Comò e comodini: cambiarli per rinnovare la camera da letto

Pubblicato da admin in ArredaClick

La primavera porta sempre con sè una certa voglia di cambiamento, forse per simboleggiare il passaggio dal freddo al caldo e per sottolineare che tutto in base a questo si modifica. In effetti in camera da letto c’è già un bel cambiamento da mettere in atto, quello degli abiti nel guardaroba, con il famoso cambio di stagione; ma la voglia di rinnovare potrebbe volerci portare verso modifiche ancora più significative, magari partendo proprio dalla camera da letto, ma senza stravolgere necessariamente ogni cosa: naturalmente i tessuti ci vengono in aiuto, consentendoci di dare un volto nuovo all’ambiente semplicemente cambianto tappeti, biancheria, tende. Ma cambiare anche elementi come i comodini e il comò potrebbe contribuire con pochi sforzi a rivoluzionare il look dell’intera stanza.

Ma cosa rinnovare nello stile di comodini e comò? Il colore, i materiali, le forme; sono tanti gli elementi che possono concorrere a dare un nuovo look alla camera da letto, pur mantenendo intatti letto e guardaroba. Comodini e comò infatti possono anche slegarsi esteticamente dal resto degli elementi di una camera e anzi, possono anche distinguersi fra loro, rispondendo a canoni molto moderni che seguirebbero i dettami di uno stile “fusion”.

Così per dare un tocco di romanticismo retrò alla camera, almeno uno dei due comodini potrebbe essere in ferro battuto, come il comodino Adamo, oppure per esprimere uno stile estremamente elegante e ricercato, i comodini potrebbero essere scelti con originali frontali in cuoio, come per il comodino Alia.


Se invece è la forma a colpire maggiormente l’occhio, si può scegliere qualcosa di decisamente originale e insolito, come quella del gruppo letto Astro, con linee arrotondate e moderne, oppure qualcosa di ispirato alle linee d’epoca, come il comodino barocco Chico.


Non bisogna poi dimenticare la funzionalità: se ci basta soltanto un piano d’appoggio anche il comodino Domino potrebbe essere l’ideale, sempre se il letto è un modello piuttosto basso, mentre se sono soluzioni di storage quelle che ci servono, è meglio orientarsi su modelli con cassetti anche ampi (se lo spazio a disposizione lo consente) oppure su modelli con ripiani aggiuntivi, come succede al comodino Dino.


Con i colori si può giocare, scegliendo tonalità uniformate con il resto della stanza, oppure con nuances decisamente a contrasto: gli opposti bianco e nero o chiaro e scuro, creano sempre piacevoli effetti visivi, ma anche l’utilizzo di sfumature diverse di una stessa tonalità potrebbe ugualmente appagare l’occhio.

Con tessuti nuovi e freschi e due comodini nuovi di zecca, la vostra camera da letto (a volte dimenticata in questa stagione dove l’attezione è tutta per lo spazio esterno o quasi) diventerà come nuova!


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su