PROGETTARE IL SOGGIORNO: 8 Step per partire con il piede giusto

Pubblicato da blog ospite in Decor, Mayday Casa Blog

L’enorme dilemma… da dove comincio per arredare il soggiorno? questo il tema di un altro mercoledì del design a Open Milano in viale Montenero 6,  una guida per riuscire a trovare la giusta strada progettuale tra le mille proposte del mercato.

Abbiamo pensato di suddividere in punti i le nostre linee guida per arredare un soggiorno…cominciamo!

1- Aree Funzionali> stabiliamo le attività che vogliamo svolgere nel nostro Living e le conseguenti aree funzionali.

ad esempio vogliamo lavorare, vedere la televisione e rilassarci? allora dobbiamo pensare ad un divano/area relax, ad un porta televisione e ad uno scrittoio o zona studio; da qui partiamo a pensare alle varie possibilità in base allo spazio che abbiamo a disposizione, se la stanza è grande posso avere aree ben distinte al contrario dovremmo integrare in un unico spazio due o più funzioni.

2- Proporzioni> di questo concetto si potrebbe parlare per ore partendo dalla sezione aurea fino ad arrivare alla geometria descrittiva ma il mio scopo è quello di darvi delle concetti semplici dai quali partire e con lo scopo di arrivare ad un risalutato finale che soddisfi l’occhio e che sia funzionale. E’ bene avere sempre ben presente e sotto mano l’intero contesto spaziale per non incappare in errori come il posizionamento di elementi che nell’insieme risultano troppo piccoli o sovradimensionati ma che presi singolarmente ci sembravano perfetti.

3- Armonia Compositiva > L’armonia tra volumi, lunghezze e superfici è una condizione indispensabile alla buona riuscita di un progetto d’interni. L’ armonia deve esistere sia nella sua interezza che nelle singole parti che lo compongono.

4- Simmetria verso Asimmetria> Simmetria è il ripetersi di rapporti proporzionali. La simmetria è una scelta compositiva, forse più tradizionale, che per molti è importante e che rende “rassicurante e ordinato” il progetto o composizione. L’Asimmetria permette soluzioni senza dubbio più originali ed è sicuramente il trend attuale nelle composizioni progettuali, anche nell’asimmetria, al contrario della parola stessa, è presente una ricerca di proporzioni. A voi capire quale stile vi fa stare meglio e soprattutto cosa meglio si armonizza con il contesto abitativo.

5- Spazio Vivibile> ho visto spesso commettere l’errore di non considerare lo spazio libero come “spazio arredato”, voglio dire che ci serve a poco avere un bel tavolo, un bel divano e una bellissima libreria se poi non ho spazio per muovermi e per godermele, perciò non fatevi prendere dall’ HORROR VACUI ! (paura degli spazi vuoti e tendenza a riempirli a forza)

6- Sospesa verso a Terra (a spalla) :

Le composizioni sospese sono caratterizzate da bussolotti chiusi o a giorno. questa tipologia la consiglio a chi non vuole o non può appesantire troppo la parete, quindi consigliabile per gli spazi piccoli che con l’effetto “fluttuante” della composizione alleggerisce la parete e allarga lo spazio.  Molto spesso si ha l’impressione che il contenimento sia ridotto rispetto ad un sistema a spalla ma questo solo perchè non si tiene conto che gli spazi vuoti (se ben studiati) sono utilizzabili.

Le composizioni a spalla (o a terra), generalmente autoportanti, le consiglio in prima istanza a chi ha un muro in cartongesso o con problemi per il fissaggio. Sicuramente ottimizza gli spazi anche in altezza e ha il fascino della “biblioteca”, come gli esempi a tutta altezza con scala per accedere ai vani più alti. Bisogna sempre fare attenzione a dove verrà posizionata per evitare che lo spazio sia soffocante e troppo pieno.

7- Televisione> fare attenzione alla posizione, il televisore non dovrebbe essere parallelo alle finestre o sotto sorgenti di luce artificiale. La posizione migliore è quella in cui la tv si pone di fianco oppure in diagonale rispetto a tutte le sorgenti di luce. Deve essere posizionata a livello occhi e di fronte o al massimo con un’angolazione di 30° rispetto alle sedute. Da un punto di vista dell’arredo esistono differenti possibilità: integrata nella parete attrezzata, a scomparsa dietro a pannello scorrevole, fissata a muro quasi come fosse un quadro oppure in appoggio. Nella scelta va anche considerato se siamo tipi da Home theatre oppure se è un’oggetto che non ci piace vedere e vogliamo in qualche modo mascherarlo o nasconderlo con qualche espediente.

8- Dettagli> arredando pensiamo già a lasciare un pò di spazio al colore e ai piccoli dettagli come tende, vasi, tappeti, cuscini, piante perchè sono questi oggetti che personalizzano e fanno del soggiorno “IL TUO SOGGIORNO.”

soggiorno con cuicna arredato con Lago

soggiorno con cuicna arredato con Lago

soggiorno-idee-arredamento

ultra white Trovato su planete-deco.fr

ultra white Trovato su planete-deco.fr

Trovato su bloglovin-com

Trovato su bloglovin-com

come in biblioteca

come in biblioteca

La tv ultra flat si nasconde tra i quadri

La tv ultra flat si nasconde tra i quadri

soggiorno-low-cost-ikea

soggiorno low-cost by Ikea

soluzione come proseguimento cucina by scavolini

soluzione come proseguimento cucina by scavolini

soluzione con scrivania by napol-it

soluzione con scrivania by napol-it

televisione a scmparsa by molteni

televisione a scmparsa by molteni

home-living-rooms by willie

home-living-rooms by willie

televisione e "finestra by  pottery barn-flat-tv-cabinet-remodelista

televisione e “finestra by pottery barn-flat-tv-cabinet-remodelista

fa8ca556508ab0a918851c6d9cff4c64

tradizione e tecnologia by architect Lee Mindel of Shelton Mindel & Associates

tradizione e tecnologia by architect Lee Mindel of Shelton Mindel & Associates

Se ti è piaciuto questo post condividilo, così premierai il nostro lavoro nella stesura di questo articolo.

Sempre a tua disposizione la mail progetti@maydaycasa.it

Archiviato in:consigli arredamento, interiors design, progettazione Tagged: consigli d’arredo, interior design, living, progettazione di interni, soggiorno

Tags: ,

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su