Una CasaSuMisura..di bambino

Pubblicato da blog ospite in Idee, Una Casa Su Misura...per Loro

Sicurezza in casa, ne parlo tanto ma non ho mai approfondito l’argomento..rimedio subito.
Quattro anni fa, io e il mio compagno, avevamo appena finito di ristrutturare la “casa nuova”, nessun programma genitoriale all’orizzonte, arredo casa come pare a me, non mi preoccupo di un’eventuale figlio, ci penserò poi.
Quel poi, arrivò (arrivarono) 8 mesi dopo, trasformando le nostre vite e la nostra casa….
Se la casa è stata costruita e arredata sapendo già dell’arrivo del bebè  o progettata in maniera da apportare modifiche necessarie, siete ad un buon punto di partenza, ma se così non fosse ci sono degli accorgimenti per avere una casa confortevole e sicura.
A prova di bambino.
Se vostro figlio/a frequenta abitualmente anche la casa di nonni o zii, è bene che anche loro adottino misure di sicurezza adeguate. 

10 regole per mettere in sicurezza l’ambiente domestico a prova di bambino da 0 a 6 anni

IN GIRO PER CASA..

1- le prese elettriche

Le case di recente costruzione o con un impianto elettrico nuovo,sono dotate di dispositivo salvavita, ma questo comunque non deve farvi stare tranquilli.
In tutta la casa, nelle prese basse, inserite i pratici ed economici copri-prese.
Alcune aziende li fanno piccoli così sono quasi invisibili e i bambini non ne vengono attirati, ma dovete stare attenti quando le staccate, a non lasciarli in giro per evitare che il bambino possa trovarle (e loro hanno il metal-detector per i pericoli) e ingerirle.

2- spigoli 

Qualsiasi tipo di spigolo che si trova ad un altezza pari o inferiore di 100 cm: del mobile, della libreria, del camino, del tavolinetto, del tavolo ecc.. Va coperto con gli appositi paraspigoli angolari.
E’ vero che i bambini sono di gomma, che devono imparare a stare attenti e bla bla..ma voi perdere 10 anni di vita per le prime 25 cadute. Se avete tavolini bassi o il rivestimento del camino con tutto il bordo a spigolo vivo e non arrotondato, potete mettere dei profili in gommapiuma o in materiale espanso per attutire le cadute dei primi passi. 



3-mobili “instabili”

Se avete vetrinette e piccolo mobilio leggero  dove i bambini potrebbero (e lo faranno) arrampicarsi tirandosi dietro tutto il mobile,  fissatele al muro oppure in commercio esistono delle cinghie anti-ribaltamento pratica ed economiche. Si possono fissare anche sui televisori.



4-porte e finestre

Arriveranno alle maniglie delle porte e delle finestre prima di avere tutti i denti e il rischio che si schiaccino le mani è alto. Prima di tutto togliete tutte le chiavi, potrebbero riuscire a chiudersi in una stanza (possibilissimo) o potrebbero prenderle per “giocarci” e poi nelle porte che hanno un passaggio frequente conviene fermarle con fermaporte stabili, in modo che siano sempre aperte e i bambini non riescano a chiuderle.
Le finestre poi devono essere sempre chiuse!!! Potete usare degli ulteriori sistemi di bloccaggio a patto che siano facili da aprire per gli adulti in caso di emergenza. 


5- Le scale e non solo

Se in casa avete delle scale occorrerà metterle in sicurezza, posizionando all’inizio e alla fine dei cancelletti di sicurezza. I cancelletti poi sono comodi anche per delimitare una stanza della casa.
Potete posizionarlo all’ingresso della cucina in modo da limitare l’ingresso del bambino alla cucina, oppure delimitando la zona living in modo da lasciar liberi i bambini di giocare in uno spazio già definito, che avrete messo in sicurezza. 
IN CUCINA
6-ante e cassetti

Tutte le ante e i cassetti della cucina, che contengono cibo, materiali fragili come stoviglie in ceramica e vetro, posateria e utensileria varia e prodotti per la pulizia, va assolutamente messo in sicurezza. Così come il forno. Se dovete acquistarlo esistono, ormai con grande reperibilità, i forni con lo sportello termico. 
Anche se il forno sta cuocendo a 250° lo sportello sarà freddo. Non tiepido, ma freddo. 
A seconda del tipo di aperture che avete, mettere appositi blocchi di sicurezza in tutte le basi della cucina.




7-sicurezza fornelli

Il pericolo delle scottature è elevatissimo. 
Fortunatamente esistono queste paratie che impediscono ai bambini di toccare le manopole del gas, le pentole bollenti e il fuoco stesso.
IN BAGNO



8-pulizia e detergenti 

In bagno si concentra la nostra scorta di detersivi, per la lavatrice e per la pulizia, cosmetici e igiene personale. Dobbiamo toglierli dalla portata dei bambini.
Mettere tutto dentro (se ce l’avete) un mobile con ante che andrete poi a chiudere con i blocca ante, oppure riporre in una mensola in alto. I bambini adorano le cose colorate, e il packaging di questi prodotti sono davvero invitanti, e spesso anche il loro profumo. 

9- tappeti e tappetini

Il tappeto davanti il lavabo e/o davanti la doccia, dovranno avere l’antiscivolo per evitare che il bambino inciampi cadendo.
Nella doccia e/o nella vasca, anche se avete le vaschette apposite, mettete un tappetino antiscivolo.
I tappeti tutti, sembrano innocui..non è così. 
10- lo scopino

Chi non è ancora genitore non lo sa..ma quell’oggetto per i bambini è come una calamita e non so perchè. 
Ovviamente è pericolosissimo in fatto di malattie e infezioni quindi l’unica cosa che potrete fare è toglierlo o comunque nasconderlo.
Ultimi consigli:
 Incollate sulla porta del frigo o dove volete voi ma ben in vista due fogli importantissimi: 
Numero verde del centro antiveleni e del reparto di pediatria più vicino a voi. Se avete un dubbio se vostro figlio/a ha ingerito qualcosa di non commestibile, chiamate!
L’altro foglio è il disegno delle manovre di disostruzione pediatrica. Vi consiglio di seguire un corso che ormai fanno, fortunatamente, in tutte le città e paesi, e di farlo conoscere anche ai parenti stretti che spesso si occupano del bambino. Se non potete seguire il corso ci sono ottimi video anche on line, clicca qui per vederne uno.  
Non possiamo proteggere i nostri cuccioli da tutto per quanto possiamo sforzarci, ma qualcosa dobbiamo pur fare, e piccoli accorgimenti eviteranno i piccoli/grandi incidenti domestici. 
Silvia
Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su