Archive for febbraio, 2015






 
 
 

COME TI TRASFORMO UN GARAGE IN LOFT

Pubblicato da blog ospite in Casa al 21, Interiors, Stili

A volte abbiamo bisogno di sognare, ma di sognare alla grande e così oggi non vi mostro un appartamento, ma bensì un garage trasformato in loft dallo studio Bricks Amsterdam. Gli spunti da prendere e trasportare nelle nostre case sono tantissimi, quindi vai con il “salva immagine”!

IMG_5068-small-600x400

IMG_5088-small-600x400 IMG_5133-small-600x400

IMG_5212-small-600x400 IMG_5149-small-600x400

Lo stile è maschile, ma sono sicura che piace anche a molte di noi. Macchine fotografiche d’epoca, bottiglie da farmacista, oggetti vintage sono disseminati in ogni stanza. Gli infissi neri si ripetono dalla porta d’ingresso alla doccia del bagno, in cui un tavolo da lavoro fa dà base per il lavello. Adoro questo il bagno!

IMG_5223-small-596x400 IMG_5228-small-600x400

IMG_5121-small-1024x682 IMG_5176-small-600x400

img_7706blog  img_7714blog img_7678blog

Questo e solo uno dei tanti progetti dello studio, se amate lo stile industriale date un’occhiata agli altri lavori!

(Le ultime foto sono di 30s Magazine)

Archiviato in:> interiors

Tags:

 
 

Ennerev: letti di design seriamente tazzinosi

Pubblicato da blog ospite in Design, La Tazzina Blu

Quando si tratta di cercare il letto dei propri sogni, la missione potrebbe essere più complicata del previsto…
Un letto è un letto, ma la sua funzione deve rispettare tutte le nostre esigenze, non solo quella del sonno e del relax.
Vi faccio un esempio: io adoro leggere e “bloggare” appoggiata alla testata del letto, che dev’essere confortevole e imbottita, abbastanza alta da permettermi di stare col busto in posizione eretta.

Un’altra ragione per avere la testata imbottita è la posizione del letto: essendo appoggiato alla parete perimetrale rivolta verso nord – una scelta molto feng shui – non posso permettermi di sentire freddo e svegliarmi col dolore alle cervicali (sono già abbastanza un rottame per conto mio…).

Altra esigenza: il letto deve avere un contenitore per ospitare il mio vasto cambio-stagione…Ricordiamoci che, specialmente se la casa è piccola, più contenitori ci sono meglio è!

Ma la funzione non è tutto: anche l’occhio vuole la sua parte, dico bene? 🙂
Per creare la camera da letto perfetta è importante che ci sia un design che ci rispecchi totalmente, nelle forme, nei colori e nei tessuti. Dev’essere come un abito sartoriale, creato su misura per noi 🙂
Forse ho trovato tutto questo. E siccome mi piace condividere i miei colpi di fulmine qui sul blog… Oggi vi presento i letti Ennerev!


Linee moderne e tessuti contemporanei, cotone, lino, ecopelle, nabuk, effetti stoned washed. Testate avvolgenti, slanciate, maxi o essenziali. Tinte unite ma anche pied de poule e mini quadretti, grisaglie, effetti matelassé e a rilievo, richiami floreali e tocchi fluo. Praticamente tutto ciò che piace alla tazzina 🙂 
Selezionare le foto da pubblicare è stato veramente arduo, lo ammetto… Avrei volentieri postato il catalogo intero, ma per ragioni di leggibilità ho preferito mettere solo alcune delle fotografie dallo styling intrigante presenti nel sito. Vi consiglio caldamente di scaricare l’intero catalogo da questo link.

Quanto sono belli? Ho passato due ore sul loro catalogo e non riesco ad individuare il mio preferito. Ce n’è veramente per tutti i gusti e tutti gli stili. Ogni modello è altamente personalizzabile con tessuti e piedini diversi, per rendere ancora più “nostro” il nido che ci accoglie ogni notte.
Ho già individuato dei rivenditori nella mia zona… Voglio assolutamente fargli visita per toccare con mano queste meraviglie 🙂

Tags:

 
 

UNA CUCINA FUNZIONALE

Pubblicato da blog ospite in Design, Una Casa Su Misura...per Loro
E’ tanto che non parlo di cucine, pur essendo il mio primo e vero amore.
Questo articolo sarà un pò tecnico ma molto utile a tutti coloro che sono in procinto di acquistare una nuova cucina o modificarne una vecchia.
Di cosa parliamo? Parliamo dell’interno, di come, a parità di spazi e di estetica esterna, possiamo avere una cucina più comoda e funzionale.
Ciò che possiamo fare all’interno di una cucina va al di là del modello/stile/colore.


Prima di tutto dobbiamo prendere in esame le azioni quotidiane che svolgiamo in cucina, pensando alla cucina divisa in aree di lavoro:
Dispensa (per alimenti)
Spazio utensili (piatti, bicchieri, ciotole ecc..)
Lavaggio (spazio per detergenti, lavastoviglie e lavello)
Preparazione (spezie, posateria, taglieri, piccoli elettodomestici ecc)
Cottura (pentole, padelle ecc..vicino al piano cottura e al forno)
Già in fase progettuale, dobbiamo far in modo di aver risposto tutto, proprio lì dove serve.
Ci sono soluzioni per rendere il lavoro semplice e funzionale.


Due consigli sempre utili:
1- cercare di ridurre le aperture con anta a cerniera per le basi con ripiani fissi interni (una serve sempre secondo me, ma non di più) perchè è scomoda, e le cose si ammucchiano in fondo rendendoci difficile una visuale completa e una facile accessibilità.

cassettone vs anta a battente @valcucine


2-  Pensili con apertura a ribalta (vasistas, vela,libro ecc..) permettono di non avere ostacoli (ad altezza tempie per capirci) mentre si lavora in cucina.
Se proprio non potete fare a meno delle ante con cerniera, fatevi inserire quelle con apertura a 180°
apertura a battente

apertura a ribalta

Quando parliamo di attrezzature interne, dobbiamo distinguere tra le TIPOLOGIE DI APERTURA, MECCANISMI INTERNI e ORGANIZZAZIONE INTERNA.

TIPOLOGIE DI APERTURA: sono le diverse soluzioni di apertura per ante e cassetti.
Possono incidere nella praticità di utilizzo della cucina (vedi esempio sopra) ma sono separate da quello che è il meccanismo interno. Possiamo avere un cassetto con apertura “push pull” (e non push up come dicono molti clienti..ehehe) piuttosto che apertura normale, possiamo avere diversi meccanismi per l’apertura e chiusura delle ante dei pensili, o delle cerniere con apertura a 180° piuttosto che la classica apertura a 90°.
E’ opportuno valutare anche questo aspetto, al momento della progettazione.
Voi potete scegliere il meccanismo di apertura che preferite dopo che il rivenditore vi ha mostrato le varie possibilità sulle sue cucine.

MECCANISMI INTERNI:
Qui il discorso si fa più complesso, nella sua semplicità.
Parto con il dire che ovviamente costa meno una base con apertura a cerniera e ripiani interni fissi, piuttosto che una base, sempre con apertura a cerniera ma con ripiani interni scorrevoli.
Quindi sono scelte che, senza negarlo, incidono sul prezzo finale di una cucina. Questo però non deve fermarvi, a seconda della vostra disponibilità di spesa per l’acquisto, valuterete in quali moduli inserire meccanismi, non è detto che debbano essere inseriti su tutte le basi e colonne della cucina ovviamente.
Cerchiamo solo di utilizzarli per migliorare la vivibilità dell’ambiente cucina, in base al nostro utilizzo quotidiano.
Ecco perchè, come dicevo all’inizio, la prima cosa da fare è analizzare i nostri gesti quotidiani in cucina e il nostro utilizzo: siamo sempre fuori a cena? ci sono bambini in casa? amiamo cucinare? siamo più per preparazioni complesse (fare la pasta fresca, pane pizza ecc..in casa) o per la velocità in cucina?
Questo vi aiuterà molto a far comprendere al vostro progettista/rivenditore quali dovranno essere i punti forti della Vostra cucina.

Come vedete dall’immagine, l’esterno di una cucina a volte è solo questione di estetica finale.
Infatti possiamo fare cassetti e cassettoni con apertura esterna (da basi L.30 cm fino a L.90cm) oppure una semplice anta che non significa per forza apertura a battente.
Vediamo insieme alcune possibilità.

cestone con fissaggio all’anta
In questo caso, esternamente abbiamo un’anta da 60cm, ma al suo interno troviamo due cestoni fissati proprio all’anta che ci permettono una visuale totale e una facile accessibilità.
Soluzione fattibile con moduli da 15-30-45-60cm 
cestello estraibile L.15 @hafele
Stesso discorso della prima immagine ma montata su base L. 15cm 

cassettone fissato all’anta + 2 cassetti interni @blum

Qui invece abbiamo la stessa estetica dell’anta liscia esterna, ma all’interno è stata suddivisa in 1 cassettone fissato all’anta più 2 cassetti interni.

Soluzione fattibile con moduli da L.30-45-60-90 cm.

cassettoni interni @hafele

Anche qui estetica liscia esterna, con 1 cassettone fissato all’anta (sempre quello inferiore!!) e un cassettone estraibile. In questo caso cambia solo il fondo che è tubolare in acciaio e non chiuso.

A questo punto la differenza la fanno le base e le sponde del cassetto: acciaio-tubolare-vetro ecc..

Ora passiamo alla base  più antipatica della cucina, che con questi accorgimenti, vi risolleverà il morale. La base ad angolo!
Ci sono diversi tipi di scocche ad angolo: rettangolari (60×90-105-110-120 ecc..) oppure quadrate (90×90 -105×105-120×120 ) poi le misure dipendono sempre dal mobiliere.
Vediamo però come possiamo sfruttare questa base

twin corner @hafele

Questa soluzione è per le basi ad angolo rettangolari, ma non per tutte le dimensioni, infatti il meccanismo deve avere una certa dimensione di apertura anta per poter funzionare. 

Si tratta di due ripiani ad estrazione e rotazione, in pratica uscendo completamente dalla base ci danno una visuale e accessibilità davvero totale, con fissaggio su base e fianco del mobile.

WaCo @hafele

Altra soluzione simile alla precedente, per mobili ad angolo rettangolari, con apertura anta da min. 45cm. Estrazione totale con ancoraggio all’anta e al fianco. Anche in questo caso perfetta ergonomia.

recorner Maxx @hafele

 Questa soluzione invece è per le basi quadrate ad angolo, sono due piatti girevoli fissati al fianco del mobile che permettono una buona visuale e si possono prendere gli oggetti comodamente.

cassettiera angolo @blum

Questo è la soluzione a cassetti per l’angolo quadrato, davvero pratica!

Sistemati anche gli angoli, passiamo alle colonne.
Voi penserete che una colonna non abbia bisogno di meccanismi, perchè è grande, comoda ecc..invece secondo me potrete trovare soluzioni interessanti.

meccanismo ad estrazione e rotazione @hafele

meccanismo scorrevole @hafele

Anche le colonne hanno una profondità e così come per le basi, le cose riposte in fondo tendono ad essere dimenticate e inutilizzate.
Per non parlare poi di quelle riposte in alto e se come me, sei alto 1.60 non ci arriverai mai se non con una sedia. In questo caso un meccanismo vi aiuta ad avere una visuale completa e a non stipare cose che poi non userete più per la loro scomodità.

ORGANIZZAZIONE INTERNA:
Ora che avete scelto come dividere internamente la cucina, vi mostro come suddividere gli spazi dei cassetti e cassettoni in base agli oggetti che intendete riporre.

@blum divisione per zona cottura

 Nei pressi della zona cottura (forno – piano cottura) è bene avere a portata di mano pentole, teglie e utensili necessari.

spezie e condimenti @blum

 Nei pressi del piano di lavoro (la parte libera) che verrà utilizzata per le preparazioni, è utile avere taglieri, condimenti spezie

stoviglie e posateria @blum

Cassetto per le  posate ben organizzato, piatti perfettamente ordinati e riposti, e anche un cassetto jolly, per tutti gli accessori “inclassificabili” in giro per la cucina. 

contenitori e ciotole @blum

Contenitori per  alimenti, ciotole per la preparazione, tutto a portata di mano e ben suddiviso.

zona lavaggio @blum

Anche nel sottolavello ci può essere ordine (deve esserci ordine) detersivi, sacchetti per la differenziata ecc.. tutto a portata di mano.

Adesso che avete letto (se avete letto) tutto questo, andate nella vostra cucina e mentre preparate la cena pensate a cosa cambiereste per rendervi la vita più facile.
Vi ho portato in esempio due (uno in realtà) dei tanti produttori di meccanismi interni, e quindi acquistabili solo tramite rivenditore, e non ci sono negozi Hafele per capirci, ma se volete fare dei piccoli cambiamenti in cucina Home made, tra l’altro cosa fattibilissima perchè qualsiasi azienda ha delle perfette istruzioni di montaggio, e se vi siete fatti un pò di ossa con Ikea siete a cavallo, potete trovare molti di questi articoli su Tuttoferramenta, che rivende anche al dettaglio.

Silvia 
Fonti: Hafele –  Blum – Tuttoferramenta 

Tags: ,

 
 

beautiful reconstruction: summer house turned into primary…

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home


kitchen


living


studio


kitchen


outdoor

beautiful reconstruction: summer house turned into primary residence in South Boemia / via B2 architecture, photo Alexandra Timpau

Tags:

 
 

Potato printing

Pubblicato da blog ospite in +deco, Idee
in Appunti di Casa


Sono un pò in difficoltà, questa volta, nel tradurre pedissequamente o quasi quello che ho scritto in inglese perchè non so quanto sia appropriato sproloquiare sulla stampa della patata. In Italiano può essere pericoloso. Ci provo:
“Recentemente ho fatto fare a Giulio dei timbri con le patate e ci siamo divertiti da morire (anche se il risultato è discutibile perchè il concetto di creatività di un bambino di 3 anni è anarchia pura). Ho poi scoperto che non sono l’unica a cui piace giocare con le patate (!!!) da cui l’idea di  selezionare alcuni progetti per voi.”
Ok, me la sono cavata…non mi resta che augurarvi allora, buona patata a tutti 😉
 

in Candore
in Bloesem Kids
in It’s Mine Now
“Potato printing”, a craft book by Susanne Strose
Tags:

 
 

Una cucina da comporre come vuoi

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor
Con Happy Kitchen, Designmoodripropone il tema della cucina non solo come spazio tecnologico e ambiente di “lavoro”, ma soprattutto come luogo della convivialità e della condivisione di esperienze.
Happy Kitchen è un sistema modulare e componibile che permette di trasformare e arricchire la cucina in base alle proprie esigenze di spazio. Ogni elemento che compone Happy Kitchen , è un mobile finito e indipendente, da posizionare liberamente dove si vuole e tutti perfettamente accostabili tra loro.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
Il materiale impiegato è listellare di abete placcato laminato opaco o lucido, a spessore costante (18 mm) per fianchi, top, schiena e ante, un materiale dalle caratteristiche estetiche e tecniche uniche .  
I moduli base sono disponibili in tre diverse misure, una base da 60 cm, una seconda da 120 cm e la colonna da 60 cm. Le ante sono disponibili in diverse tonalità di colore, perfettamente combinabili tra loro.

dettagli home decor
Happy Kitchen è un progetto del designer joevelluto (JVLT) per Designmood

Tutti i prodotti di Designmood sono acquistabili solo online su 



Tags:

 
 

bright apartment / Erik Olsson

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home

bright apartment / Erik Olsson

Tags:

 
 

one of my favourite workspaces ever /  via brittany ambridge…

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home

one of my favourite workspaces ever /  via brittany ambridge photography

Tags:

 
 

dining space with cozy bench sitting / Sophie Metz Design via…

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home

dining space with cozy bench sitting / Sophie Metz Design via homebunch

Tags:

 
 

framed indoor window / via freundevonfreunden

Pubblicato da blog ospite in My Ideal Home

framed indoor window / via freundevonfreunden

Tags:

 
 




Torna su