IKEA bloggertour 4 – Vaxjo, Museo Ikea e IOS

Pubblicato da blog ospite in News, REDaddress

Dopo un volo interno verso il sud della Svezia, arriviamo nel piccolo 
aeroporto di Vaxjo, dove un alce a grandezza naturale ci aspetta per 
darci il benvenuto(i selfie si sprecano!). Lungo la strada, a perdita 
d’occhio, boschi, laghi e fiori di lupino spontanei; dopo una cena 
nella veranda di un ristorante romantico in stile gustaviano, arriviamo 
al nostro albergo che é quasi buio. Al risveglio una fantastica sorpresa, 
la colazione si fa sulla terrazza vista lago nella luce tersa del mattino.
A due passi dall’Hotel si può visitare un bell’Orto botanico con Orangerie, 
creato in onore del famoso medico e naturalista svedese Linneo, originario 
di questi luoghi. Ripartiamo per raggiungere Almhult e la sede storica di 
Ikea, sono molto curiosa!
1 un alce all’aeroporto di Vaxjo nello Smaland – 2  boschi e laghi infiniti - 
3 veranda del ristorante Villa Vik a Vaxjo - 4/5/6/ l’albergo  Mockelsnas 
Herrgard, una grande casa di campagna del XVII secolo, con vista lago nel 
cuore di una riserva naturale - 7/8 terrazza con vista per la colazione
Museo Ikea

Siamo ad Almhult sede del Museo e del nuovo quartier generale di Ikea.Si trova 
in campagna, tra boschi e laghi, al di fuori delle classiche mete turistiche e 
non lontano da Malmo. Nel Museo Ikea, costruito dove sorgeva in origine il primo 
store, ci aspetta un viaggio nel tempo, dagli anni cinquanta ad oggi attraverso 
le varie epoche:i primi marchi, la consegna dei pacchi con il furgone del latte, 
i vecchi cataloghi dove comparivano alcuni oggetti di design italiani che il 
giovane Ingvar Kamprad (fondatore di Ikea) veniva a scegliere alla Fiera campionaria 
di Milano. Venti ambienti con gli arredi originali, le riedizioni, una grande 
parete con tutti i cataloghi e la storia del design democratico a prezzi sostenibili. 
Da vedere!
1/2 i primi marchi di Ikea - 3 la consegna dei pacchi nelle campagne veniva 
fatta con i furgoni del latte -4 la prima sede di Ikea vicino alla casa natale 
di Ingvar Kamprad ad Almhult - 5 un vecchio catalogo
1  è sempre divertente vedere nei parcheggi come le auto vengono caricate 
a dismisura – ieri come oggi - 2/3 poltrona e tavolino, mobili originali e 
riedizioni:  il tavolino a  forma di foglia é stato il primo oggetto spedito
con un pacco piatto.
1 un manifesto per ogni decennio con le novità del tempo fino ad oggi - 
2 arredi in stile gustaviano: vicino alla riedizione il mobile originale che 
li ha ispirati - 3 la libreria Billy, un evergreen; con il divano Klippan é 
uno dei prodotti più venduti negli anni - 4 all’uscita del Museo un pannello 
Wanted con i mobili e oggetti che mancano all’appello 

IOS – Ikea of Sweden 

Sembra di essere usciti dalla macchina del tempo,siamo approdati nel futuro! 
Bellissima e costruita con criteri di ecosostenibilità la nuova sede di Democratic 
Design Center è il nuovo centro creativo ed operativo di Ikea of Sweden. Atmosfere 
soft, colori rilassanti e una grande luminosità negli ambienti di lavoro, ideali per 
sviluppare la creatività. Abbiamo avuto il privilegio di vedere le nuove collezioni 
previste per il 2015, di incontrare designer ed esperti di packaging e conoscere la 
loro strategia per arrivare a proporre mobili e oggetti di design alla portata di 
tutti. Interessante anche il progetto “Next generations” che coinvolge le donne 
dei paesi in via di sviluppo per la realizzazione di collezioni limitate dal sapore 
artigianale. Prima di andarcene, una bella foto di gruppo nell’anfiteatro del grande 
open space che ospita anche la mensa dell’azienda. All’esterno una simbolica scultura 
a forma di brugola campeggia tra le bandiere, non mancano anche numerose biciclette 
sempre a disposizione del personale.E’stata una bella esperienza,ripartiamo cariche 
di stimoli e nuove idee, grazie a tutto lo staff di Ikea!  

1 via Ikea – 2/4 Nuova sede di Ikea of Sweden - 3 palo decorato per la 
tradizionale festa di mezza estate, molto sentita in Svezia
Interni e esterni di Ikea of Sweden.Il prossimo appuntamento é a Malmo e il 
Parco di Wanas, museo d’arte all’aria aperta. Poi lasceremo la Svezia per 
l’ultima tappa del nostro viaggio: Copenhagen in Danimarca. Seguiteci!

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su