Ciao papà, ieri sono riuscito a fare una cosa molto bella. Te la voglio dedicare.

Pubblicato da blog ospite in News

 

Hai visto nascere divanoXmanagua a gennaio con i miei racconti, e l’hai seguito a distanza fino a marzo con le immagini i video e gli articoli di giornale che custodivi, prima di lasciarci.

Andavi molto orgoglioso delle sessioni di lavoro aperto che organizzavo nella tua ditta.

Ieri sera abbiamo segnato un momento molto importante per il progetto, la fase conclusiva, quella della raccolta fondi per la scuola a Managua, in Nicaragua.

Attorno al divano eravamo in tanti: amici, fornitori, clienti, colleghi, studenti, professori, scuole, associazioni e istituzioni che con la loro presenza hanno voluto testimoniare amicizia, stima, generosità e solidarietà nei confronti del progetto. Fantastico!

Voglio dedicarti questo successo perché se ho deciso di farlo è stato merito tuo.

Sappiamo quanto eri demoralizzato per il fatto che sempre meno ragazzi si avvicinano al mondo del lavoro artigiano e quanto ti preoccupava la necessità di portare avanti il “saper fare” del laboratorio che hai fondato con tuo fratello.

Senza i tuoi stimoli e le tue provocazioni nei confronti del mondo circostante, nulla di quanto ė successo ieri sarebbe potuto accadere.

Lo sai, io non ho mai accettato che tutto questo potesse finire o – peggio – non venisse valorizzato o portato avanti.

In questi mesi abbiamo voluto rendere piu attraente la nostra produzione, condividendola con tante persone a cui abbiamo fatto provare il lavoro artigiano; abbiamo coinvolto in un progetto sul campo i futuri giovani tappezzieri e la scuola professionale di Meda; le istituzioni ci hanno supportato e abbiamo fatto anche una bellissima azione solidale legata ad un progetto di lavoro.

E ieri c’erano anche i tuoi collaboratori, che hanno realizzato tutto questo, con me.

Noi andremo avanti, non molliamo, papà!

Filippo

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su