Il lavoro e i giovani architetti: come architettare il proprio lavoro

Pubblicato da admin in Blogger Ospiti

Cercando tra gli annunci di lavoro si riscontrano tante richieste di lavoro specializzato che invadono gli annunci di lavoro sia a tempo pieno, sia per le offerte di lavoro part-time. La ragione di queste richieste distinte risiede nella specializzazione dei vari settori del lavoro, nella trasformazione dei lavori generici a lavori più specialistici, caratteristica che offre un’utile indicazione agli studenti ed alle persone in formazione.

Come ha recentemente affermato il giuslavorista Prof. Ichino, è estremamente importante l’azione di orientamento scolastico e professionale che le Regioni attivano tramite i COR, i Centri di Orientamento Regionale. Ecco spiegato il motivo per cui regioni virtuose ricercano professionisti e studenti freschi di studi nell’ambito dell’Architettura, spesso attraverso bandi pubblicati nei loro siti internet, per offerte di lavoro part-time che full-time.

I giovani spesso sanno distinguersi nel momento in cui possiedono capacità e specializzazioni: un esempio è dato da Philippe Malouin, architetto, 30 anni, che ha saputo imporsi nel panorama dell’architettura mondiale grazie alla sua visione diversa dell’uso degli oggetti. La sua filosofia si può definire con l’espressione “usare le cose per cambiare il modo di vedere” e, tramite questo pensiero, l’architetto canadese ha esposto con successo riconosciuto un nuovo modo di fare design, dove l’estetica non predomina, ma si scoprono nuovi modi di concepire uno spazio living sempre più ridotto che richiede uno sforzo immaginativo per diventare funzionale.

E a casa nostra perchè non ricordare Angelo Mangiarotti, una delle nostre più grandi ispirazioni, colui che ha riassunto in sé la scultura, l’architettura ed il design, l’orgoglio del Made in Italy.

Made in Italy che si svolgerà dall’8 al 16 settembre a Bari, alla Fiera del Levante, per il “Salone dell’Arredamento”, sarà un occasione interessante per i nuovi estri creativi dell’interior design.


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su