TAVOLA ROTONDA.

Pubblicato da admin in Rosso Papavero

Xilos by Maxalto.

Abbiamo in precedenza parlato dei tavoli allungabili, per lo più rettangolari o quadrati. Oggi valutiamo quelli rotondi, che a me piacciono un sacco.
Innanzitutto è interessante valutare un tavolo con questa forma perchè ammorbidisce tutte le altre, spesso spigolose e rigorose, del resto del locale. Le dimensioni sono variabili, motivo per cui è una forma che si addice sia agli ambienti cucina che a sale da pranzo o ad ambienti unici con cui spesso e volentieri abbiamo a che fare.
In cucina, se lo spazio è ridotto, potremmo inserire un tavolino rotondo, stile bar, con un piedistallo centrale pulito e lineare, per ovviare all’eventuale piano snack che tanto avremmo voluto ma che non abbiamo potuto fare. Ovviamente, con questa piccola dimensione (diametro di circa 60 cm. o 80 c.a.) sarebbe meglio rinunciare a sedie particolarmente grandi, l’ideale è utilizzare dei pouff, anche colorati, che non coprano il tavolo.
Quando invece possiamo sbizzarrirci ed inserire un tavolo “come si deve” ecco che possiamo spaziare nelle varie misure ed anche rielaborare il tondo, ovalizzandolo e stravolgendolo un pò, senza però perdere la sua caratteristica fondamentale: un tavolo privo di spigoli o punte consente un utilizzo per tutta la sua dimensione, consentendoci di recuperare anche un paio di sedute in caso di necessità. Certo si intende che in sala da pranzo la dimensione deve essere abbondante, almeno 100 cm. di diametro (misura davvero minima per importanza) per non perderlo in mezzo alle sedie e per poter ospitare diversi commensali.
Tenete conto infatti che, un tavolo dal diametro 90 cm. ospita circa 4 commensali, uno da 120 cm. ne ospita circa 6 mentre uno da 180 cm. 8 commensali, seppur molto farà l’ingombro della sedia che sceglierete, con delle sedie non troppo voluminose e grazie all’assenza di spigoli potete guadagnare anche un paio di posti.
Per le finiture, come sempre è questione di gusto, tutto legno in stile più classico o in arte povera, con delle sedie imbottite dai tessuti fluo, oppure un piano in cristallo trasparente con un basamento importante, movimentato in marmo o in metallo o addirittura in legno intagliato. Dettaglio imprescindibile è il basamento, che per farci godere a pieno dello spazio disponibile DEVE essere centrale, in modo da consentire inoltre di inserire le sedie senza alcun impedimento.
Se però non ci possiamo permettere di inserire in soggiorno un tavolo dal diametro di 140 cm, potremo optare per un tondo allungabile, chiuso fà sempre la sua scena e aperto cambiando forma ci darà la sensazione di cambiare tavolo.

Se poi, tra tutte le possibilità che offre il mercato e tutte le finiture da scegliere, non sapete decidervi, potete optare per il classico Saarinen (tondo o ovale), disponibile in una vasta scelta di misure (anche cm. 180 di diametro!), in bianco totale o con il piano in marmo Carrara. Un classico sempre attuale.

Daytona by Cattelan: versione allungata e versione chiusa. -Reef by Cattelan. – Saarinen. – Iblea by Desalto. – Barone by Bontempi



 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su