Home staging

Pubblicato da admin in Idee, Una casa non a caso

Mettere in scena la casa!

Arriva un momento in cui abbiamo bisogno, per tanti motivi diversi , di vendere o affittare una casa di nostra proprietà. E’ la casa in cui siamo cresciuti, oppure è la casa che ci ha visto studenti fuori sede in cui abbiamo vissuto anni spensierati di convivenza con gli amici…insomma è comunque un distacco importante. Abbiamo diramato l’annuncio della vendita corredandolo  di fotografie scattate per l’occasione; per motivi personali non vogliamo ricorrere ad intermediari, ed ora non ci resta che attendere  che i potenziali acquirenti facciano la fila alla nostra porta.

Ma passano le settimane… i mesi e le persone interessate a rispondere all’annuncio non sono poi così tante, siamo in una situazione di stallo. E’ il momento di porsi delle domande e  cercare di  capire che cosa c’è che non va nell’annuncio che abbiamo fatto.

Un suggerimento importante che mi sento di poter dare è quello di fare per la casa quello che faremmo se volessimo vendere un’auto usata. Sembra strano come paragone ma vedremo che è calzante.

Come prima cosa bisogna ripulire nel vero senso della parola: lavare a fondo gettando via i rifiuti di ogni genere accumulati ovunque.

Depersonalizzare è il secondo punto importante: bisogna togliere tutte le informazioni personali di chi c’è stato prima perché distolgono l’attenzione (fotografie dei parenti, riferimenti religiosi e politici, peluche ecc.). Non meno importante è sistemare i piccoli danni. Se vendiamo un’auto ci rendiamo bene conto che vale la pena sostituire un fanalino rotto o i tergicristalli consumati per eliminare a priori il sospetto di essere persone trascurate e lo stesso vale per la casa dove piccole perdite delle rubinetterie o macchie di umidità sui muri rischiano di fare immaginare a coloro che visitano la casa che forse gli stiamo nascondendo danni ben peggiori.

Infine, ma più importante di tutto, bisogna scattare delle foto accattivanti, la foto giusta vende una storia. Il primo impatto l’acquirente lo ha con la fotografia che inseriamo nell’annuncio.

Questi suggerimenti, quando arriva il momento di metterli in pratica, si scontrano con la difficoltà che ciascuno ha di abituarsi al distacco dalla casa che vuole vendere e diventa perciò indispensabile affidarsi ad una persona estranea che abbia una visione dall’esterno e possa capire e suggerire come presentare al meglio la casa. Angela Maria ed io riteniamo che si debba preparare la casa come una scenografia in cui i futuri acquirenti dovranno muoversi,  ne esaltiamo i punti di forza e con sapienti accorgimenti ne ridimensioniamo i difetti.

Se ci sono troppi mobili si deve fare una scelta e utilizzare solo quelli che aiutano a valorizzare gli ambienti. A volte si deve intervenire in modo più radicale per rimuovere scelte decorative troppo personali e utilizzare  colori alle pareti che aiutino ad ottenere un’atmosfera accogliente e luminosa in cui il maggior numero di persone possa sentirsi a proprio agio.

Il primo impatto che avranno coloro che visiteranno la vostra casa è condizionante; la prima impressione  aiuta ad idealizzare le cose e fargli assumere la prospettiva della casa dei propri  sogni.

Noi vi aiutiamo a passare dalla condizione di lunghe e infruttuose attese a quella di dover scegliere tra più acquirenti.

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su