Studio Talent..3°appuntamento

Pubblicato da blog ospite in Design

Siamo già arrivati al terzo appuntamento con lo Studio Talent. Oggi andiamo a casa di Cosimo. Minimalismo, rigore e forme geometriche spezzate dalle curve della tradizione e dall’opulenza del paesaggio. Come conciliare funzionalità e design con quanto di più rurale possa esistere nell’architettura pugliese? Guardate le foto e capirete.

Questa non è una casa facile, molti di noi faranno fatica a riconoscersi nella scelta di tanto minimalismo, ma io trovo eccezionale lo studio che c’è dietro ogni singola scelta, che ha avuto come minimo comune denominatore quello di evidenziare la tradizione e incorniciare il paesaggio.

Ho chiesto a Cosimo di parlarmi di questo progetto così personale..alla fine del post.
La vecchia lamia circolare, le murature in tufo sono trattate a calce. Sulla destra si intravede il volume azzurro che racchiude la zona pranzo.
Studio nella lamia
Al centro del salotto la scala elicoidale, una vera e propria scultura che collega i due livelli
L'intero soggiorno è rivestito di pannellature metalliche scorrevoli che nascondono armadiature e librerie
La bellissima scala in cristallo, la forma sinuosa riprende le curve della vecchia lamia preesistente.
Le finestre sono dei veri e propri tagli di luce verticali
guardaroba
cucina minimale
bagno
anche il terrazzo riprende nella forma la lamia e la scala..creando un prolungamento della casa nel verde della campagna

“Il progetto nasce intorno ad una piccola preesistenza, il “trullo saraceno”. Ampliare un trullo è sempre molto difficile, rispettarlo è doveroso!!! Nel mio caso, insieme all’arch. Maurizio Macciocchi, abbiamo pensato di dare alla preesistenza la dignità che meritava. Il trullo è diventato l’ingresso della casa e nello stesso tempo studio e camera degli ospiti. Questa polifunzionalità di un ambiente così piccolo (3 metri per 3) ha rispettato la logica dell’uso originario (i trulli erano contemporaneamente ricovero di persone, di prodotti agricoli, di animali..). Ad esso abbiamo affiancato due nuovi volumi, che costituiscono la zona giorno dell’attuale abitazione, volutamente contrapposti stilisticamente al trullo: sono due parallelepipedi, uno bianco (soggiorno) ed uno azzurro (pranzo). Questo consente un’ immediata lettura della preesistenza e nel contempo ha consentito di sviluppare un progetto nel rispetto delle attuali esigenze abitative. I due volumi non hanno finestre ma “tagli verticali” che catturano viste esterne molto suggestive: il centro storico, il mare, la piana degli ulivi..
Schermature con pannelli scorrevoli in alluminio consentono di “oscurare” o “filtrare” la luce del sole, inoltre nascondono delle librerie che percorrono l’intero perimetro del soggiorno. La zona notte è nel piano seminterrato, poco percepibile dall’esterno, ed è raggiungibile per mezzo di una scala elicoidale completamente in alluminio e situata al centro del soggiorno.
Arredi tutti contemporanei e di design o di produzione seriale oppure da noi disegnati e prodotti dalla TALENTITALIA.”

Ti potrebbe piacere:

Tags: ,

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su