Archive for marzo, 2014






 
 
 

Home tour: semplice ma con carattere

Pubblicato da blog ospite in Interior Break, Interiors, Stili

Una rilassante palette neutra (bianco, nero, grigio e marrone), arredi dalle linee pulite, un bel mix di materiali e texture, tanti dettagli interessanti (adoro lo styling sul tavolo da pranzo e sulla scrivania!). Dove siamo? In Svezia. E questo è un nuovo progetto delle stylist Pella Hedeby e Marie Ramse. Un altro fantastico esempio di quello stile semplice ma pieno di carattere che amo così tanto. Perfetto per cominciare la nuova settimana.

Se volete vedere il tour completo dell’appartamento, andate su Hitta hem.

Buon inizio di settimana a tutti!

A soothing color palette (white, black, grey, brown), furniture with clean lines, a beautiful mix of materials and textures, many interesting details (I adore the styling on the dining table and on the desk!). Where are we? In Sweden. And this is a new project by the stylists Pella Hedeby and Marie Ramse. Another fantastic example of the simple but full of character style that I love so much!

If you want to see the full home tour, go to Hitta hem.

Have a nice week everyone!

Photo: Kristofer Johnsson.

Ti potrebbero anche interessare:

L’articolo Home tour: semplice ma con carattere sembra essere il primo su Interior Break.

Tags: , ,

 
 

La casina delle Civette a Roma: un edificio fuori dall’ordinario

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Ecce Home
Ideata nel 1840 da Giuseppe Jappelli su commissione del principe Alessandro di Torlonia, ai margini dell’omonimo parco oggi proprietà del Comune di Roma, nasce come edificio rustico ma ha subito nel tempo diverse trasformazioni.
Giovanni Torlonia Jr lo fa trasformare in una sorta di “villaggio medievale” con grandi finestre, loggette, porticati e torrette.
Dal 1916 viene denominato “Villino delle Civette” per la presenza ricorrente di questo uccello in molte decorazioni interne ed esterne.
L’architetto Vincenzo Fasolo elabora l’apparato decorativo, avvalendosi dei più noti artisti del tempo. 
Gli spazi interni, su due livelli sono decorati con stucchi, mosaici, maioliche dipinte, legni intarsiati, ferri battuti e sopratutto le vetrate policrome, installate tra il 1908 ed il 1930, che costituiscono qualcosa di veramente unico nel panorama artistico internazionale.

Designed in 1840 by architect Giuseppe Jappelli commissioned by Prince Alessandro Torlonia, on the edge of the homonymous park now owned by the City of Rome, was born as a rustic edifice but has undergone several transformations.
Giovanni Torlonia Jr does it turn into a sort of “medieval village” with large windows, loggias, porticos and turrets.
Since 1916 is called “Cottage of the Owls” by the recurring presence of this bird in many interior and exterior decorations.
The architect Vincenzo Fasolo prepare the decorations, making use of the best known artists of the time.
The interior spaces on two floors are decorated with stucco, mosaics, painted tiles, carved wood, wrought iron and especially the stained glass windows, installed between 1908 and 1930, which form something truly unique at the international art scene.





Tags:

 
 

Sedia a dondolo moderna…ed è subito WOW!

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Design

Cosa succede quando un classico dell’arredamento come la sedia a dondolo incontra la creatività dei designer contemporanei?
Può succedere questo:
Sedia a dondolo moderna Pisolo di ModàLa sedia a dondolo è un arredo iconico. Dalla sua forma più tipica è andato sviluppandosi in una serie infinita di versioni con una caratteristica in comune: dondolare, naturalmente. Il design moderno ha prodotto svariati modelli, le strade percorse sono due: rivisitazione in chiave moderna o ristrutturazione delle forme.

Nel filone della rivisitazione troviamo forme tradizionali in cui sono i dettagli a giocare il ruolo di discriminante. A volte, come in Pisolo, è il colore che fa la differenza. Questo modello riprende in tutto e per tutto la tradizionale sedia a dondolo, con schienale a raggi che termina in una sorta di “coroncina” lavorata. Il modello archetipico è quello delle sedie Windsor, caratterizzate proprio dallo schienale a raggiera. Elemento spiazzante e modernizzante è la finitura fluo.
Sedia a dondolo Pisolo in colori moderni La versatilità è un altro punto a favore di queste moderne sedie a dondolo. Il giallo fluorescente può non piacere a tutti, ma basta scegliere un’altra finitura per trasformarla nel dondolo country dei vostri sogni o in una versione gothic in laccato Black Vintage nero, con preziosi dettagli a contrasto finto-rovinato.

Quelle che ho chiamato “ristrutturazioni” sono quelle versioni in cui è mantenuta la funzione, ma sono trasformate le forme. I risultati a volte sono davvero stupefacenti, con soluzioni ergonomico-futuristiche come la Gravity Balans di Variér o creazioni come Voido di Magis, al limite dell’arte contemporanea.
Poltrona dondolo ergonomica e moderna Gravity Balans

poltrona-dondolo-voido

Vediamo altre foto di sedie e poltrone a dondolo rilette in chiave moderna.

Poltroncina dondolo Camilla Poltrona a dondolo Aurora
Poltrona dondolo moderna G-Chair Sedia a dondolo Aurora

In realtà la sedia a dondolo non è propriamente una sedia: l’altezza e le dimensioni della seduta la rendono infatti più simile ad una poltrona e pensandoci bene, la sua funzione di relax la assimila maggiormente a poltrone e poltroncine.
Una cosa è certa: questo arredo conserva nel tempo un fascino intramontabile. Non per niente è spesso collocata in salotto come complemento “di bellezza”, in molti casi si trapassa di generazione in generazione ed è per eccellenza uno degli arredi più ricercati dalle donne in dolce attesa. Nel nostro immaginario la sedia a dondolo, moderna o classica che sia, occupa uno spazio speciale dalla grande carica emozionale. Se poi a questo volete aggiungere un tocco rosa shocking o giallo fluo…sentitevi liberi di dare sfogo alla fantasia, magari approfittando della speciale promozione su Pisolo.

Tags: ,

 
 

La creatività per il futuro del design italiano

Pubblicato da blog ospite in Design, News, Non Solo Arredo

Rethinking the Product è un progetto promosso da 5 Camere di Commercio del Centro Italia per dare nuovo slancio alla produzione ed al design industriale, ma soprattutto alla creatività, il vero traino del paese se vuole tirarsi fuori dalle secche della recessione. Il design italiano è infatti in grado di generare idee e progetti geniali, sappiamo di essere una vera miniera in questo senso: tutto sta nel dare voce a tali idee, cosa che solo le aziende più lungimiranti possono fare lavorando in sinergia con gli stessi designer.

Questo progetto ha coinvolto 46 aziende che hanno avviato la collaborazione per la messa a punto dei nuovi prodotti con 16 designer. Si tratta di uno stimolo per la realizzazione di prodotti innovativi anche nei materiali e nelle tecniche di lavorazione, secondo un preciso schema per il quale il designer propone una sintesi progettuale che chiami in causa due delle aziende in ballo, ma appartenenti a settori diversi. Le 2 “nominate” devono accettare la sfida ed avviare un processo che stimola la competizione!

Uno dei progetti più belli scaturiti dall’ultima edizione di Rethinking the Product è il tavolo Pasta Table, pensato da Federica Gatti non solo come oggetto “su cui” mangiare, ma anche “per fare” da mangiare. Risolve infatti il problema di mattarello, tagliere, asse dove spianare la pasta o impasti vari…tutti accessori che in cucina non si sa mai dove tenere senza che diano impiccio occupando spazio utile.
Tutto è integrato nella struttura del tavolo in legno, a completa disposizione e pronto poi a sparire dopo l’uso.
Tutti gli altri interessantissimi progetti sono visionabili sul sito di Rethinking the Product!

ShareThis


 
 

COLOR FULL. IL COLORE COME FORMA D’ARREDO.

Pubblicato da blog ospite in Idee, Interiors, Rosso Papavero
E’ ormai qualche giorno che, sulla pagina FACEBOOK, vi propongo alcune immagini tratte da PINTEREST per valutare l’effetto del colore nell’arredamento.
Tante volte vi ho parlato dell’importanza del colore, nella vita, nel vestire, negli oggetti ed in modo ancora più forte in casa. Si, perchè potrete mettervi in casa tutti gli oggetti di design costosi che volete, ma se non riuscirete a valorizzarli aiutandovi con il colore, bhè neanche vi accorgerete di averli.
In un momento storico nel campo, in cui siamo bombardati di proposte molto sobrie dalle tonalità neutre, come il tortora il bianco e il grigio, l’elemento colorato assume ancora di più valenza e forza aiutando i toni chiari ad emergere, ad avere carattere e decisione.
Proprio in merito a questo, credo che per rendere bene l’idea dell’importanza del colore non ci sia nulla di meglio delle immagini. Allora vi propongo una “carrellata” tratta da Pinterest ed aspetto di sapere cosa ne pensate e che cosa vi piace di più!
Qual è il tuo colore?

Tags: ,

 
 

Happy Monday

Pubblicato da blog ospite in News, REDaddress
via Pinterest: credits www.millefilms.tumblr.com


 
 

Lovely washi tape decorations

Pubblicato da blog ospite in Decor, The Peppermint Land
Prima regola del washi tape: non si possiede mai abbastanza washi tape! Quante decorazioni si possono creare sul muro con lo scotch colorato? E’ un materiale così semplice e di uso quotidiano che a pochi verrebbe in mente di vederci un potenziale così grande. E invece, se vi procurate del nastro adesivo decorato, o anche solo del nastro isolante nero da elettricista, potrete rivoluzionare le pareti spoglie della vostra casa. L’ideale secondo me è utilizzarlo per decorare lo studio e la stanza dei bambini, e le idee sono infinite! Potete limitarvi ad attaccare foto e immagini ispiratrici, o sbizzarrirvi a realizzare intere città 🙂 Lasciatevi sorprendere da queste immagini.

Ma dove si compra il washi tape? Da My Washi Tape, blogger italo-argentina che vende decine di rotolini adesivi dalle mille decorazioni colorate, e propone meravigliosi DIY e idee per utilizzarli in maniera creativa.
Fonti immagini: (1 – 4), (5), (6), (7 – 8), (9), (10)
Tags: , ,

 
 

Qusamura arte in vaso

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor

dettagli home decor

Dal  Giappone le splendide creazioni di Kohei Oda, giovane botanico e fondatore dello shopQusamura di Hiroshima, uno spazio unico e suggestivo grazie alle originali composizioni esposte.
Qusamura rappresenta l’unione perfetta tra natura e tradizione giapponese, dalla quale prendono vita insoliti arrangiamenti di cactus e altre succulenti. Per ogni pianta viene ideato e realizzato un vaso su misura, un accorgimento importante per creare composizioni uniche e trasformare Cactus e Succulenti in veri e propri elementi dècor. Lo straordinario gioco di forme e di colori ci hanno subito affascinato e siamo sicure che sarà così anche per voi.
E ora gustatevi le immagini di Cactus&Succulenti in vendita presso Qusamura
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli home decor

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor

dettagli

Tags:

 
 

Atmosfera vintage per Urban Jungle Bloggers

Pubblicato da blog ospite in Design, Idee, The Orange Deer
Bentornati! Da oggi il cervo riapre ufficialmente i battenti dopo una lunga pausa di riflessione e lavoro intenso dietro le quinte. Ho deciso di tornare con un post dedicato all’iniziativa verde Urban Jungle Bloggers, ideata da Igor di Happy Interior Blog e Judith di Joelix.com. Ogni mese viene proposto un tema diverso, ad essere protagoniste sempre le piante che abitano nelle nostre case. Io credevo di non avere il pollice verde, ma ho scoperto di essere simpatica alle piante grasse, e la cosa è reciproca.  Devo ammettere di avere avuto una lite furibonda con il piccolo cactus coperto di spine, che non ne voleva sapere di cambiare vaso, ma poi abbiamo fatto pace.

Per l’occasione ho voluto creare un angolo vintage e femminile, con i centrini di mia nonna e le vecchie foto di mia madre; ma soprattutto con la mia amata credenza anni ’50. Visto che sono rimasta indietro ho deciso di prendere due piccioni con una fava e mostrarvi come è venuta. Vi ricordate com’era e dove l’ho trovata? Guardate qui.

Purtroppo, anche se ho eliminato i disegni dalle due ante, ne è rimasto l’alone, ma non mi va proprio di darle un colore diverso perché mi piace così. Non è che per caso conoscete una tecnica per rimuovere gli aloni?
Appuntamento a mercoledì con il mio primo progetto di restyling!

P.S. ho rimosso i disegni sulle ante perché, oltre ad essere brutti, raffiguravano un cervo colpito al cuore da una freccia. Ora, io non sono superstiziosa, ma la cosa mi sembrava un tantino inquietante visto il nome del mio blog; e poi tra cervi bisognerà pur essere solidali no?
Tags: , ,

 
 

Metti un orso polare in salotto

Pubblicato da blog ospite in Brigi Co.De. House, Design, Idee
Durante il mio viaggio in Alaska due anni fa tutti ci dicevano:”make attention! They are cute but you are just food for them!”. Questo che vi propongo oggi però giuro che è pericoloso solo per chi teme i libri.
Che ne dite di questa libreria disegnata da ibride? In due pose diverse, tre colori (bianco, nero e rosso) e due dimensioni si adatta sia agli interni che agli esterni.

Immagini ibride.
Tags:

 
 




Torna su