Material girl

Pubblicato da blog ospite in Decor, La Tazzina Blu

E’ lunedì e qui sulla tazzina si affrontano argomenti più concreti del solito.
Frequentando il corso di interior design ormai da un anno, vi posso assicurare che per diventare arredatori d’interni non basta scegliere i mobiletti giusti da mettere qui e là. I veri protagonisti di un progetto d’interni, infatti, sono i materiali e i rivestimenti che andranno a definire la tela su cui il capolavoro avrà un inizio e una fine.

Da una parte io mi sento molto fortunata ad affrontare questo tipo di progettazione dall’inizio, non sarò vincolata da “tele” imposte da altri e potrò decidere ogni singolo dettaglio riguardante i materiali e all’idea che voglio dare della mia casetta.
E’ anche vero che i compromessi ci sono comunque: molti materiali sono troppo costosi, o magari la casa non ha la conformazione ideale per posare un determinato rivestimento (mi riferisco alla resina che avevo intenzione di mettere in bagno…sigh).

Così, per venire incontro al budget e ai professionisti che faranno i lavori, sono scesa a compromessi trovando comunque delle soluzioni alternative che mi soddisfano completamente:

 

Questi sono gli elementi che doneranno il carattere complessivo del mio appartamento. Molti di voi conoscono già la mia passione per le piastrelle diamantate 😉 quindi ho deciso di mettere quelle a mattoncino in cucina e delle normali 10×10 in bagno, entrambe di Vogue.
 
 
Il pavimento del bagno sarà formato da lastre (piastrelle è molto riduttivo visto che sono 80×80) in gres porcellanato, grigio cemento (un’ottima soluzione per avere un effetto resina con poche fughe visibili) prodotte da Gardenia Orchidea, serie Walk.
 
 
Le tavole in abete sono il pavimento già esistente del resto della casa. Ho scelto di recuperarle perché non esistono più delle tavole così belle in circolazione, queste risalgono agli anni ’20 e le considero il pezzo forte di tutto l’appartamento (insieme agli infissi originali).
 
 
Spero di postare il prima possibile il foto-diario di questa bellissima (e stressantissima) esperienza… Lo so che ci sto mettendo una vita, purtroppo non dipende da me 🙁
Portate pazienza tazzinosi miei ;)
Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su