fuoriDALsalone 2014

Pubblicato da blog ospite in Architettarte, News

Tratto da Repubblica, i luoghi del design da non perdere durante questa settimana milanese del Salone del mobile, per i fortunati che non mancheranno!!!
Architettarte per questo anno è a malincuore fuoriDalSalone.


1 Triennale
La Triennale di Milano, con le sue mostre punto di riferimento per il design tutto l’anno, durante il Salone del mobile moltiplica le iniziative. Due invece le mostre che dureranno fino a febbraio 2015: Il design italiano oltre la crisi, settima edizione del Triennale Design Museum, che riscopre gli anni Trenta, e Le icone del design italiano, in cui personaggi illustri indicano quali sono gli oggetti necessari e imprescindibili della storia del design.
 2 Paolo Sarpi
Il quartiere Sarpi ripercorre la sua storia d’immigrazione cinese ospitando la prima edizione di “Sarpi Bridge Oriental Design Week” dove i protagonisti sono l’innovazione, la ricerca e la creatività di studenti e designer provenienti da Cina, India, Corea e Cambogia. Tema generale dell’iniziativa: Make a bridge moving in the cities: nutrito calendario di progetti ed eventi per consolidare il ponte tra Est e Ovest. Tra le iniziative anche un contest per proporre il logo che Hanban (organizzazione pubblica no-profit che dipende dal ministero cinese dell’Educazione) utilizzerà per l’Expo 2015.
3 Ventura Lambrate
Per una settimana l’area industriale di Milano nord-est si trasforma in Ventura Lambrate: un vivace distretto creativo tra happy hour, mostre ed espositori italiani e internazionali. Quest’anno un ruolo centrale è affidato all’illuminazione a led. Il network Italian Lighting Designers presenta infatti un percorso dedicato alla luce presso LedLab, in via Console Flaminio 19: un vero laboratorio dove provare gli effetti benefici della luce creata con la tecnologia a led.
4 Porta Venezia
Nella storica e centrale zona di Porta Venezia, densa di palazzi d’epoca, gallerie e monumenti storici in stile Liberty ma anche di importanti punti legati al design, si svolge “Porta Venezia in design Liberty”. Il circuito Fuorisalone, quest’anno alla sua seconda edizione, è pensato per fare incontrare la modernità del design e l’eredità architettonica e decorativa del Liberty. Un circuito con tre protagonisti: showroom, negozi e aziende che espongono le novità; un focus culturale; il percorso food&wine con menù creati per l’occasione.Tra i partner dell’iniziativa c’è il Fai-Fondo Ambiente Italiano, che durante tutta la settimana organizza dei tour (gratuiti e su prenotazione) che accompagnano i visitatori alla scoperta dello stile della zona.
 5 Brera
Dai Bastioni di Porta Nuova a via Broletto, da via Legnano fino a toccare via Montenapoleone, includendo palazzi storici come l’Accademia delle Belle Arti, il Piccolo Teatro e la Basilica San Simpliciano: in sintesi, il quartiere di Brera. Lì, per il Fuorisalone, oltre settanta aziende si danno appuntamento per “Brera Design District”. Giunta alla quinta edizione, l’iniziativa presenta Lezioni di design, una riflessione per la promozione della cultura del progetto, e ha come tema generale Be District: creare connessioni, comunicare innovazione.Tra gli eventi: Swedish Design, che raggruppa una ventina di aziende e designer svedesi negli ex spazi doganali della Posteria.
6 Università Statale
Il design invade anche gli spazi dell’Università degli studi di Milano. Tra gli appuntamenti, quello organizzato da Panasonic nel cortile della facoltà di Farmacia: l’installazione Sliding Nature progettata da Torafu Architects per indagare sui modi di mettere in relazione spazi abitativi e natura. Alla Statale anche Beauty Seed, progetto di Paola Navone per Deborah: un enorme seme, tra i porticati della Cà Granda, per ricordare il potere generatore e rigenerante della bellezza.
 7 Centro storico
Per rilanciare il centro storico – ricco di palazzi d’epoca, monumenti, gallerie d’arte, eccellenze commerciali – è nato il nuovo distretto 5 Vie. L’idea è di costruire un itinerario artistico-culturale che colleghi la Pinacoteca Ambrosiana con il Museo Archeologico e la chiesa di San Satiro con altri luoghi di interesse. La prima edizione conta circa venti realtà ed è focalizzata sull’artigianato e sul lavoro di Franco Albini per celebrare i cinquant’anni della metropolitana milanese disegnata dall’architetto.
8 Porta Romana
Molti gli eventi intorno a Porta Romana. Per esempio il Teatro Franco Parenti ospita il Milano Design Award. Organizzato da Elita con la Repubblica, Ied, Future Concept Lab e fuorisalone.it, premia i migliori allestimenti della design week. La cerimonia è domenica 13.
9 Tortona 
Tortona è l’area che ha visto nascere il primo distretto del design. In zona Tortona, intorno a via Savona e via Tortona, espongono oltre 200 aziende. Si segnala la sesta edizione del Temporary Museum for New Design (presso Superstudio e Superstudio Più). Accanto all’area museale, ci sono anche altri progetti, tra cui la mostra “Selected Objects” a curadi Giulio Cappellini, con oggetti selezionati da tutto il mondo; a SuperOrtoPiù, installazione sul tetto a cura di Michelangelo Pistoletto, che rimarrà anche durante l’Expo.
10 Navigli
Tra i nuovi distretti del 2014 c’è il “Navigli Design District”, tra spazi interni e cortili tipici. Evento principale l’allestimento su una flotta di chiatte galleggianti con cui Milano, coniugando in un percorso creativo design, acqua e cibo, si prepara all’Expo 2015.
Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su