Divani in coppia: perchè sceglierne due per un angolo

Pubblicato da admin in Arredamenti Diotti A&F

Quando si deve arredare un salotto e inevitabilmente ci si ritrova a dover “riempire” un angolo (che sia fra due pareti o a centro stanza), potrebbe presentarsi un dilemma: meglio un divano angolare, un divano con penisola oppure due divani? Si tratta in tutti i casi di scelte piacevoli e funzionali, ma ognuna con pro e contro.

La scelta del doppio divano dimostra un carattere molto deciso e spiccatamente moderno: l’idea trasmessa da due divani disposti ad angolo è quella di una zona in perfetto stile conversazione, un angolo dove le persone possono essere avvicinate, messe l’una di fronte all’altra, ma sempre con le dovute distanze.

Per questo l’aspetto di due divani sistemati ad angolo è quello di un luogo più formale, ma anche accogliente e con diversi vantaggi: i divani possono avere caratteristiche diverse, ad esempio riguardo alle dimensioni (uno può essere a due posti e l’altro a tre posti), e possono essere facilmente spostati e quindi riconfigurati per creare nuovi layout e nuove disposizioni.

Ad esempio la zona conversazione può subire nel tempo delle modifiche spaziali e riconfigurarsi con una disposizione parallela, che vede i due divani posti uno di fronte all’altro, con un appeal ancora più formale, ma sicuramente di grande impatto visivo. Oppure uno dei due divani potrebbe sempre cambiare stanza.

Finchè rimangono nella disposizione ad angolo, i due elementi ottengono tuttavia lo stesso effetto pratico di un divano angolare, ma con un’eleganza diversa. Anche perchè l’angolo in se stesso, quella porzione di spazio tra un divano e l’altro, può essere attrezzato con altri elementi estremamente funzionali, come un tavolino che funge da comodo ripiano d’appoggio, o come una lampada da lettura strategicamente posizionata e utilizzabile da tutti gli occupanti.

Così la zona immediatamente davanti ai divani, quella che solitamente ospita il tavolino da salotto, può rimanere libera, arredata in modo minimale con un solo tappeto importante, oppure arricchita dalla presenza di qualche oggetto scultoreo e/o artistico. Questo per dare allo spazio un senso di purezza formale, di stile profondamente elegante, di impronta moderna perfetta da declinare in ambienti come open space o loft, oppure in zone della casa che anelano ad assomigliare a luoghi come quelli appena nominati.

Perfetti per descrivere visivamente tale situazione sarebbero i divani Hoffman, di gusto contemporaneo e inseribili in un contesto estremamente elegante.

Molto raffinati e perfetti per una disposizione ad angolo i divani Klaus, provvisti anche di un comodissimo meccanismo di regolazione sincronizzato, per rendere più accoglienti schienali e sedute.

Per un tocco decisamente molto “loftiano”, ispirato a grandi ambienti caratterizzati anche da stili un po’ ibridi, i divani Freeman in pelle sono ideali.

Per un gusto invece più classico, già a partire dal nome, senza rinunciare alla disposizione moderna e funzionale, i divani Canova con schienali alti risultano pratici e resistenti, adatti all’uso frequente e quotidiano.


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su