La casa come risorsa

Pubblicato da admin in Una casa non a caso

DSC_0747 copia

In un momento di crisi è necessario valorizzare le cose che già sono in nostro possesso.  Siamo portati a pensare la crisi come un concetto negativo mentre è  dalla crisi che prendiamo  la forza per proiettarci in qualcosa di nuovo  è importante non perdere la fiducia, avere uno sguardo positivo, ed essere proattivi e creativi.  La crisi, non solo  quella economica,  può rappresentare infatti, un’opportunità di cambiamento e di miglioramento di se stessi, del lavoro e  delle relazioni affettive.   Se si ha la fortuna di avere “un tetto sulla testa”  si aprono diverse possibilità per rendere la nostra casa una risorsa attraverso la quale realizzare se stessi migliorando anche le proprie condizioni economiche. Le opportunità sono diverse, ciascuno dovrà individuare quella che più si addice alla propria casa ed alle proprie esigenze.     Per iniziare, vi racconto la storia di Laura, incontrata ad un corso di formazione finanziato nel 2008 dal Fondo Sociale Europeo nel quale lavoravo come docente.      Il corso, indirizzato a persone over 40, aveva l’obiettivo di insegnare alle allieve come organizzare e gestire nella propria casa  un Bed and Breakfast. Laura ha lavorato sodo in aula e dopo. Insieme a noi ha progettato, ha  studiato piani di promozione e marketing, ha pianificato budget e risorse ed infine ha creduto in se stessa e nelle sue potenzialità.     La casa aveva bisogno di un cambio d’abito, necessario per segnare l’inizio di una nuova stagione della sua vita e del suo lavoro.  Dopo i necessari passaggi burocratici per le autorizzazioni  http://www.anbba.it/corpo.php?link=file/come_aprire.html , Laura ha iniziato la sua avventura inaugurando il suo B&B  Air Ciampino  http://www.airciampinobb.com/ che oggi  le consente di vivere serenamente,   accogliendo in casa sua, ogni giorno, con entusiasmo e professionalità,  nuove persone che nel tempo si stanno trasformando in vecchi amici.    Un’altra opportunità di utilizzo della propria casa è arrivata da un’esperienza molto diffusa nel nord Europa che si sta affermando anche nelle nostre metropoli: le tagesmutter (mamme di giorno) http://www.nidofamiglia.it/   Questi progetti sono una geniale idea per aiutare le mamme lavoratrici con i piccoli da  0  a 3 anni. Un modo flessibile ed innovativo di sostegno al femminile. Una mamma concilia il bisogno di crescere i propri figli con la necessità di guadagnare, ospitando in casa altri bambini, proprio come se andassero all’asilo . http://blog.mammenellarete.it/redazione/nidi-famiglia/. Vi  .   Voglio raccontare   di come è possibile risparmiare, utilizzando come risorsa la nostra casa, ospitando persone che hanno bisogno di un alloggio in cambio di un servizio necessario alla famiglia: baby sitting, scambi linguistici per imparare lingue straniere, oppure compagnia per la notte per le persone anziane che vivono da sole. Così Maria è stata ospite della grande casa di mia mamma ed hanno condiviso un pezzetto della loro strada: una  giovane in cerca di lavoro e realizzazione e una nonna a tempo pieno.     Un’altra idea che mi viene in mente è quella di inserire la propria casa nei circuiti delle agenzie di location per l’allestimento di set pubblicitari o per riprese cinematografiche. Molte sono le proposte che vengono dalla rete e che fanno intuire entrate economiche interessanti.    http://www.mblocation.it/   http://ww35.locationmovie.it/. Di questa divertente esperienza vi racconteremo nei prossimi post.   A parte la creatività e l’impegno, il denominatore comune di tutte queste esperienze è comunque quello di saper condividere con gli altri ciò che si possiede senza esserne gelosi.

 

 

 

 

 

 

 


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su