non solo fashion

Pubblicato da blog ospite in Idee, Una casa non a caso

DSCN2778

Non solo Hi-Fi, Home Theatre e altre diavolerie per appassionati o per chi vuole dedicare tempo libero alla buona musica, ma anche soluzioni utili per chi non ha mobilità domestica e per chi non è autosufficiente: questo è la domotica!

DSC_2595_XSBasterebbe conoscere l’etimologia delle parole per non spaventarsi : Domotica [dal fr. domotique, comp. del lat. domus «casa» e (informa)tique «informatica»]. Cit. Treccani.it.

Questo ramo dell’ingegneria studia come finalizzare le tecnologie informatiche per migliorare  l’usabilità della casa e degli edifici.

Così… semplicemente.

Il successo della tecnologia ci fa vivere oggi, in modo semplice e alla portata di tutti, quello che negli anni ’80 immaginavamo come un futuro irraggiungibile che vedevamo rappresentato solo nei film di fantascienza.

Ho conosciuto, in questi giorni Roberto, della società Stereoland,  che dal 1993 prima all’Aquila e poi anche a Roma, si occupa di questo aspetto importante dell’impostazione tecnica della casa. Il suo lavoro, e del suo team, consiste proprio nel  far vivere la casa con intelligenza, valorizzando e divulgando un nuovo e semplice modo di ridurre gli sprechi energetici, rispettando l’ambiente. Il loro obiettivo è anche quello di rendere le case in grado di rispondere ai bisogni di chi non ha mobilità e non è autosufficiente, e di soddisfare le nuove esigenze di sicurezza, comfort e risparmio energetico.

Nella quotidianità diamo per scontati tanti semplici gesti ma se vengono a mancare le capacità motorie per compierli diventa difficile poter continuare a vivere il proprio spazio, la propria casa.

A volte si fatica a pensare che una persona non autosufficiente o disabile sia un elemento attivo all’interno della propria casa. Dare autonomia, dare risposta aiImmagine8 bisogni  quotidiani di vivibilità e” usabilità” della casa questo è il  valido aiuto che una tecnologia semplice e intelligente fornisce.

Realizzare un impianto elettrico con la possibilità di istallare dei sensori che rilevano la presenza ci permette di attivare  l’accensione  degli impianti stereo e Tv, di aprire il frigorifero o la porta del bagno, di riscaldare  gli ambienti poco prima del loro utilizzo e questo ci consente  di risparmiare energia. Il sistema di controllo è programmato per gestire in maniera semplice ed efficace con un unico pulsante accensione, spegnimento e sequenze degli eventi come apertura e chiusura di tapparelle, imposte e  illuminazione; nonché attivazione di sistemi di chiusura quando ci sono fughe di gas o allagamenti.

Compito della domotica è proprio quello di rendere le nostre case intelligenti e in grado di rispondere alle nuove esigenze di sicurezza e comfort senza perdere di vista la semplicità nell’uso della tecnologia applicata.

L’integrazione tra le tecnologie è la chiave di volta per rendere la casa efficiente e sicura: è la connessione tra internet e telefonia mobile che rende la domotica accessibile a chiunque sappia e possa utilizzare un cellulare.

Come sempre l’aspetto importante per rispondere alle esigenze particolari è l’identificazione del bisogno del proprietario della casa e la capacità di progettare l’intervento.

Di case ce ne sono di tutti i tipi, grandi, piccole, belle, meno belle, luminose, di città, di campagna, tristi e felici : ma siamo noi che facciamo la nostra casa, che la sistemiamo, la arrediamo e la usiamo come vogliamo svolgendo la nostra vita e le nostre idee , la casa ci rispecchia dentro e fuori. E’ per questo che è la casa stessa quando siamo anziani o inabili che può aiutarci a vivere meglio.

Scriveva Kahil Gibran: “La casa è il vostro corpo più grande. Vive nel sole e si addormenta nella quiete della notte; e non è senza sogni”.

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su