Cosa faresti con 100 lattine? / What would you do with 100 aluminium cans?

Pubblicato da blog ospite in Home Self Home, Idee

Avevo programmato di scrivere questo post domenica 13 aprile 2014, in occasione dell’ultima giornata del Salone del Mobile di Milano. Però, complice un weekend di compleanno a dir poco stupendo, ho deliberatamente scelto di posticiparne la pubblicazione. E godermi la vita!
Per l’ultimo appuntamento dedicato alla presentazione di alcuni tra gli espositori dell’edizione 2014 del Salone del Mobile, ho scelto un’azienda che ha poco a vedere con la gestione di spazi medio-piccoli. Ma molto di più con la gestione di spazi vasti, enormi. Del mondo! Già, perché l’azienda di cui voglio parlarvi oggi si chiama Regenesi, una realtà nata nel 2008 grazie a Maria Silvia Pazzi che mira a “trasformare 100 lattine in un elegantissimo piatto”, come si legge nel sito.
Alla base di questa azienda vi é la sostenibilità: “alluminio, plastica, pelle, gomma, cartone; materie prime – rigenerate con processi di lavorazione innovativi che garantiscono identici standard qualitativi rispetto alle materie prime vergini – alle quali viene data una seconda chance per essere migliori.
Vi ho incuriositi? Allora andiamo a dare un’occhiata a quali oggetti di design si nascondono dietro…
This post was planned for Sunday, 04.13.2014 since it was the last day of Milan’s Furniture Fair. However, due to a simply perfect birthday weekend, I decided to postpone it. And going out living!
For this last post about 2014 edition of the Milan’s Furniture Fair exhibitors I’ve chosen a company that has nothing to do with small-medium sized spaces but with huge ones . The world. Indeed, today’s company name is Regenesi. Born in 2008 thanks to Maria Silvia Pazzi, this company points to transform 100 cans into an stylish dish.
The fundamentals of Regenesi is sustainability: aluminium, plastic, leather, rubber, paper: raw materials recycled through an innovative workflow safeguarding high quality standards to give them a second chance.

Did I tickle your fancy? So let’s come with me to discover which design products conceal behind…

… lattine in alluminio / Aluminium cans

Regenesi plates

Il riciclaggio di alluminio permette di risparmiare fino al 95% dell’energia che si utilizzerebbe con alluminio vergine.
Recycled aluminium permits to spare 95% of energy with respect to raw aluminum.
… alluminio riciclato da altri rottami / Aluminium recovered by other clunkers
Regenesi sottopentola

Proveniente dalla rottamazione di autoveicoli, elettrodomestici e/o raccolta di imballaggi. Giustamente questa tipologia di alluminio non viene utilizzato per creare oggetti che andranno direttamente a contatto col cibo, ma eleganti ed eco-compatibili sottopentole. Per una sicurezza totale.
Cars, household electrical appliances and/or packaging collection contains a lot of aluminium. Of course, this type of aluminium is not used to produce products that would come in contact with food but rather for elegant eco-friendly potholders. Totally safe!
… parti interne di frigoriferi rottamati e bicchieri in plastica da caffé / Fridge inner parts + coffee plastic glasses

Regenesi office
Oggetti d’arredo per l’ufficio assemblati senza l’utilizzo di colle e resine, ma solamente con calore e pressione.
Office decor objects set up without glue and resin but by means of heat and pressure.
… pelle rigenerata / Recovered leather

Regenesi light

La pelle é conciata con sostanze vegetali e durante la lavorazione non viene usata alcuna sostanza chimica.

Leather is preserved by means of vegetable substances. Any chemical substance is used throughout the workflow.

Regenesi biodegradable packaging

L’attenzione di Regenis per l’eco-sostenibilità si nota anche nel packaging, costituito da carta riciclata e scarti provenienti da segherie e foreste sostenibili e pertanto perfettamente riciclabile anch’esso.

Allora? Che ve ne pare di questa scoperta che ho appositamente voluto tenere per ultima?

Regenis’ eco-sustainability concerns extend to packaging too: made of recycled paper and sawmills and sustainable forests’ wastes it is 100% biodegradable.

So, what about this latest insight? 


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su