“Anche Roma è in Brianza”: Fabio Asnaghi racconta dove può arrivare la passione per l’arredamento di qualità.

Pubblicato da blog ospite in News

Manager Berto Salotti Roma Fabio Asnaghi

Iniziamo con questo post una piccola serie di scambi colloquiali con Fabio Asnaghi, di Berto Salotti Roma

Berto Salotti – Buongiorno Fabio: da quanto tempo ti occupi di arredamento, e da quanto di Berto Salotti?

Fabio Asnaghi – Buongiorno! Ormai ho perso il conto… praticamente da sempre. Sono figlio di un decoratore di mobili, ho sempre respirato l’aria, i colori, i materiali nel suo laboratorio artigiano di Meda.

Con l’Istituto d’Arte di Cantu’ prima e la facoltà di Architettura al Politecnico di Milano poi, ho approfondito lo studio per il design e l’arredamento, progettando subito dopo laureato (nel lontano ’95) divani e complementi d’arredo.

Nel 2008 Filippo Berto, che conoscevo già da anni, mi ha proposto di aprire insieme il punto vendita di Roma.

Se non avessi saputo chi fossero Filippo, suo papà Ante e lo zio Carlo e di come costruivano i divani e della qualità che avrei dovuto promuovere,  certamente non avrei accettato.

Invece sono ormai quattro anni che mi occupo, con moltissimo orgoglio, dello showroom Berto di Roma, delle vendite, della consulenza d’arredo, il post vendita, della direzione e dell’amministrazione di questo bellissimo negozio.

Molti sacrifici ma anche molte soddisfazioni, nonostante il periodo di  profonda crisi economica, e sociale.

Un prodotto bello e di qualità è a mio parere l’arma vincente per rimanere saldi sul mercato.

Berto Salotti – Mille grazie Fabio, e complimenti per la passione che metti ogni giorno nel tuo lavoro!

Tags: ,

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su