Mobili d’antiquariato: gli stili dell’Ottocento, il Biedermeier

Pubblicato da admin in Guida Arredamento e Casa

Il termine Biedermeier (che nasce in senso dispregiativo dall’unione dell’aggettivo bieder – sempliciotto – e Meier – uno dei cognomi tedeschi più diffusi) è ripreso dal personaggio di una commedia di Ludwig Eichrodt, inventato per rappresentare il tipico borghese del tempo dal carattere tranquillo, tutto dedito ai piaceri e alla pacatezza della vita familiare.Considerato per molto tempo uno stile piatto e anonimo, e poi nel corso del Novecento rivalutato quale tendenza originale e interessante della prima metà del XIX secolo, il Biedermeier si sviluppa, in particolare in area germanica, tra il 1820 e 1850 circa, ovvero dopo gli stravolgimenti portati dalla rivoluzione francese e dal periodo napoleonico. Nasce infatti proprio in contrapposizione all’enfasi e alla pomposità dello stile Impero, mirando ad un ritorno alla semplicità attraverso la creazione di arredi funzionali e nello stesso tempo definiti da linee semplici e pulite. Può quindi in qualche modo considerarsi specchio della ritrovata calma politica caratterizzata ora dal governo dei vecchi regnanti (per questo motivo viene a volte definitivo anche della Restaurazione).


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su