E I PIATTI DOVE LI METTO?

Pubblicato da admin in Rosso Papavero

Torniamo a parlare di decorazione, di un modo poco dispendioso ma molto efficace per personalizzare la Vostra casa o una zona particolare di essa dandole una specifica caratteristica.
E, se vogliamo proprio essere delle formiche risparmiose e non buttare nulla, potremmo riutilizzare con piacere ciò che spesso in casa non utilizziamo più, che occupa spazio nelle madie e credenze ma che ci spiace buttare perchè, magari, ricordo di famiglia.
La prima occasione che ho avuto di vedere una parete decorata con graziosissimi piatti di ceramica l’ho avuta al salone del mobile, che non solo è prezioso per mostrarci novità più o meno importanti in fatto di mobili, ma anche perchè le aziende spendono diverse energie per rendere i loro stand creativi e armoniosi dal sapore di casa. Come in ogni fotografia che si rispetti, il bello è dato dall’immagine nel suo insieme, la luce, il soggetto, un particolare, una sfumatura. Così è nella casa e nella vita.
Per questo ho trovato affascinante e provenzale questo modo di arricchire una parete. In cucina, come nella zona dedicata al pranzo in soggiorno, o sopra una credenza buffet inserire dei piatti scelti e volendo decorati a seconda dello stile globale della casa, rende il tutto più caldo e affettuoso.
Si, perchè il piatto richiama il cibo, il calore di una tavola imbandita, la famiglia, gli amici, l’abbondanza e la ricchezza (di idee, di spirito, di soldi).
E poi, una decorazione così è molto semplice e d’impatto, una candida parete bianca potrebbe ospitare dei piatti tondi dal diametro differente, colorati con colori schock, oppure dei piatti retrò, inglesi semplici con leggeri decori su una parete di fondo carta da zucchero…oppure… le opportunità sono diverse. E il concetto è lo stesso di avere una parete ricca di orologi, o cornici di quadri. Qualcosa che catturi l’attenzione e che sia significativo per la personalità di chi abita e vive la casa. Io, ad esempio non potrei sopportare di avere più di un orologio a parete, per tutta una serie di ragioni, invece apprezzo di più dei piatti particolari o delle cornici molto lavorate prive di tela interna (vedere il muro di casa mia attraverso una cornice!) o delle fotografie.
Largo all’immaginazione!!



 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su