Anteprime dal Salone del Mobile 2013: Bonaldo

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blog Arredamento, Blogger Ospiti, Design, News

Un nuovo speciale Salone del Mobile 2013: oggi parliamo di Bonaldo. Dal 1936 questa azienda definisce il panorama domestico di molte case ed ambienti contract, in Italia e nel mondo. Non è improprio parlare di panorama: basta entrare nel sito dell’azienda per leggere un corporate profile che descrive un approccio creativo basato sulla creazione di “oggetti d’arredo che esprimono design ed emozione, per un paesaggio domestico contemporaneo variamente connotato sul piano delle forme e delle linee”.

Bonaldo ha sempre improntato la sua produzione sulla sperimentazione e la continua ricerca nel campo di forme e materiali. Negli anni ’40 si cimenta con le molteplici applicazioni del tubolare metallico, mentre oggi la vediamo impegnata nell’uso di materiali plastici e di varie leghe: pressofusione in alluminio, poliuretano flessibile stampato a freddo, polipropilene.
Tecnologia e artigianalità si incontrano e collaborano nella creazione di arredi completamente Made in Italy. Non solo: Bonaldo collabora con designer internazionali del calibro di Ron Arad e Karim Rashid, Mauro Lipparini, Toshiyuki Kita e Denis Santachiara, D’Urbino e Lomazzi, Giuseppe Viganò.
L’impatto visivo è la chiave del successo del design di Bonaldo. Lo scorso 14 marzo il tavolo Welded ha ricevuto il premio “Red Dot: best of the best” per il migliore design di qualità. Non è finita qui: i Red Dot Award hanno conferito un secondo premio ad un altro tavolo: lo Still con gambe coniche, premiato per il suo “design di alta qualità”.

L’appello che Bonaldo lancia attraverso il suo portale è chiaro e deciso: l’arredamento esprime le tendenze più attuali, ma allo stesso tempo è espressione della personalità di chi abita una casa e la rende davvero unica. Lo slogan la dice lunga: “Bonaldo to (Be)_different” ci racconta una filosofia progettuale impostata sulla ricerca di nuove forme che però “interpreta in modo originale la storia del design”.

Detto ciò, cosa possiamo aspettarci da Bonaldo al Salone del Mobile 2013? Alcune anteprime le proponiamo nelle foto qui sotto e sono il frutto della collaborazione con designer affermati sul piano internazionale e anche giovani stelle nascenti: fari puntati sul giapponese Ryosuke Fukusada e sul singaporiano Jarrod Lim.
L’invito ufficiale parla chiaro e si adatta al tema portante dei Saloni che è la città. Con “A Milano: il mondo che abiteremo” i Saloni propongono un fil rouge urbano con uno sguardo chiaramente aperto ad orizzonti internazionali. Bonaldo ha reinterpretato alla perfezione questo appello: un invito in lingua inglese in cui la grafica gioca con i colori sottolineando la parola CITY, una sottolineatura che però non offusca in alcun modo i concetti attorno cui ruota il design dell’azienda.
Un invito dalla grafica essenziale, ma ricchissimo di contenuti: una promessa che ci spingerà allo stand di Bonaldo senza indugi. Essenziale, naturale, urbano ed eclettico. Domesticità, semplicità, felicità, centralità…o eccentricità? Probabilmente entrambe.

So, let’s be original!

Potete trovare Bonaldo al Salone Internazionale del Mobile di Milano, dal 9 al 14 aprile 2013
Padiglione 5, Stand F9 – F11 – G6


Immagini via www.designerblog.it
Per visitare il sito ufficiale di Bonaldo: www.bonaldo.it
Potete acquistare comodamente online i mobili Bonaldo su ArredaClick.com.

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su