Profumo…di primavera

Pubblicato da admin in Una casa non a caso

Campo scuola Max 2008 040 copia

Il profumo ha una forza di persuasione più convincente delle parole, dell’apparenza, del sentimento e della volontà.  Non si può rifiutare la forza di persuasione del profumo, essa penetra in noi come l’aria che respiriamo penetra nei nostri polmoni, ci riempie, ci domina totalmente non c’è modo di opporvisi“.  Tratto dal libro  “Il profumo” di Patrick  Suskind

Io sono una  di quelle persone che si fa suggestionare dall’olfatto.  I luoghi, le persone, i ricordi sono sempre condizionati e legati alla presenza di un odore, di un profumo. Quando entro in casa mi piace ritrovare il suo buon odore accogliente e  rilassante. Avendo un grande cane che vive con noi questo non sempre è scontato  e così, nel tempo, mi sono documentata per porvi rimedio.

E’ importante che il profumo sia naturale e non inquini l’ambiente dove viviamo, perciò cerco di utilizzare essenze naturali.   La modalità migliore per diffondere  profumi nell’ambiente  è quella di utilizzare poche gocce di oli essenziali diluite  in poca acqua da disperdere attraverso il calore di una candela che riscalda un diffusore.

Con lo stesso principio, in inverno,  basta mettere poche gocce di olio essenziale negli umidificatori dei termosifoni, oppure in estate, quando i termosifoni  sono spenti, si possono mettere alcune gocce sulle lampadine che con il calore dell’accensione diffonderanno il profumo nell’ambiente.  Dicono gli esperti che ogni profumo, ogni essenza condiziona e influenza  le emozioni. Attraverso i profumi di può  infondere una sensazione di benessere, calmare e rilassare la mente. Mi lancio adesso in un elenco, sicuramente riduttivo, visto che riguarda i miei profumi preferiti.

La lavanda ha proprietà  rilassanti e funge da tranquillante del sistema nervoso.  I profumi degli agrumi sono invece indicati per rendere l’ambiente energizzante e facilitare il lavoro e il rendimento.  L’olio essenziale di limone ha un aroma fresco e stimolante, l’arancio dolce  elimina le paure e i momenti di pessimismo, funge da ostacolo all’apatia. L’arancio e il limone tagliati a fettine  e messi ad essiccare nel forno o al sole rilasceranno un buon profumo e  se mischiati ai fiori secchi possono essere usati anche  per decorare la tavola.

Al sandalo sono attribuite proprietà battericide, antidepressive e afrodisiache.  L’olio essenziale di bergamotto  funziona contro l’ansia e  agisce bene per ritrovare le energie. Il frutto intero del bergamotto, messo nel frigorifero con la buccia grattata,  ne assorbe gli odori cattivi. L’olio essenziale può essere anche messo in gocce nel  pot-pourri di fiori secchi  che decora e profuma gli ambienti.

Molto usato per rendere gli ambienti profumati ed esotici è l’utilizzo dell’incenso. Ne esistono di diverse qualità: indiani, tibetani, cinesi, giapponesi… se volete saperne di più potete visitare questo sito http://www.benesseredalmondo.it/aromaterapia.asp?idnew=609. Gli incensi hanno una profumazione persistente che non sempre si concilia con i profumi dei nostri ragù.

Ammetterò, senza indugiare oltre, che l’odore che preferisco in casa mia è il profumo del pane appena fatto.

 


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su