionata in diagonale per dare maggior movimento.
La disposizione degli arredi, segue correttamente il metodo dei Quattro animali. In sala d’aspetto le sedie sono state disposte a raggiera, in modo da formare un’ampia apertura e quindi predisposizione all’ accoglimento della clientela.

Sala d’aspetto: prima dopo

Un profondo space clearing ha ripulito l’ambiente da oggetti non utilizzati da tempo, inutili e ingombranti.
Simbolicamente questo procedimento aiuta a fare pulizia in noi stessi, donandoci una maggiore chiarezza.

Particolare cura al baricentro
Attraverso la “mappa energetica” ottenuta con la bussola geomantica, Lo Pan, è stata rilevata energia Terra negativa, da neutralizzare con l’Elemento “Metallo” statico, in quanto di maggiore effetto nel tempo, rappresentato da oggettistica in rame, argento, oro, piatti, vasi di metallo, forme sferiche. I colori sono quelli del bianco-oro-argento).

Si possono utilizzare anche oggetti di Metallo “dinamico”, come l’orologio a pendolo o le campane eoliche. Pur avendo un effetto immediato, sono però meno forti nel tempo. In questa zona ho consigliato di affrescare la parete necessariamente di bianco, con stancil dorati dalle forme circolari.


La sala d’attesa

Una parte della sala d’attesa rientra nel baricentro, la fetta restante, è anch’essa da curare. Questo punto presenta energia Terra negativa, quindi come ormai potete sapere, va neutralizzata con l’Elemento Metallo statico.
Colori dorati impreziosiscono l’ambiente, illuminandolo e rendendolo positivo ed accogliente. (Vedi foto precedenti-sala d’aspetto)

L’entrata: punto di forza per il guadagno e l’amore
In questo angolo è stata posizionata oggettistica che richiama l’Elemento Acqua in movimento, rappresentato da una fontanella e l’Elemento Metallo in movimento, richiamato dalle campane eoliche. Queste cure, incrementano questa zona peraltro già positiva.

Un angolo di benessere e relax
In una piccola stanza chiusa, adiacente la sala d’aspetto, era stata posizionata una vecchia cucina inutilizzata. Che ne pensate di trasformarla in una zona di lettura e relax? I pazienti, in attesa di sottoporsi alla terapia, potrebbero abbandonarsi alla musica o alla lettura per ritemprare l’anima.
La disposizione di una libreria (Elemento Fuoco) sulle due pareti contigue opposte all’entrata, incrementa questo grazioso angolo, che necessita di tale Elemento.
Una bella pianta o del bambù arricchiranno ulteriormente l’Elemento Legno, anch’esso necessario.

La dispensa/ripostiglio
Quante cose inutili e ingombranti! E’ stato necessario un profondo space clearing, eliminando tutto ciò di inutilizzato. Una scaffalatura, pratica da gestire, per contenere e archiviare documenti e quant’altro, creando uno spazio aperto e luminoso.

Lo studio
E’ un punto delicato, in quanto il Sig. Pietro esegue proprio qui la sua terapia. Bisogna rafforzarlo e dargli maggior tono. E’ una zona legata alla fama e al successo, per incrementarlo è stato posizionato l’Elemento Legno in movimento. Le piante con foglie mobili sono la cura ideale. (tipo Benjaimin). Le due pareti contigue opposte all’entrata sono state dipinte di giallino con velature, per dare maggiore movimento e freschezza all’ambiente. I colori utilizzati sono il giallino, il bianco e l’oro.

Per oggi ho concluso il mio incontro, sperando di avervi dato qualche suggerimento o nozione in più, per poter meglio capire la complessità di quest’arte.

Vi aspetto sempre numerosi al prossimo appuntamento!
Per qualsiasi chiarimento o informazione, potete rivolgere le vostre domande al mio indirizzo di posta elettronica: blu.design@alice.it

Un caro saluto a tutti!
Cristina


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su