L’insostenibile leggerezza di un tavolo in vetro

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Design

Che il vostro stile sia classico, moderno, contemporaneo, il tavolo in vetro è un classico intramontabile capace di donare un tocco di grande eleganza a qualsiasi ambiente. Vetro e cristallo sono materiali ampiamente utilizzati nell’arredamento, in particolare per tavoli e tavolini, ma anche per rivestimenti di superfici e per ante di mobili soggiorno, armadi, cucine.
Partiamo però dal principio, perché immagino che molti di voi si stiano chiedendo qual è la differenza tra vetro e cristallo:
– il cristallo prende il suo nome dalla struttura reticolare che lo compone: è di fatto un vetro ma è arricchito con ossido di piombo. Questo additivo aumenta la densità del materiale donandogli una maggiore resistenza e brillantezza;
– il vetro deriva dalla fusione e dal successivo raffreddamento di un mix di silicati e sostanze chimiche vetrificanti. La sua struttura non è reticolata come quella del cristallo. Può essere soffiato, temprato, forgiato, curvato, colorato…

Tavoli in vetro: ad ognuno la sua lavorazione

Il vetro può essere sottoposto a varie lavorazioni e può essere soffiato. Conosciamo tutti la manifattura d’eccellenza dei vetri di Murano, famosa in tutto il mondo proprio per il vetro soffiato e modellato nelle forme più disparate. Nonostante la sua fragilità in realtà vetro e cristallo sono materiali estremamente resistenti, tanto da rendere possibile la realizzazione di tavoli come Blow che sembrano pronti a sollevarsi da terra tanto appaiono leggeri. Il vetro soffiato diventa elemento portante dimostrando tutta la sua forza.

Tavolo Blow in vetro di Murano.

Tavolo Blow con gambe in vetro soffiato di Murano.

Questo duttile materiale può anche essere curvato. I tavoli Mirror e New Cillo sono un esempio. Il primo è composto da un unico pezzo di vetro temprato curvato dalla superficie completamente liscia e priva di giunture. Il secondo presenta due scultorei supporti in vetro forgiato trasparente.

Tavolo in vetro temperato curvato Mirror.

Tavolo in vetro temperato curvato Mirror.

Il vetro temprato è indurito tramite trattamento termico detto, appunto, “tempra”. Conosciuto anche come “vetro di sicurezza” per la sua robustezza, in caso di rottura produce pezzi smussati poco pericolosi.

Tavolo con supporti in vetro curvato New Cillo.

Tavolo con supporti in vetro curvato New Cillo.

Il vetro forgiato deriva da una tecnica di modellazione ad altissima temperatura, spesso utilizzata nel settore dell’arredamento d’interni, arredo bagno o oggettistica.

Il vetro curvo permette inoltre di ottenere forme che sembrano quasi intagliate. Il processo di curvatura e modellazione avviene infatti quando il materiale, a temperature tra i 500 e i 600°, rammollisce aderendo agli stampi predisposti sul fondo della camera di riscaldamento. E’ così che è possibile realizzare supporti dal design complesso come quelli di Ghost:

Ghost con gambe modellate in vetro curvo.

Ghost con gambe modellate in vetro curvo.

La trasparenza è la sua caratteristica principale, ma un tavolo in vetro può anche essere colorato: si parla di vetro laccato quando una o entrambe le superfici di una lastra sono verniciate tramite laccatura. Se le due superfici sono laccate di colore diverso allora si parla di vetro bicolore.

Party presenta due supporti centrali curvi e laccati bicolore.

Party presenta due supporti centrali curvi, laccati bicolore bianco e viola.

Valencia abbina superfici trasparenti e laccate bianche.

Valencia abbina superfici trasparenti e laccate bianche.

Per la sua versatilità e leggerezza formale un tavolo in vetro è un arredo in grado di rispondere a vari gusti ed esigenze. Dalla casa più elegante alla più informale, i modelli sul mercato sono pensati per completare spazi di qualsiasi tipo, dal soggiorno alla cucina. Non dimentichiamo infatti che tra i vari trattamenti applicabili al vetro ve ne sono alcuni dedicati proprio all’uso quotidiano, come trattamenti antigraffio e anti-impronta.

Tags: ,

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su