COMPLEMENTI D’ARREDO: PARTICOLARI MANIFATTURE.

Pubblicato da admin in Rosso Papavero

Abbiamo capito ormai che il complemento d’arredo è fondamentale per la riuscita di una buona e bella casa e che spesso le cambiano faccia amplificandone le caratteristiche che la distinguono da tutte le altre. Una lampada posizionata vicino al divano, o in corrispondenza dell’angolo lettura, con una bella poltrona, un pouff e un tavolino-leggio, è in grado di regalare la giusta atmosfera all’utilizzo di quel piccolo angolo.
Allo stesso modo, un oggetto all’apparenza “stravagante” ed ambiguo diventa utile ed al tempo stesso soggetto per rendere particolari punti della casa che altrimenti non godrebbero di alcun sapore.
Ci sono creativi che a pieno rispondono a queste esigenze, che hanno fatto della materia forma. Che hanno fatto del disegno creazione materiale. E la particolarità, il dettaglio nel dettaglio che differenzia il tutto.
Si trovano in realtà poche informazioni su di lui, Rude Bravo, sul web, ma chi ha visto qualche suo lavoro non può che apprezzarne la stravaganza e l’originalità. Certo non si parla di grosse produzioni, non si parla di oggetti riprodotti in serie nè tutti uguali in ogni minimo dettaglio. Potremmo quasi parlare di pezzi unici, di tirature limitate… insomma, qui non siamo nel mondo della grossa distribuzione, qui bisogna avere occhio lungo.
Ogni pezzo dona carattere e forza al locale in cui è inserito, famosissimo è il quartetto “L’ira di Alfredo”, tavolini da divano (e non!) sviluppati in forma quadrata in fusione d’alluminio, stesse dimensioni ma aspetto differente per ognuno.
Ovviamente la posizione più scontata è quella vicino al divano o una chaise lounge, ma in versione alta potrebbero dare senso ad un ingresso.
Oppure, sempre in ingresso o nel grande guardaroba, nella camera degl’ospiti o perchè no, nell’ufficio o studio di design, si potrebbe colpire l’attenzione dei clienti con un appendiabiti dalla forza fisica estrema, di carattere e funzionale al tempo stesso. Ideale ed adeguato in ambienti moderni come quelli un pò più classici-contemporanei, ma certamente caratterizzante come l’appendiabiti Barbis De Fer. PErchè fà un certo effetto vedere due braccia che sembrano uscire dal muro quasi ad invitarti ad appendere la giacca, un invito ad accomodarti, insomma!

Anche qui l’elemento può essere inserito in contesti moderni utilizzando delle braccia in crosta d’alluminio oppure in contesti più classici grazie alla patina bronzo. Insomma, elasticità.
Inutile sottolinearVi che la tradizione, qui, è completamente stravolta.
La materia è la cosa più importante, se vi piace sentire qualcosa sotto le mani, sentirne la consistenza e vi piace attirare l’attenzione, direi che potete valutare questi pezzi di design italiano.
Infondo ormai lo sapete che basta poco per rendere la casa speciale.



 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su