Sgabelli alti: con o senza schienale?

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, Decor

La tendenza della penisola in cucina ha sancito il ritorno degli sgabelli alti.
Come scegliere lo sgabello giusto per voi?
Le due caratteristiche principali che potremmo individuare ed in cui potremmo dividere la categoria “sgabelli alti da cucina” sono: con o senza schienale. Vediamo alcune linee guida e quali sono pregi e difetti di entrambi.

Fattore estetico
La seduta deve essere di vostro gusto, ma la scelta è talmente vasta che è impossibile non trovare un modello che piaccia. Non possiamo dare consigli a riguardo, come si suol dire: “è bello ciò che piace”.

Sgabelli regolabili

Calice: sgabelli regolabili con sedute variopinte.

Stile, materiale e colore
Gli sgabelli devono abbinarsi con lo stile della vostra cucina o, nel caso in cui cucina e soggiorno siano insieme, potete decidere se abbinarli con altri tessili o rivestimenti presenti nella stanza: ad esempio, con il colore del divano, con il materiale del tavolo da pranzo o con la tinta scelta per le ante della cucina. Finiture, materiali e colori non mancano: le aziende che producono sedute sono davvero attente a offrire una gamma ampia e versatile.

Uso degli sgabelli: sporadico o quotidiano?
Un terzo fattore nella scelta dello sgabello per la cucina è l’uso: se si tratta di un utilizzo sporadico perché i pasti sono consumati al tavolo da pranzo, allora i vostri sgabelli potranno puntare su una linea di design, minimalista, magari anche senza schienale: insomma l’estetica prima di tutto. Rimangono comunque indispensabili dei comodi poggiapiedi.

Sgabello senza schienale eduta cuoio nero.

Sgabello Smooth senza schienale e seduta in cuoio nero.

Sgabello legno Milk.

Look tradizionale per lo sgabello in legno Milk.

Uno sgabello senza schienale non è consigliabile per un uso quotidiano e periodi prolungati. Allo stesso tempo l’assenza di un punto di appoggio permette di mantenere una posizione eretta e stabile, con una positiva ripercussione sul collo e la cervicale. Se il vostro obiettivo è questo, allora puntate su sgabelli ergonomici che favoriscono una seduta dinamica.

Sgabello ergonomico senza schienale

Move di Varièr è uno sgabello ergonomico senza schienale, con seduta a sella.

Se invece fate un uso quotidiano della penisola in cucina, a pranzo e cena, per lavorare al pc o leggere il giornale, oppure i vostri bambini ci fanno i compiti e studiano, allora si rendono necessarie sedute più comode e accoglienti: sgabelli con schienale, poggiapiedi e braccioli, possibilmente ergonomici. Se in casa ci sono dei bambini è opportuno valutare sedute regolabili in altezza.

Sgabello alto schienale ergonomico regolabile

Eight è un sgabello alto con schienale ergonomico, regolabile in altezza.

Geo presenta uno schienale sottile e originale, utilizzabile anche come bracciolo o frontalmente.

Geo presenta uno schienale sottile e originale, utilizzabile anche come bracciolo o frontalmente.

Per il massimo del comfort si possono scegliere sgabelli alti in versione poltroncina, con tanto di braccioli, poggiapiedi e schienale dalla forma arrotondata.

Lo sgabello Gerry è simile ad una poltroncina, con braccioli e schienale imbottiti.

Lo sgabello Gerry è simile ad una poltroncina, con braccioli e schienale imbottiti.

Infine possiamo dire che per scegliere gli sgabelli della cucina non esiste certo una regola, ma un insieme di fattori fra cui spiccano le vostre necessità pratiche e naturalmente quelle estetiche.

Tags: , ,

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su