“Dai, fammi una foto mentre faccio il capitonné”. Ieri a Roma, la terza sessione di lavoro #divanoXmanagua.

Pubblicato da admin in News

Nella frase del titolo e nella foto qui sotto c’è tutto.

C’è l’idea di un lavoro artigiano finalmente degno di essere immortalato con una foto ricordo.

Lavora Artigiano Aperto Berto Salotti C’è qualcuno che ne capisce il valore, al punto da volersi ritrarre mentre ne è protagonista.

C’è una situazione che finalmente accende un riflettore su chi lavora in laboratorio, con le mani, anno dopo anno, per una vita (bellissimo l’applauso spontaneo dei presenti dopo la frase del nostro maestro artigiano, sig. Flavio “sì, faccio questo mestiere da 39 anni”).

C’è un gruppo di persone che potremmo definire “pubblico”, nell’atto di osservare una lavorazione artigiana nel modo in cui guarderebbe uno show televisivo: con interesse, curiosità, divertimento… e voglia di partecipare. Verrebbe da dire quasi: voglia di vincere.

C’è partecipazione diretta, hands-on, direbbero gli anglosassoni.

La terza sessione di #divanoXmanagua è stata una giornata straordinaria, caratterizzata da una partecipazione oltre ogni più rosea aspettativa, in cui – ancor più che nelle prime due sessioni – abbiamo sentito che il nostro lavoro piace profondamente, interessa, è compreso.

E noi stessi comprendiamo nei fatti quanto già sappiamo a parole: e cioè che la comunicazione del lavoro artigiano è ciò che lo può qualificare e avvicinare alle persone nel modo giusto:

non più stereotipi legate a bottegucce, ma forza innovativa, proposta, energia, tecnologia, comunicazione, giovani… futuro.

Come sempre, un grazie speciale ai nostri partner di progetto Terre des Hommes Italia e Centro di formazione AFOL, nonché alle partner dell’evento Girl Geek Dinners Roma, che hanno introdotto la serata con una interessante relazione sulla Responsabilità Sociale d’Impresa.

Qui lo storify della serata e… appuntamento a Meda, giovedì 14 marzo, per la quarta sessione di #divanoXmanagua!


Tags: , ,

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su