Il blog che sarò tra tre anni

Pubblicato da blog ospite in News, The Peppermint Land

Questo è il compito più difficile che abbia dovuto eseguire per il primo laboratorio de Il Blog Lab (non per niente l’ho rimandato fino all’ultimo :P): scrivere un post su come voglio far crescere questa mia attività e su come mi vedo tra tre anni. E non perchè non abbia progetti, ma perchè per carattere mi piace tenermeli ben segreti finchè non si siano attuati. Ma s’ha da fare a quanto pare! Siccome sono una persona che va molto a sensazioni e mi sento ancora nella fase di rodaggio come blogger, non ho una pianificazione schematica sotto mano con dati precisi da proporvi. Ma ho dei sogni ben chiari, perciò non ci penserò troppo e scriverò di getto quali sono. Quando ho deciso di aprire questo blog, l’ho fatto perchè qualcuno una volta ha detto che se segui le tue passioni non lavorerai mai un giorno nella tua vita: e questo è ciò che mi muove in tutto quello che faccio. Voglio far crescere e definire meglio questo interesse che mi è nato per l’interior design, per vedere se per me è veramente importante come credo, e in tal caso investirci per il mio futuro. Una volta che avrò appurato questo e mi sentirò abbastanza sicura delle mie capacità e dei miei mezzi, farò di tutto per portarlo a livello di professione: voglio scrivere per riviste di settore, voglio ricevere richieste di consigli su misura dai miei lettori, voglio collaborare con aziende e altre blogger. La terra della menta piperita non dovrà più essere solo una raccolta di ispirazioni e di appunti, ma uno strumento di condivisione di progetti realizzati nel concreto, una piattaforma sociale di lavoro per connettermi con colleghi e followers… perchè no, anche a livello internazionale. Per realizzare tutto questo mi piacerebbe moltissimo seguire un corso per diventare arredatrice, e spero proprio di poterlo fare il prima possibile. Che ne dite, volo troppo in alto con la fantasia? Non so se le mie maestre saranno contente del tono idealistico di questo post, ma… questa sono io, e infatti mi sono fabbricata un bel mantra da appendere sopra la mia postazione di lavoro per non dimenticarmene. Insomma, spero che tra tre anni vi scriverò un altro post come questo, dove riderò delle mie sciocche insicurezze e potrò finalmente dire: CE L’HO FATTA!


— Le immagini presenti in questo post sono state realizzate
dall’autrice di questo blog —



 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su