5 PUNTI E PIU’ PER ARREDARE BENE LA VOSTRA CASA.

Pubblicato da admin in Idee, Rosso Papavero

Come già suggerito ed anticipato nella mia rubrica sul sito magazinedonna.it, voglio approfondire e definire con maggior attenzione alcuni punti di cui bisogna SEMPRE  tenere conto quando si decide di rinnovare la propria casa o si parte ad arredarla da zero.

Per i primi, che vengono già da un precedente arredamento ed hanno già avuto modo di vivere la casa, sarà più semplice trovarsi ad affrontare il tutto perchè hanno alle spalle già un esperienza. Coloro che sono alle presa con la prima casa è bene che prendano consigli. Non perchè non abbiano idee ma perchè ci sono cose a cui non si pensa ed è inevitabile fare errori!
  • Scegliere il tipo di arredamento: è assodato che spesso piacciano più cose e di stili diversi e contrapposti. NON E’ CONSIGLIABILE dare ad ogni locale uno stile diverso, arredare in stile etnico il soggiorno, in stile svedese la cucina, e la camera da letto classica. E’ bene ricordare che la casa è una sola. E che le persone che la abitano hanno una personalità definita.Il miglior consiglio è scegliere uno stile valido per tutta la casa, quello che più vi piace e rispecchia. Ed intervenire con elementi piccoli e facilmente sostituibili di stile diverso. Ma uno stile solo! Non tutti gli stili in un unica casa! Non vorrete avere la sensazione di smarrimento in casa vostra!?
  • Colori: come per lo stile d’arredo anche le pareti necessitano di un collegamento uguale per tutta la casa. Come già vi ho spiegato qui, il colore delle pareti, che sia bianco, grigio chiarissimo o beige deve essere uguale in tutte le pareti della casa. I colori chiari sono più indicati perchè danno luce e tendono ad allargare gli spazi. Solo una parte per locale può concedersi un colore alternativo, per catturare l’attenzione applicandoci sopra dei quadri o per sottolineare la posizione del letto.
  • Illuminazione: ogni ambiente, l’abbiamo visto qui, deve avere la sua giusta luce. In cucina avremo bisogno di una luce utile per lavorare ed avere tutto ciò che serve a vista. In soggiorno occorre una luce più d’ambiente, conviviale, in camera da letto una luce d’accompagnamento, che sia più calda e accogliente. Non sempre infatti il lampadario a soffitto e centrale è la soluzione migliore, perchè ostruisce la visuale di alcuni punti rimanendoci alle spalle. Le fonti luminose vengono difficilmente studiate quando si arreda una casa, non si pensa mai a dove posizionarle, motivo per cui spesso il risultato finale non è piacevole.
  • Tessuti e tendaggi: il tessuto è importante, dà quell’aspetto morbido alle cose e soprattutto consente una certa variazione e sostituzione. Tutto ciò che è imbottito potrà essere sfoderato e lo stesso tessuto potrà cambiare. Le tende vanno scelte con criterio a seconda del locale in cui le mettiamo, chiare nella zona giorno e più scure nella zona notte, purchè i tessuti siano leggeri e trasparenti. E non dimenticate di valutare la lunghezza, devono arrivare a pavimento, ma senza fare mucchio!
  • Oggettistica: anche questo fà parte dell’arredo, non è un caso che l’Ikea ambienti le sue esposizioni riempiendole di particolari. Ma attenzione! Tenete conto delle proporzioni e dei colori che andranno di apri passo con l’arredo e sempre ci deve essere qualcosa che lo richiami nel resto del locale.
  • Disposizione elettrica: pensateci in tempo! Nascondete i cavi, se non avete pensato a tempo debito dove mettere la presa tv o del pc, bhè niente è peggio che vedere fili e cavi vagare per la casa fino a raggiungere un apparecchio! Raccolgono polvere e sono: BRUTTI! le prese vanno pensate dietro ai mobili, quelle per le luci vicino alla fonte, solo quelle di servizio utili per aspirapolveri etc, vanno lasciate a vista per comodità!
Vi ho inondato di informazioni?? In fondo è solo un breve riassunto di quello che va pensato quando si realizza una casa. Ma se fosse tutto qui, sarebbe troppo facile, no?!

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su