Il significato di #sofa4manhattan secondo Diego Paccagnella: un’idea nuova di internazionalizzazione.

Pubblicato da blog ospite in News

Diego Paccagnella - Design-ApartMancano ormai solo due giorni alla creazione – in modalità crowdcrafting – del divano che un team di designer basati a New York hanno progettato come il divano ideale per Manhattan: sofa4manhattan.

Il workshop, a cura dei Maestri Artigiani Berto ma aperto a tutti, fa parte delle attività ideate da Design-Apart per le aziende partner, e si svolgerà nel loft newyorkese di Design-Apart sulla 25ma strada.

Per capire il punto di vista di Design-Apart, abbiamo posto al suo fondatore Diego Paccagnella una sola domanda, ma importante.

Berto Salotti:

Diego, tu sei tra coloro che hanno ideato questa inizitiva. Qual è il suo significato?

Diego Paccagnella:

A mio avviso uno degli aspetti più rilevanti del progetto Sofa4manhattan è legato al modo in cui stiamo lavorando per internazionalizzare il design made in Italy.

Abbiamo coinvolto fin dall’inizio dei designer newyorkesi perchè volevamo un progetto che nascesse internazionale, che incorporasse da subito culture creative diverse dalla nostra con il sapere manifatturiero italiano.

Tessere delle relazioni nuove in una città come New York, mettersi a lavorare con i creativi locali implica la volontà di ricerca di una postura internazionale.

Non siamo qui solo per vendere dei prodotti agli americani, li vogliamo progettare assieme a loro.

E’ mettendo in relazione i nostri saperi artigiani con le menti creative internazionali che riusciremo ad evolvere il made in Italy e garantirgli un futuro.

Sofa4Manahattan rappresenta proprio questo, un’idea nuova di internazionalizzazione fatta di condivisione, cocreazione e collaborazione dall’inizio del processo alla fine.

L’insieme di tutto ciò è il prodotto.

Arrivederci a sabato!

Berto Salotti:

Grazie Diego, non solo per questo tuo contributo, ma soprattutto per l’enorme lavoro che stai facendo negli USA per tutti noi. Arrivederci a sabato!

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su