Archive for settembre, 2013






 
 
 

GINO V.I.P.

Pubblicato da blog ospite in Detail of Us, News
Gino Very Important Pet! Siamo fieri di lui! 🙂 Il nostro musetto peloso, con questa fotografia, oggi è apparso su Desire to Inspire blog! Perfettamente mimetizzato come soprammobile!

Tags:

 
 

Casa ad alta efficienza energetica: Green Greenberg Green House a Los Angeles

Pubblicato da blog ospite in Design

Casa design alta efficienza energeticaCasa efficacia energetica

Los Angeles e case da sogno è un binomio che funziona molto bene? Sicuramente la Green Greenberge Green House (quanto è greeeen?) progettata dallo studio Californiano New Theme è una di quelle case che ogni architetto o designer vorrebbe poter progettare. Ma vediamo la descrizione del progetto da parte degli architetti.

Casa efficacia energetica

La descrizione di New Theme Architects:
Il design di questa casa a due piani è il risultato dell’unione tra i vincoli del sito, le richieste della committenza e la vista panoramica del luogo. La forma e l’orientamento sono stati scelti per ottenere la massima esposizione ai venti che facilitano la capacità dell’edificio di utilizzare la ventilazione naturale.

La forma dell’edificio è stata plasmata per adattarsi alle caratteristiche del sito: la progettazione è stata effettuata sfruttando al massimo la luce naturale e la distribuzione dei flussi d’aria. In questo modo la facciata è come se si opponesse alle condizioni fisiche e naturali del luogo diventando una sorta di pelle che si stacca dalla sua superficie come la collina sul quale si poggia.

Casa efficacia energetica

La casa è suddivisa in zone per sfruttare il raffreddamento passivo e la scala centrale fa da crocevia tra gli spazi pubblici e privati. La scala conduce al cortile reinventato, trasferito al tetto della struttura, dove abbiamo costruito un paesaggio costituito da piante e da pannelli solari fotovoltaici per sfruttare l’energia naturale del sole. Inoltre il tetto verde migliora i valori di isolamente e i pannelli, oltre a produrre energia elettrica, sono stati disposti in modo da creare un sorta di gazebo.

La Green Greenberg Green House è entrata a far parte del programma LEED (clicca qui per saperne di più) per le case ottenendo la certificazione Silver nel 2012. Essa costituisce un modello per la fusione tra un design innovativo e strategie energetiche che permettono di avere una casa bella da vedere e da vivere ma anche sana ed efficiente.

Casa a Los Angeles

Casa terrazza giardino

Scala architettura

Architettura residenziale

 

Bagno design

Architettura Los Angeles

Tags:

 
 

Una palette tutta "naturale"

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, Idee, Make Your Home, Stili

Beige e  tortora, ma anche verde e marrone…. per scaldare le nostra case d’ autunno.

Caldi, rassicuranti, i colori della terra sono quelli che richiamano immediatamente la natura: dalle tinte base, del beige e del tortora, fino al marrone e al verde. Le tonalità più scure in contrasto con le nuance più chiare acquistano un tono sofisticato ed elegante. Tra le tinte naturali, quelle ideali per i complementi d’ arredo e le pareti sono le tonalità chiare, mentre i colori della terra sono adatti soprattutto per mobili e tessuti d’ arredo.

Per trovare aiuto ed ispirazione nella scelta delle tinte può essere molto utile raccogliere ed accostare oggetti e campioni di colore. Contrapponendo toni caldi e freddi, vi accorgerete che il dinamismo non è necessariamente il risultato dell’ accostamento di colori vivaci.

palette  (greigedesign.blogspot.com) creata con chip it!
 1- 2.bp.blogspot.com
 2-  designlovefest.com
 3-  stylizimo.com
 4-  cafelab.tumblr.com
 5-  79ideas.org

                                                                                                                           Baci MakeYourHome
Tags: ,

 
 

Indovina chi viene a cena?

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Design, News

Vi ricordate di “uno di quei progetti che nascono intorno a tavoli da riunione”? Se non ve lo ricordate rinfrescatevi la memoria qui.
Vi starete chiedendo cosa ci sia di tanto speciale nel trovarsi intorno ad un tavolo. Nulla di speciale, se non fosse che ad ArredaClick i progetti nascono nei posti più disparati, come ad esempio in cima ad una scala o a letto…abbiamo tante idee e il brainstorming non conosce limiti di tempo e di spazio!

Questo ultimo progetto nasce invece in maniera tradizionale: da un incontro, anzi, da vari incontri coronati da un meeting con i nostri partner qui nell’open space ArredaClick.
Tic tac, tic tac…sono passate poco più di due settimane dal meeting e il progetto, seppur avvolto nel mistero, mi lascia un piccolo margine di libertà in fatto di indizi.

Il primo indizio è: “Indovina chi viene a cena?”Cosa vediamo nella foto? Stoviglie, piatti e bicchieri, cibarie, bottiglie, un tagliere, un portabottiglie, detersivi per i piatti, contenitori per la raccolta differenziata.
Andranno in camera da letto? in salotto?
Ma certo che no.
Non solo entrano tutti nella stessa stanza che è…la cucina, come avrete già intuito dal mio complicatissimo indovinello, ma entrano tutti nello stesso mobile.
Non è un mobile qualunque per una cucina qualunque: stiamo parlando di design, più precisamente di un mobile di design che permette di avere tutto, ma davvero tutto, in meno di 2 metri di larghezza per un volume totale di circa 2,5 metri cubi. E ci entra tutto quello che vedete in foto, parola di ArredaClick.
Chi è il nostro partner? Ho la bocca cucita e le mani legate, sì anche mentre digito sulla tastiera. Ma vi assicuro che questa cucina salva-spazio nasce dalla collaborazione con una delle più grandi aziende italiane di cucine. Una di quelle di fama internazionale.
Se volete avere qualcosa in comune con Brad Pitt e Angelina Jolie stay tuned. Vi conviene seguire i progressi di questo progetto a breve online…giusto in tempo per cominciare a pensare ad un bel regalo di Natale per voi, la vostra metà e la vostra casa, che si sa, “pur piccina che lei sia, a voi sembra una badia”. E noi vogliamo aiutarvi a renderla sempre più bella e funzionale!

Tags: ,

 
 

dettagli home design

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor, News

Per rinnovare la tua casa bastano pochi e semplici dettagli!

                                

dettagli

Tags: ,

 
 

Un divano a Roma che fino a ieri non esisteva.

Pubblicato da blog ospite in Design

Questo divano non esisteva fino a ieri. Non ha un nome, ma ha una bella storia.

Bracciolo divano College Berto Salotti Roma Appia

Come vi abbiamo più volte raccontato, ci capita spesso di incontrare persone con esigenze di spazio particolati, desideri di comfort specifici e idee molto chiare sul rivestimento del loro divano dei sogni.

Ci capita altrettanto spesso, però, di poter esaudire richieste più complesse e inventare modelli che non esistono sul nostro catalogo. Ed è il caso nel divano in questione.

Partiamo dall’inizio.

Siamo a Roma, nel nostro Showroom in via Appia Nuova 1291.

 

C’è una persona che cerca un divano importante per il suo soggiorno. Ne ha in mente uno classico e sofisticato.  Vede in esposizione il divano Liberty, storico modello della nostra collezione di divani classici. E’ esattamente quello che cercava per la sua casa: un divano importante, raffinato, e ricco di dettagli preziosi.

Berto Salotti Roma

Ma la sig.ra F.M. (così si chiama la nostra cliente) sapeva che, nella ricerca del divano perfetto, avrebbe trovato non poche difficoltà. Trovare un divano importante, che fosse contemporaneamente un divano letto, comodo sia di giorno che di notte e  che si adattasse perfettamente alla sua casa non è cosa facile.

Ed ecco la parte che preferiamo di questa storia: poter soddisfare tutti i desideri delle persone che vengono a trovarci.

Quel giorno è andata proprio così.

Scoprendo che anche a Roma poteva usufruire dei servizi di personalizzazione al centimetro di un laboratorio artigiano, la Signora F.M. ci ha preso gusto:

sul Liberty sono stati applicati i braccioli di un altro modello, il College, ed eliminato il becco del cuscino, mantenendo la seduta profonda e avvolgente. In più è stata inserita una rete per trasformare il divano in un letto matrimoniale adatto anche per uso quotidiano. Non ancora del tutto soddisfatta, si è sbizzarrita cercando tra oltre 3000 rivestimenti quello che avrebbe valorizzato meglio la sua casa. In questo, è rimasta fedele alla sua prima intuizione: la scelta è ricaduta su un rivestimento di grande pregio, come il damascato Etro in cotone oro e bronzo.

Tutto questo è stato possibile grazie a Fabio, il nostro architetto e responsabile del servizio clienti Berto a Roma. Insieme a Fabio, il team Berto mette a disposizione dei romani gli stessi standard qualitativi di Meda, a 500 km di distanza dalla Brianza, ogni giorno.

Laboratorio Artigiano Berto Salotti

La storia del divano che fino a ieri non esisteva è quasi finita. Tra poco partirà per la capitale, giusto il tempo di rifinire i dettagli con tutta la cura che contraddistingue il lavoro di Pier, artigiano del laboratorio Berto.

Tags:

 
 

LA TUA CAMERETTA CONTEST.

Pubblicato da blog ospite in News, Rosso Papavero
Il portale della cameretta “camerettexbambini” ha lanciato un CONTEST molto interessante tra alcune aziende produttrici di camerette. 12 designer, in rappresentanza di queste 12 aziende dovranno rispondere alle esigenze di un cliente normale, che con piantina del locale ed esigenze ben precise vorrà risolto il problema cameretta.
Le aziende partecipanti al contest sono: Battistella, DearKids, Di Liddo e Perego, Dielle, Doimo City Line, ITB, Julia, Moretti Compact, Nardi Interni, Sangiorgio, Scandola Mobili, Tumidei Spa, ognuna delle quali darà la sua interpretazione alla richiesta.
Quali sono state le richieste? 
Una cameretta per 2 bambini, uno di 2 e uno di 8 anni. Ma la particolarità è che la camera va pensata in prospettiva, ossia deve durare nel tempo e quindi essere pensata per poter rispondere ad esigenze che nel corso degl’anni varieranno per ovvi motivi.
La camera, piuttosto ampia, gode di un bel soffitto ad altezza 320, una finestra con nicchia per il calorifero. 
Ovviamente, è da valutare la possibilità di avere un terzo letto per le emergenze/amici. Un bell’armadio che però non sia proprio il solito armadio. E anche una scrivania utilizzabile da entrambi i ragazzi, meglio ancora se due scrivanie separate.
Vi sembra troppo?? Ah, la casa è in centro città!
Io, da Interior Designer e blogger sono stata chiamata, tra gli altri, a dare un parere su questi progetti scegliendo quello che, secondo il mio parere è il più corrispondente alle richieste.
Ed ho fatto la mia scelta, premettendo che anche gli altri progetti, a loro modo, rispondevano alle richieste e che tutte e 12 le soluzioni sono state attente alla giovane età dei bambini lasciando loro ampio spazio al gioco con una zona centrale della stanza libero e a loro dedicato.
La soluzione che ho preferito è quella di Di Liddo e Perego per svariati motivi:
1) Stile. Sobrio, contemporaneo ed elegante, ma al tempo stesso caratterizzato da una struttura cabina armadio fantasia che crea quasi una parete ad angolo tappezzata più che un elemento mobile. Adeguato, se vogliamo, ad una casa di città, che dato il dettaglio del soffitto si presuppone sia contemporanea anch’essa.
2) Il progetto risponde molto bene alla divisione degli spazi: una zona esclusiva dedicata al contenimento con, come sopra citato, un armadio non armadio. I due letti separati, non a castello nè a soppalco, saranno utilizzabili anche in futuro, perchè indipendenti ed adeguati anche ragazzi adolescenti. Inoltre ogni letto è dotato di pannello boiserie a protezione della parete ma al tempo stesso contenitivo, consente ad ogni bimbo di avere le sue cose a portata di mano, lasciando quindi la possibilità di personalizzare l’angolo ad hoc. Li accompagna poi un elemento armadio a testa, utile per tenere distinte le personalità. La zona libera al centro del locale consente di utilizzare liberamente il terzo lettino d’emergenza.
3) Luminosità:  la posizione laterale e frontale dei letti e la scrivania a lato della porta, gli consente di godere della luce naturale proveniente dalla finestra, allo stesso modo viene annientato l’angolo morto dalla cabina armadio.
4) La scrivania: potendo godere di una parete di 210 cm è piuttosto ampia, utilizzabile in due senza essere eccessivamente ingombrante.
Unico appunto o disappunto che ho notato è la mancanza, nella presentazione, della sponda di protezione laterale nel lettino dedicato al bimbo più piccolo. Non necessaria per il ragazzino ma fondamentale per il più piccino. Sebbene, in tutti i progetti sia mancante fatta esclusione di quelli che hanno proposto i letti a castello/soppalco.
Ho scartato, quasi a priori, le soluzioni con i letti a castello. Per esperienza dei clienti, ho dovuto constatare che spesso, con la crescita i ragazzi non apprezzano questa soluzione un pò infantile, che risulta divertente in infanzia per lo sfizio del gioco ma meno piacevole da grandi.
Faccio un ulteriore appunto su una soluzione che ho trovato interessantissima, Dielle. Le caratteristiche presentate sono soddisfacenti a mio parere, per una persona sola. I letti, in questa posizione divano/letto molto living, lasciano poco spazio all’indipendenza dei piccoli che dovrebbero dormire molto più vicini di quanto necessitino. I letti X-Bed, come giustamente sottolinea l’azienda, sono molto conviviali! Molto adeguata la soluzione della scrivania ampia sotto finestra, a godimento di tutta la luce. Ma nel complesso delle richieste  i letti hanno giocato a sfavore. 
E la vostra preferenza a chi va?
http://www.camerettexbambini.it/contest.html


 
 

Formentera style

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Design
Stile eclettico, arredi vintage, superfici scabre a vista…ecco ciò che ci piace in questa casa dalla splendida vista a Formentera. Travi sbiancate e un pavimento in resina per dare alla casa un aspetto contemporaneo, un interno curato in ogni minimo dettaglio da Marta Ramirez di Grupo Masol. 

 

Via Ministry of Deco


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags: ,

 
 

Design di qualità per Pantone Universe

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, Idee, Non Solo Arredo

Inaugurare dei concept store sembra essere diventata un po’ la moda del momento per alcuni marchi più “trendy“, e la loro diffusione non si limita a negozi di abbigliamento o di accessori in genere: abbiamo scoperto che sta abbracciando ogni tipo di categoria merceologica.

Quello di cui vi parliamo oggi è però davvero un negozio speciale, e non solo perché è il primo che Pantone dedica in Italia al commercio al dettaglio di tutta la sua gamma di prodotti. All’interno di Pantone Universe trovano così spazio tutti gli articoli dedicati alla creatività ed alle belle arti, pensati per designer professionisti ma anche per chi ama dare semplicemente sfogo alla propria creatività, ma c’è spazio per tantissimi altri articoli personalizzati da Pantone per portare note di brillante colore nella vita di tutti i giorni.
Gadget come le mug da collezione, articoli di cancelleria, o ancora le cover per gli smartphone e le sedie per bimbi, fino ad arrivare ai capi di abbigliamento.

Un marchio così iconico e che punta sui colori in tutte le loro sfumature, principale tratto caratteristico di Pantone, non poteva che richiedere uno shop fitting dal design contemporaneo e lineare che riuscisse proprio a rendere i colori veri protagonisti dell’ambiente.
Il designer Luca Trazzi si è in primo luogo reso conto della necessità di una grande luminosità, ottenuta con luci a LED molto intense; queste ultime lavorano alla perfezione combinate con il bianco, che predomina in tutto l’ambiente, per valorizzare al massimo la percezione dei colori da parte dei clienti.
Un contributo non da poco viene dalla speciale lavorazione cui sono state sottoposte le superfici, le quali sono iridescenti.

La filosofia di Pantone è rispettata alla lettera: fateci un salto, se vi trovate in zona Brera a Milano, potrete così rendervene conto con i vostri occhi!

ShareThis

Tags:

 
 

Eco-Design, al Made Expo pavimenti di design sostenibile

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, Idee, News, Stili

Parquet GarbelottoLe migliori eccellenze italiane e non solo saranno presenti al Made Expo dal 2 al 5 ottobre a Milano. Tra le diverse realtà presenti, da segnalare la partecipazione dell’azienda veneta Parchettificio Garbelotto , unica azienda italiana che utilizza un impianto di verniciatura a ciclo completo all’acqua, che garantisce zero emissioni di sostanze nocive e rende il pavimento più facile da pulire, oltre che soffice al tatto. 

 

Tra le diverse pavimentazioni previste, spiccano le Murrine di Creator, pavimentazioni realizzate in collaborazione con i mastri vetrai di Murano, da cui è possibile anche farsi realizzare dei modelli personalizzati.
Certamente si tratta di pavimentazioni importanti, che distinguono e rendono unica la soluzione abitativa.

L’azienda è inoltre stata scelta per collaborare alla realizzazione della pavimentazione dello Smart Village, stand in collaborazione con Edilportale e Archiportale.
Il modulo abitativo bioecologico verrà presentato in Fiera per poi esser portato nelle 18 tappe in tutta Italia nel corso del 2014.

Come spesso accade, sono diverse le eccellenze italiane che coniugano le esigenze di design e innovazione a quella di tutela e rispetto dell’ambiente: una sfida importante da saper cogliere per innovare in modo consapevole.

Tags: ,

 
 




Torna su