UN BAGNO PER UOMINI VERI!

Pubblicato da admin in Rosso Papavero, Stili

Vi ho parlato tempo fa di come generalmente viene visto e pensato un bagno al femminile. Delle caratteristiche e delle specifiche che spesso mi vengono richieste. L’occhio della donna oltre a vedere da esteta ha una particolare propensione alla praticità. Infatti, si sà, che proprio questo punto viene difficilmente preso in considerazione dagl’uomini.
Non me ne vogliano i maschietti, ma ad oggi non c’è stato cliente di sesso maschile che sia preoccupato di avere un posto in cui riporre anche solo l’asciugacapelli ed il rasoio elettrico!
Bene, un bagno maschile si differenzia sostanzialmente per la velocità di scelta e per la definizione di materiali e colori che si dirigono in due direzioni: i più svogliati e meno fantasiosi mi chiedono bagni molto basic, piastrelle chiare, azzurro-verde, sanitari da appoggio e mobiletto (“ma sì, uno vale l’altro”); i più esigenti e sofisticati in genere danno più soddisfazione perchè sono più attenti al colore, spesso scuro e alle finiture. Richiedono elementi più ricercati, d’impatto e più di carattere.
A tal proposito le scelte sono ampie, partendo dal rivestimento di pavimento e parete finendo alla scelta dei sanitari, che in un bagno che vuole avere carattere ed un impronta che non lasci dubbi sulla sessualità di chi lo utilizza è fondamentale.
Elemento distintivo potrebbe essere, ad esempio, la scelta dei colori. Scuri, sui toni dei grigi, del marrone o perchè no, dei blu in tutte le sfumature. Il rivestimento del pavimento (se si decide di farlo diverso dal resto dell’appartamento) è sempre bene che sia più scuro, magari con una piastrella ceramica opaca e martellata, il rivestimento delle pareti invece potrebbe riprendere il colore del pavimento fino ad una certa altezza (generalmente consigliata tra i 90 cm e 150 a seconda del formato delle piastrelle)e seguire con una piastrella più chiara.
La doccia, fondamentale per un uomo, se possibile di dimensione ampia, oggi può vantare innanzitutto di avere dei piatti doccia in resina effetto pietra disponibili in vari colori (per cui facilmente abbinabili anche alla scelta del rivestimento), se si sceglie un piatto doccia a filo pavimento è bene che anche il box doccia sia essenziale nella struttura, per cui profili inox cromati molto sottili. Vetro rigorosamente trasparente per un impatto niente male.
Per quanto riguarda i sanitari, il mercato offre di tutto. Ovviamente i più gettonati rimangono sempre quelli in ceramica bianca, sospesi o da appoggio, purchè molto essenziali e puliti nelle forme. Ma nulla vieta di scegliere una ceramica in colorazione Ral oppure dei sanitari o dei mobili lavello con una struttura in acciaio. Una donna è assodato che non farebbe mai una scelta del genere, cosciente del tempo che bisogna impiegare per tenerli ben puliti e lucidi. Un uomo forse potrebbe pensarci …

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su