Archive for febbraio, 2015






 
 
 

Viaggio in Italia

Pubblicato da blog ospite in Design, Ecce Home
Talvolta noi Italiani sembriamo sopravvalutarci, spesso, invece, ci sminuiamo eccessivamente; insomma difficilmente riusciamo ad avere di noi stessi, intendo come popolo, una visione equilibrata.
Può accadere però di scoprire, casualmente,  di essere l’oggetto  di una fantastica dichiarazione d’amore, che ci riempie di orgoglio e ci ricorda, senza retorica, che qualcuno di noi qualcosa di eccezionale lo ha fatto e continua a farlo davvero.
Questa dichiarazione d’amore l’ha fatta  The Conran Shop con la collezione primavera estate 2015 Italia “un viaggio attraverso l’Italia a partire dalla capitale del design Milano, ai verdi paesaggi della Toscana, alla Costiera Amalfitana, fino in Puglia, Sicilia  e Sardegna”
Un omaggio ai designer Italiani da Vico Magistretti a Paola Navone, da Gio Ponti ad Achille Castiglioni  e molti altri ancora.
Come un viaggio nel Bel Paese. Godiamocelo tutto.
Tags: ,

 
 

Idee d’arredo con pavimenti vintage

Pubblicato da blog ospite in Idee, Retrò and Design
Oggi ho proprio bisogno di una “boccata di blog” per condividere qualcosa di bello e creativo, che mi ha colpito.
A dire il vero avevo anche la necessità di evadere un po’ dagli impegni professionali che stanno caratterizzando questi tempi e che sono di carattere molto tecnico e dunque, in questa fase, lasciano poco spazio alla fantasia.
Ecco allora che apro la finestra del blog per condividere qualcosa di bello, che mi ha ispirato!
Le case spagnole, quando d’epoca e tipiche, sono spesso contraddistinte da, più o meno apprezzate e apprezzabili, maioliche che ne rivestono i pavimenti.
Abituati come siamo a interni in parquet o in ceramiche dai toni molto neutri, può sembrare un azzardo orientarsi al mantenimento di un pavimento che “lega” molto nelle scelte di arredo: ad esempio un pavimento colorato, con geometrie più o meno anni ’70.
Chissà se vi siete trovati a dover decidere se rimuovere o mantenere delle piastrelle un po’ troppo seventies…se vi siete chiesti se li avreste potuti “reggere” o se, nel dubbio, avete smantellato il tutto e l’avete sostituito con qualcosa di più omogeneo e monocolore.
Le immagini di oggi vogliono mostrare come ciò che potrebbe essere un punto di debolezza, ovvero un pavimento molto disegnato, quasi invadente nelle sue fantasie, può essere invece essere volto in  enorme punto di forza; altamente caratterizzante, unico e integrabile anche in una casa moderna.

Lo so…i proprietari di questa dimora barcellonese hanno avuto gioco facile: in questo caso i pavimenti erano sí vintage e fantasiosi…ma delle belle maioliche tipicamente spagnole!
Forse non avrete la stessa fortuna, ma l’invito è quello di prendere spunto…
È interessante notare come i colori più accesi e dominanti di queste piastrelle, che vedono spiccare rosso, bianco e nero, siano stati ripresi  nei complementi d’arredo.
Mentre per i pezzi d’arredo principali sono stati scelti elementi in tinte neutre (il divano in lino, le poltrone vintage in pelle, modello Chesterfield), il compito di dialogare con il pavimento è stato demandato al pouf rosso, al tavolino da caffè bianco, al plaid che riprende entrambe le tinte e all’irriverente tappeto dalla sagoma “a pelle di mucca”, in tessuto rosso.
In cucina, aperta sulla zona soggiorno, ancora un tributo rosso/arancione con il lampadario con paralume a tronco di cono: unico elemento cromatico di collegamento con le piastrelle.
Per il resto, gli elementi della zona cottura sono molto luminosi (il bianco domina, nel laminato dei mobiletto alle basi cucina e nelle sedie di Vitra) e naturali, come nel tavolo il cui piano è in legno di recupero.
In camera da letto sono predominanti i colori caldi delle terre, nella pavimentazione e ripresi nei tessili.
Una gran fortuna avere in camera il camino d’epoca, sul quale poggiare una specchiera dei primi 900. Delizioso anche l’angolo con i vecchi bauli e le gabbiette in filo metallico decorative.
Sicuramente questo appartamento spagnolo ci mostra come a volte sia vincente osare, specie se ci si trova ad abitare una vecchia casa che sarebbe un vero peccato snaturare…rendendola uguale a tante altre di nuova generazione.

Perché il bello di una casa è che sia nostra…e parte del divertimento è trasformare quelli che sembrerebbero punti a sfavore in veri e propri punti di forza, unici e personali.
Se qualcuno di voi è alle prese con scelte difficili riguardo alle finiture di una vecchia casa, condivida con noi nello spazio qui sotto!
Buone scelte e alla prossima.

Credits: Tutte le immagini sono tratte da Micasa
Tags: , ,

 
 

Mix di stili: scandinavo & vintage

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors, Stili

case e interni - stile nordico - vintage (1)

Ci troviamo ancora una volta in Svezia, Stoccolma. L’appartamento delle foto è un mix interessante di semplicità nordica e amore per il design, dal sapore retrò.

Un ecclettismo moderno, ma equilibrato, che mette insieme lo stile scandinavo, con quello vintage e quello industriale.

La casa, infatti, presenta un mix curioso di arredi, materiali e finiture. Nella zona living, compare ad esempio un insolito pavimento di legno di colore nero, mentre pareti e soffitti sono totalmente bianchi, così come lo zoccolo, come è tipico nello stile scandinavo.

Notiamo subito le indistruttibili sedie e poltroncine francesi Tolix, un classico senza tempo, che portano qui un tocco industriale senza eccessi. Si sposano bene con le sedute di Eames, ma anche con un divano Ikea, un tavolo di legno grezzo od un tavolino in vetro.

Il tocco contemporaneo (ma anche vintage) è dato dal colore di tendenza verde menta, che troviamo tra i cuscini e gli accessori.

case e interni - stile nordico - vintage (2)

case e interni - stile nordico - vintage (2) b

case e interni - stile nordico - vintage (3)

case e interni - stile nordico - vintage (4)

case e interni - stile nordico - vintage (5)

In cucina il parquet scuro lascia il posto alla resina di colore grigio. Interessanti sono anche le superfici in legno della ante, di colore nero, ma con un effetto rustico e shabby.

Le piastrelle diamantate, tornate molto di moda negli ultimi anni, conferiscono un’atmosfera vintage-industriale a tutto l’ambiente. Così come le lampadine “nude”, appese sopra le basi della cucina con semplicissimo porta-lampada dorato e filo nero.

case e interni - stile nordico - vintage (6)

case e interni - stile nordico - vintage (7)

case e interni - stile nordico - vintage (8)

In camera da letto si sono usati colori più rilassanti, come il lavanda e il blu, con un inconsueto cambio di colore anche nel parquet in legno, che qui appare in essenza naturale.

Da copiare: l’idea dei comodini creati con vecchi libri e le piccole lampade a sospensione di vetro lavorato.

case e interni - stile nordico - vintage (9)

case e interni - stile nordico - vintage (10)

Finiture e pezzi vintage compaiono anche nelle altre stanze:

case e interni - stile nordico - vintage (11)

case e interni - stile nordico - vintage (12)

case e interni - stile nordico - vintage (13)

case e interni - stile nordico - vintage (15)

fonte – source: Tradition

Tags:

 
 

6 CUTE DIY PROJECTS FOR KIDS

Pubblicato da blog ospite in Decor, Design, Mommo Design
BRANCH SHELVES

dorlova






CORNER CLOTH HANGER

svenssonsusanne
FRAMED TEDDY
babies.constancezahn.com                            
BRANCH AND PENCILS CLOTH HANGER
krokotak.com                            
WOOD BLOCK ART
aliceandlois.com                            
PLASTIC BOTTLE PEN HOLDER
Nyhetsmorgon.

Tags: ,

 
 

famous friday: the Pier House / this awesome property in Malibu…

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home

famous friday: the Pier House / this awesome property in Malibu, with an amazing view on the Pacific Ocean from every room, belonged to Matthew Perry / pic credits The Partners Trust

Tags:

 
 

Come creare dei cesti di corda

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
dettagli home decor
Un facile tutorial per creare originali cesti di corda, in diverse forme e dimensioni, perfetti per contenere tutto ciò che si desidera.
Ecco tutto ciò di cui avete bisogno:

Corda di cotone (lo spessore utilizzato in questo tutorial è di 4 mm e per un cesto di medie dimensioni ne medie dimensioni ne occorrono circa 6 metri)
Forbici
Filo da ricamo
Ago grosso
dettagli home decor
Per iniziare dovete arrotolate un po’ la corda, poi infilate con l’ago il filo nel centro della bobina e passate successivamente l’ago, attraverso la prima coppia di corde, poi di nuovo solo attraverso una sola corda.
dettagli home decor
continuate a fissare la corda come da immagini
dettagli home decor
Quando la base avrà raggiunto la dimensione desiderata, potete iniziare a sviluppare il vostro cesto in altezza. Per farlo è sufficiente alzare la corda nella parte superiore, come dall’immagine che segue

dettagli home decor
Una volta che avete raggiunto anche l’altezza desiderata è necessario proseguire con la cucitura fino a completare il giro.  Terminate il giro nel punto della base in cui avete iniziato a salire e tagliate la corda ad angolo in modo che si assottigli, poi continuate a cucire e fissare l’estremità
dettagli home decor
immagini e tutorial via the red thread 
Naturalmente, oltre a scegliere il formato e la dimensione che più si adatta alle vostre esigenze, 
potete sbizzarrirvi con diverse combinazioni di colori 


Tags: ,

 
 

Il colore Dried Herb nell’arredamento

Pubblicato da blog ospite in Arredamento Perfetto, Decor

Nell’ultimo post della rubrica “I colori nell’arredamento” vi ho parlato dei colori principali che stanno caratterizzando questo 2015.
Adesso vediamo in dettaglio come identificarli e come accostarli senza aver paura di sbagliare gli abbinamenti.
Iniziamo con un colore neutro con forte personalità.

Il Pantone 17-0627 è definito dalla Pantone LLC, Dried Herb, letteralmente “erba secca”.
Nonostante il suo nome risuoni come una novità, il Dried Herb è uno dei colori più classici: un verde militare che tende al fango. Infatti ricorda molto il classico colore della divisa dei militari. 

Una volta sottovalutato, oggi la sua sua nuova denominazione lo rende chic e lo lega strettamente alla natura.
Accostato al bianco o alle trasparenze rende elegante ogni ambiente della casa.

 Il Dried Herb è un ottimo colore da scegliere per rivestire, sia in pelle che in tessuto, divani e sedie imbottite.

 In questa immagine una parete verde scuro valorizza ancor di più il colore del divano mediante un gioco di chiaro-scuro

Interessante utilizzare il colore Dried Herb per le pareti qualora si voglia fare risaltare l’arredamento e creare ambienti molto eleganti.

Abbinato ai legni perde il suo carattere neutro e crea ambienti caldi ed eleganti

Il Dried Herb è anche il colore perfetto per i complementi d’arredo da abbinare al bianco.
Ideale per le carte da parati monocolore con effeti particolari, come il goffrato, o in stile vintage.


Se vi è piaciuto questo articolo, non  perdete il prossimo colore!

Tags:

 
 

Una casa biosostenibile in Friuli

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors

Tra le colline friulane, vicino Martignacco (Udine), è stata realizzata da Domus Gaia una villa dalle caratteristiche biosostenibili, Villa Our Time.
Il progetto, calibrato secondo le più recenti soluzioni della bioedilizia, oltre all’aspetto estetico, è volto soprattutto al risparmio energetico.

Dal punto di vista energetico, infatti, Villa Our Time mantiene elevati standard grazie all’uso di impianti di riscaldamento a pavimento con pompa di calore, fotovoltaico e ventilazione meccanica controllata.

Al di là delle considerazioni energetiche, la villa appare perfettamente integrata nel verde, con il giardino che diventa parte dell’abitazione grazie alla presenza di ampie vetrate.

Via Domus Gaia


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags:

 
 

IYL2015, Marzo è il mese della luce!

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: IYL2015, Marzo è il mese della luce!
articolo scritto da: Giacomo

GrusGrus YIL2015

Ciao a tutti, come sapete il 2015 è l’Anno internazionale della Luce (International Year of Light), ormai siamo davvero nel vivo degli eventi e marzo promette davvero bene!

Obiettivo primario dell’ IYL2015 e di L-RO Lighting Related Organization, è condividere la cultura della luce e l’importanza della figura del lighting designer, anche al di fuori della stretta cerchia della comunità del lighting.

Condividere con il “mondo esterno”, come potete immaginare, non è cosa semplice, è fondamentale abbandonare il linguaggio tecnico, ma senza depauperare ciò che sta alle spalle. Le diverse iniziative in programma sono un esempio eclatante di questa apertura, tra questi il controverso video #we loveLight di cui ho scritto nello scorso articolo, che ad oggi, dopo solo 14 giorni, è stato visualizzato e condiviso da oltre 50mila persone in giro per il mondo!

Ma ritornando agli eventi di Marzo, ecco qua la prima tranche del ricco programma, mi raccomando, partecipate e condividete numerosi!

Séasúr

Per celebrare IYL2015 il collettivo GMT , composto da lighting designers e artisti, già membri di IALD e Ranagri una band di folk contemporaneo hanno unito le forze per creare un evento interdisciplinare, in cui si uniscono musica e luce.

Séasúr IYL2015

Ogni stagione metereologica (Séasúr significa stagione in Gaelico) mostrerà una nuova composizione audiovisiva, in combinazione tra musica originale dei Ranagri, momento d’ispirazione per la scenografia di luce dei GMT. Le quattro stagioni completeranno il circolo di luce, che culminerà con un evento di fine anno.

L’evento avrà luogo a Londra in sessioni differenti: Spring Release: 1° Marzo | Summer Release: 7 of Giugno | Autumn Release: 6 of Settembre | Winter Release: 6 Dicembere |

A chiusura dell’anno un concerto Live a celebrare la chiusura dell’ International Year of LIght

GRUS GRUS: Fly and Glow

La Gru è un grosso volatile migratore scandinavo, chiamato anche Grus Grus, che passa il periodo tra primavera ed estate in nord Europa e migra nelle terre del sud in autunno e inverno.

Una leggenda giapponese afferma che, a chiunque pieghi mille origami in forma di Gru, verrà esaudito in desiderio. Grus Grus è un evento organizzato dal collettivo spagnolo LIGHT(onda)FLOW, verrà celebrata la fine dell’inverno, ricordando che ogni fine, è l’inizio di qualcosa di nuovo e promettente.

GrusGrus YIL2015

Il 6 di marzo alle 7 di pomeriggio a Barcellona, presso i Jardins De Sant Pau Del Camp, verrà simulata la partenza delle Gru con un’installazione di origami colorati e luminosi . Le Gru luminose rappresentano simbolicamente la speranza che in futuro sia maggiore la consapevolezza dell’importanza della luce nella vita di tutti i giorni.

Lascia che Grus Grus ti guidi attraverso gli spazi oscuri della città, esprimi un desiderio!

Listen to theLight!

”Listen to the light” è un’installazione luminoso-sonora dinamica, ispirata alla luce naturale, un’indagine sullo stretto legame che ci collega alla della luce del giorno e alla sua mutevolezza.

ListenToTheLight IYL2015

Obiettivo è scoprire se esiste un’esperienza condivisa tra certi dinamismi della luce, il colore e il suono. Durante l’evento, che avrà sede presso il Konstfack Studion di Stockholm, in svezia, il 10 e 11 marzo, avrà luogo una lezione dove verranno condivise riflessioni sul tema. Le registrazioni all’evento sono gratuite ed aperte fino al 5 marzo.

From the Right to Light to the Right Lights

Il 13 marzo la nota scuola di New York Parsons Design School organizza un evento pubblico volto a presentare iniziative di carattere sociale in cui la luce gioca un ruolo chiave. La premessa del programma è, naturalmente, di portare a conoscenza di tutti il ruolo chiave (spesso poco noto) che il lighting design può giocare in progetti sociali. A seguito dell’intervento è organizzata una tavola rotonda di dibattito sul ruolo dell’illuminazione nella progettazione e del ruolo giocato dall’insegnamento del lighting nella diffusione della cultura della luce.

From the Right to Light to the Right Lights IYL2015

Durante la presentazione verranno mostrati progetti realizzati presso insediamenti provvisori ad Haiti o in abitazione situate in aree a basso reddito; saranno presentati anche lavori di studenti realizzati presso comunità disagiate. Nathalie Rozot, la curatrice dell’evento, è una forte sostenitrice dell’attivismo sociale di cui si è portavoce, sia nella comunità di lighting designer professionisti, sia nella comunità accademica. E’ coinvolta attivamente in iniziative ed ha presentato e scritto ricerche e progetto in tema si social lighting.

Aspettando la seconda tranche di eventi prevista per il mese di marzo, non mancate di seguire su facebook l’evento live #ShareYourSunset! Inoltre non dimenticarti di registrarti al Light Symposium, del KTH Lighting laboratory entro il 5 marzo.

Il programma ufficiale delle attività di L-RO è disponibile sul sito ufficiale, non dimenticare di seguire le news sugli eventi sulla pagina facebook dell’Organizzazione. Segui LRO anche su twitter, cercando gli ashtag #LRO, #IYL2015 e condividi!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale:IYL2015, Marzo è il mese della luce!
Copyright © Giacomo Rossi.


 
 

IYL2015, Marzo è il mese della luce!

Pubblicato da blog ospite in Luxemozione

Link all’articolo originale: IYL2015, Marzo è il mese della luce!
articolo scritto da: Giacomo

GrusGrus YIL2015

Ciao a tutti, come sapete il 2015 è l’Anno internazionale della Luce (International Year of Light), ormai siamo davvero nel vivo degli eventi e marzo promette davvero bene!

Obiettivo primario dell’ IYL2015 e di L-RO Lighting Related Organization, è condividere la cultura della luce e l’importanza della figura del lighting designer, anche al di fuori della stretta cerchia della comunità del lighting.

Condividere con il “mondo esterno”, come potete immaginare, non è cosa semplice, è fondamentale abbandonare il linguaggio tecnico, ma senza depauperare ciò che sta alle spalle. Le diverse iniziative in programma sono un esempio eclatante di questa apertura, tra questi il controverso video #we loveLight di cui ho scritto nello scorso articolo, che ad oggi, dopo solo 14 giorni, è stato visualizzato e condiviso da oltre 50mila persone in giro per il mondo!

Ma ritornando agli eventi di Marzo, ecco qua la prima tranche del ricco programma, mi raccomando, partecipate e condividete numerosi!

Séasúr

Per celebrare IYL2015 il collettivo GMT , composto da lighting designers e artisti, già membri di IALD e Ranagri una band di folk contemporaneo hanno unito le forze per creare un evento interdisciplinare, in cui si uniscono musica e luce.

Séasúr IYL2015

Ogni stagione metereologica (Séasúr significa stagione in Gaelico) mostrerà una nuova composizione audiovisiva, in combinazione tra musica originale dei Ranagri, momento d’ispirazione per la scenografia di luce dei GMT. Le quattro stagioni completeranno il circolo di luce, che culminerà con un evento di fine anno.

L’evento avrà luogo a Londra in sessioni differenti: Spring Release: 1° Marzo | Summer Release: 7 of Giugno | Autumn Release: 6 of Settembre | Winter Release: 6 Dicembere |

A chiusura dell’anno un concerto Live a celebrare la chiusura dell’ International Year of LIght

GRUS GRUS: Fly and Glow

La Gru è un grosso volatile migratore scandinavo, chiamato anche Grus Grus, che passa il periodo tra primavera ed estate in nord Europa e migra nelle terre del sud in autunno e inverno.

Una leggenda giapponese afferma che, a chiunque pieghi mille origami in forma di Gru, verrà esaudito in desiderio. Grus Grus è un evento organizzato dal collettivo spagnolo LIGHT(onda)FLOW, verrà celebrata la fine dell’inverno, ricordando che ogni fine, è l’inizio di qualcosa di nuovo e promettente.

GrusGrus YIL2015

Il 6 di marzo alle 7 di pomeriggio a Barcellona, presso i Jardins De Sant Pau Del Camp, verrà simulata la partenza delle Gru con un’installazione di origami colorati e luminosi . Le Gru luminose rappresentano simbolicamente la speranza che in futuro sia maggiore la consapevolezza dell’importanza della luce nella vita di tutti i giorni.

Lascia che Grus Grus ti guidi attraverso gli spazi oscuri della città, esprimi un desiderio!

Listen to theLight!

”Listen to the light” è un’installazione luminoso-sonora dinamica, ispirata alla luce naturale, un’indagine sullo stretto legame che ci collega alla della luce del giorno e alla sua mutevolezza.

ListenToTheLight IYL2015

Obiettivo è scoprire se esiste un’esperienza condivisa tra certi dinamismi della luce, il colore e il suono. Durante l’evento, che avrà sede presso il Konstfack Studion di Stockholm, in svezia, il 10 e 11 marzo, avrà luogo una lezione dove verranno condivise riflessioni sul tema. Le registrazioni all’evento sono gratuite ed aperte fino al 5 marzo.

From the Right to Light to the Right Lights

Il 13 marzo la nota scuola di New York Parsons Design School organizza un evento pubblico volto a presentare iniziative di carattere sociale in cui la luce gioca un ruolo chiave. La premessa del programma è, naturalmente, di portare a conoscenza di tutti il ruolo chiave (spesso poco noto) che il lighting design può giocare in progetti sociali. A seguito dell’intervento è organizzata una tavola rotonda di dibattito sul ruolo dell’illuminazione nella progettazione e del ruolo giocato dall’insegnamento del lighting nella diffusione della cultura della luce.

From the Right to Light to the Right Lights IYL2015

Durante la presentazione verranno mostrati progetti realizzati presso insediamenti provvisori ad Haiti o in abitazione situate in aree a basso reddito; saranno presentati anche lavori di studenti realizzati presso comunità disagiate. Nathalie Rozot, la curatrice dell’evento, è una forte sostenitrice dell’attivismo sociale di cui si è portavoce, sia nella comunità di lighting designer professionisti, sia nella comunità accademica. E’ coinvolta attivamente in iniziative ed ha presentato e scritto ricerche e progetto in tema si social lighting.

Aspettando la seconda tranche di eventi prevista per il mese di marzo, non mancate di seguire su facebook l’evento live #ShareYourSunset! Inoltre non dimenticarti di registrarti al Light Symposium, del KTH Lighting laboratory entro il 5 marzo.

Il programma ufficiale delle attività di L-RO è disponibile sul sito ufficiale, non dimenticare di seguire le news sugli eventi sulla pagina facebook dell’Organizzazione. Segui LRO anche su twitter, cercando gli ashtag #LRO, #IYL2015 e condividi!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale:IYL2015, Marzo è il mese della luce!
Copyright © Giacomo Rossi.


 
 




Torna su