Dal Salone del Mobile, naturalmente

Pubblicato da admin in Design, Design d' Ingegno

Dal Salone del Mobile, naturalmente


Anche se un pò in ritardo non potevamo non parlare del Salone del Mobile che si è svolto lo scorso mese a Milano. La fiera internazionale in cui grandi aziende, scuole di design, designer aspiranti o affermati, presentano le proprie novità e in cui ognuno si mette in mostra per emergere tra sperimentazione, innovazione, stile e creatività. Noi abbiamo voluto dedicare il nostro articolo alle novità dell’arredo che richiamano la natura per il loro carattere eco-friendly o per le forme organiche che li caratterizzano.

Ecocooking di Clei  (Arch. Massimo Facchinetti design) è una cucina verticale completa in cui sostenibilità economica ed energetica si fondono. E’ un’ottima soluzione per chi non ha spazio in casa per una cucina standard. Gli elementi elettrici della cucina sono alimentati grazie all’energia prodotta da pannelli solari; su un lato della cucina è sistemato un piccolo orto verticale;  l’acqua proveniente dal lavello viene filtrata e riutilizzata nella lavastoviglie, subisce poi un secondo filtraggio e viene utilizzata per bagnare le piante della serra verticale: più eco-friendly di così!

Betulla di Sicis (Alida Cappellini e Giovanni Licheri design) è una seduta che riproduce la foglia di betulla. Cuoriforme e perfetta per sedute che avvolgono ed accolgono per un effetto relax multisensoriale. La collezione è caratterizzata dall’uso dei colori della natura, dai caldi marroni al verde lucente che si plasmano in forme teatrali per creare atmosfere fiabesche. Interessanti anche le altre sedute della collezione: il bambù, verde brillante, si intreccia scherzosamente in un divano dalle linee sinuose; la quercia lobata si arriccia con brio nel divanetto tondeggiate dalle forme borocche; l’acero rosso, con il suo caldo colore, si apre in un morbido abbraccio.

Un elegante esempio di arte, natura e design è Paloma di Serralunga  (Eero Aarnio design). Realizzato in polietilene riciclabile racchiude la magia della natura e la funzionalità del suo design: è scultura, seduta, gioco, luce. E’ un elemento che interpretando la natura la rappresenta alla perfezione: una colomba eterea e poetica immersa nella sua pace. Perfetto da mettere in giardino o su una terrazza per un effetto giocoso, fiabesco, naturale ed elegante allo stesso tempo.

Il food design è stato un altro protagonista dell’evento, ma nella mostra Foodmade al Padiglione Italia a Lambrate le verdure non sono state pensate solo come le protagoniste dell’aperitivo light ma sono diventate materia prima per la realizzazione di oggetti. Cucurbita di Alessandro Zambelli è il prodotto di una ricerca sulla zucca mantovana, pianta simbolo della tradizione contadina della zona di provenienza del designer, che diventa rivestimento di un pannello in fibra di legno composito. Un prodotto al 100% naturale in cui l’impasto di amidi, zuccheri, polpa di zucca aderisce al legno attraverso catene di amidi senza l’uso di collanti. Questa sperimentazione rappresenta un ottimo esempio di rispetto per l’ambiente!

L’articolo “Dal Salone del Mobile, naturalmente” è apparso originariamente su blog design d'ingegno. Rispettane le condizioni di licenza. è vietata la ripubblicazione in aggregatori di feed RSS senza l’esplicito consenso dell’autore.

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su