Divani da salotto: guida pratica ai modelli

Pubblicato da admin in ArredaClick

Il mercato dell’arredamento offre al giorno d’oggi una vastissima gamma di divani da salotto, divisi in molteplici modelli e versioni: lineari, con penisola, con chaise longue, con dormeuse…solo per citarne alcuni.
Spesso le case produttrici adottano classificazioni e terminologie non basate su criteri standard confondendo ulteriormente il cliente nella fase di scelta; accade spesso che il cliente si ponga domande del tipo: “che differenza c’è tra un divano con penisola e uno con chaise longue?” e ancora: “cos’è una dormeuse, cos’è un  terminale panoramico?”
Domande di questo tipo sono più frequenti di quanto si possa pensare, poichè sono frutto di una mancanza di uniformità terminologica propria della categoria divani.
Per portare un po’ di chiarezza al cliente che si accosta alla scelta del suo prossimo divano per il salotto, noi di Arredaclick abbiamo creato una classificazione che racchiude tutte le configurazioni dei divani, basata su criteri semplici e rigorosi:
- Divani Lineari: sono tutti i divani lineari composti da un solo elemento fino a cm 240-250 o da due elementi per misure superiori.
- Divani con Penisola: sono divani composti da due elementi; la penisola è priva di schienali ed ha il bracciolo identico a quello dell’elemento lineare.

- Divani con Dormeuse: sono formati da due elementi. L’elemento dormeuse è privo di schienali oltre l’angolo formato con l’elemento lineare; a differenza dei divani penisola, ha un solo bracciolo.

- Divani con Terminale Panoramico: si compongono da due elementi; la seduta del terminale panoramico è come quella di una penisola, ma spesso è sagomata ed è sempre priva del secondo bracciolo.

- Divani Angolari: sono divani composti da tre elementi. Gli schienali sono identici su entrambi i lati. Le due estremità sono chiuse da braccioli uguali tra loro.

- Divani Angolari con Meridienne: si compongono da due o tre elementi. L’angolo meridienne è dotato di schienali come quelli dell’elemento lineare anche oltre l’angolo formato col lineare stesso; a differenza di un angolare normale, ha un solo bracciolo.


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su