Raccontateci le vostre pareti…

Pubblicato da admin in Una casa non a caso

Maugeri 004-1 copia

Approfitto della mia amicizia con Luca per proporvi queste riflessioni che mi ha inviato e che trovo molto interssanti per il nostro blog.

C’è una categoria in questo blog intitolata “Abitare nell’arte” che Marina ed Angela Maria hanno pensato per argomentare intorno agli interni descritti in letteratura, musica o pittura. Io capovolgo la prospettiva e vorrei parlare dell’arte che ciascuno di noi ha in casa e che fa quindi parte dell’arredo. Quando entriamo in una casa nuova, dopo aver pensato al necessario per vivere (cucina, bagno, camera da letto, soggiorno) il nostro pensiero si rivolge immediatamente al superfluo: cosa attacchiamo alle pareti? L’arte dunque come superfluo necessario (mi si passi l’ossimoro) che diventa parte integrante dell’arredo e anzi ne connota spesso in maniera determinante il carattere e lo stile. Molto dipende dalla fatidica domanda: è nato prima l’uovo o la gallina? Quando arredo una casa, cioè, porto prima i mobili e poi mi regolo di conseguenza per le pareti o, viceversa, possiedo già un patrimonio artistico definito a cui ispirare il resto dell’arredo? Io ho avuto la fortuna di conoscere un artista -Gianpaolo Berto- , che mi ha onorato della sua amicizia e mi ha donato molte opere sue. Le pareti sono state quindi pensate dagli architetti anche in funzione dei colori e delle suggestioni evocate dagli olii e dalle incisioni del maestro. Su una parete è stato creato un quadrato grigio che fa da cornice a dodici incisioni a giorno. La camera da letto blu ospita una grande incisione ripassata con i pastelli e un’icona che risalta splendidamente con i suoi rossi e i suoi ori. Una striscia color malva spento gira dal corridoio al soggiorno per ornare un trittico quasi tribale su legno, mentre uno Schifano e un D’Orazio s’affacciano sul divano in pelle testa di moro. È una casa dove non si possono trovare, lo avrete capito, scene di caccia o nature morte tradizionali. Ma un altro arredamento, un altro stile, un’altra personalità offrono alla sensibilità di artisti presenti e passati infinite combinazioni e occasioni di decorare una casa. Raccontateci le vostre pareti.

Luca


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su