Crystal Palace

Pubblicato da blog ospite in Una casa non a caso

cristal palace originale053

I capolavori dei Maestri  Monet, Bonnard, Gauguin, Van Gogh sono ancora a Roma per qualche mese al Museo del Vittoriano. La mostra accoglie musee d'orsay 1055numerose opere tutte provenienti dal Musèe d’Orsay, la bellissima Gare che nel 1897  proiettava Parigi verso il futuro.

Fu la prima stazione ferroviaria costruita all’interno di un centro cittadino, meta di treni a trazione elettrica.

La mostra  al Vittoriano mi ha fatto fare un tuffo nel XIX secolo, con le immagini che descrivono il percorso di trasformazione di unamusee d'orsay054 parte della città in stazione ferroviaria,  e poi da stazione ferroviaria in museo. L’intervento di recupero della Gare d’Orsay, avvenuto quasi 100 anni dopo la sua costruzione, ha determinato un nuovo passaggio tra antichità e modernità .

Il primo passaggio è avvenuto quando il ferro,  moderno materiale da costruzione, utilizzato per realizzarne l’intera struttura, era considerato di grande portata utilitaristica ma senza alcuna valenza  estetica dagli architetti  ancora legati al decorativismo, tanto che veniva nascosta con altri materiali così come nel ‘900 il cemento armato  veniva vestito da materiali più tradizionali.

Guardando i filmati che mi raccontano il percorso di trasformazione attuato dalla Gare,  ricordo di una notizia che mi ha molto colpito: la rinascita del Crystal Palace.

musee d'orsay23056Perché questa associazione? Perché anche la Londra, di metà ‘800, vede realizzata, solo pochi anni prima, l’opera che segnerà la linea di demarcazione tra ciò che appartiene al passato, al XIX secolo, e ciò che invece ne preannuncia il XX.

Venne costruito un edificio grandioso, il Crystal Palace, per accogliere l’esposizione di tutta la migliore produzione industriale e artigianale del 1851. Un edificio completamente realizzato in ferro e vetro le cui parti potevano essere prodotte su scala industriale. Un prototipo montato per la grande esposizione e poi smontato e ricostruito a South London.

Realizzato da Roger Paxton, interamente prefabbricato, il Crystal Palace segnò la prima importante presa di distanza dagli stili architettonici storici. Inutile dire che le critiche non furono dolci; venne definito, al tempo “mostro di vetro”, eppure influenzò, con la novità della sua forma e dei suoi dettagli, il gusto nazionale.

A quasi 80 anni dalla distruzione del primo Crystal Palace – un1cry incendio, nel 1936, mostrerà i limiti di questa nuova tecnologia poco refrattaria alle alte temperature- Londra vuole ritrovare  uno dei simboli dell’era Vittoriana. Rinascerà, per volontà di un finanziatore cinese.

Mi domando: “Cosa significa  riproporre nel 2015 l’edificazione di un mito del passato?”

E’ paradossale il fatto che il Crystal Palace fu la chiave per uscire dall’accademia dell’architettura ottocentesca e … adesso lo si ripropone, per uscire da che cosa?

Forse gli architetti non riescono più a ricercare innovazione architettonica che non sia solo tecnologica?

O forse sono i mecenati di oggi  che non sono illuminati?

…e voi, cosa ne pensate?


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su