La zona bagno: riscoprire la doccia attraverso nuove emozioni d’acqua

Pubblicato da Eleonora Caseri in Blogger Ospiti, Idee

Una parte essenziale dell’abitare, che riflette lo stile di vita contemporaneo: sempre più attento alla tecnologia e al risparmio energetico, l’ambiente bagno combina desiderio di stupire ed effetti inediti, impiego di nuovi materiali ed elementi funzionali che permettono di riscoprire il piacere di dedicarsi alla cura di sé e al relax.
Anche quando il tempo è poco o gli spazi non sono ampi, la doccia emozionale (ecco qui un esempio) offre una soluzione evoluta, che sfrutta lo spazio doccia per ricreare ambientazioni cromatiche e giochi d’acqua proprio come in una SPA.

In cosa consiste la doccia emozionale
La doccia emozionale si compone essenzialmente di due parti; il plafone, che rimane a vista e viene collocato a soffitto nel vano, e la tecnica di funzionamento, per alloggiare la quale è sufficiente disporre di uno spazio adiacente alla cabina di circa mezzo metro.

Nella versione proposta da Stenal (www.stenal.it), la collezione Ray esprime un raffinato mix di tecnologia e design che presta molta attenzione all’estetica, innovativa e attenta alle richieste di un pubblico sempre più esigente.
Un apposito dispositivo regola la sincronizzazione tra il getto d’acqua, l’essenza aromatica abbinata e la cromoterapia: attivando il pulsante a parete, si verrà circondati da una sottile nebbia fredda, illuminata da una suggestiva luce blu, e contemporaneamente sarà possibile respirare a pieni polmoni le note balsamiche di essenze a base di menta o pino silvestre. Attivando un secondo pulsante, la scenografica cambia e trasforma la doccia in un’ambientazione esotica, dove l’acqua calda cade a goccioloni come in un temporale tropicale, mentre si diffonde una luce arancio e l’atmosfera si carica delle note agrumate di fragranze alla papaia e al limone.
Il plafone incorpora inoltre un soffione centrale dotato di ugelli autopulenti, permettendo di integrare anche la normale funzione doccia calda e fredda regolabile dal miscelatore.

La scelta delle finiture dei plafoni spazia tra i materiali di ultima generazione, quali il CorianTM nella versione Glacier White o l’acciaio Inox, da abbinare alla rubinetteria di design.
L’ultimissimo modello, il plafone Emotion_Ray, estende il concetto di design e benessere grazie al brevetto esclusivo per l’effetto “cascata di luce”, ottenuto realizzando la superficie del plafone interamente in plexiglass retroilluminato a LED: la cromoterapia è ampliata dalle molte gradazioni di colore che sfumano dolcemente, aumentando la sensazione di relax.

Non mancano poi le possibilità di personalizzare la doccia emozionale secondo i propri gusti: a scelta possono essere aggiunti suoni ed elementi audio, è possibile modificare la durata predefinita di ciascun effetto e addirittura incidere il proprio logo sulla pulsantiera.

Volete saperne di più sulle docce emozionali, vi lasciamo anche un video:
http://www.youtube.com/watch?v=ARNW_r4G8po

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su