Archive for aprile, 2016






 
 
 

[Colori Palette] Lavanderia country chic

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Idee, Stili

case-interni-lavanderia-organizzazione-colori-shabby-1

Il fatto che la lavanderia sia un locale di servizio, non significa che debba essere trascurata, buia e priva di fascino.

La foto sopra ne è un esempio. Il locale fa parte di una casa di campagna svedese, dall’arredo country chic, molto semplice, come essenziale è il design scandinavo. La distribuzione dei mobili (riconosco elementi delle cucine Ikea) e la scelta degli accessori riscaldano questo ambiente e lo rendono unico…

case-interni-lavanderia-organizzazione-colori-shabby-2

Sullo sfondo bianco delle pareti, del soffitto e degli armadi, risaltano gli elementi in legno e materiali naturali. Scatole di legno, cestini di vimini, manici di cuoio richiamano la tonalità del legno della porta e del piano di lavoro e allo stesso tempo aiutano nell’organizzazione. Il grigio delle piastrelle del pavimento bilancia il tutto ed è ripreso in alcuni accessori e nei serramenti delle finestre, anche se in tono più chiaro. [fonte foto: qui e qui]

colori-palette-arredamento

colori-palette-shabby chic-scandinavo

Leggi anche:

Anna e Marco – CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Salone del mobile di Milano 2016 speciale bagno

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto

milano 2016

iX cristina rub

cannuccia-di-brem design bertazzi + percoco
Uno degli elementi più POP e frizzanti di tutto il salone del mobile è stato senza dubbio Cannuccia è un nuovo complemento di design di Brem pensato per il bagno. Si tratta di un termoarredo che vanta una forma che non può certamente passare inosservata e che è stato disegnato da Bettazzi + Percoco Architetti.
2367
Bellissimo contrasto di materiali per il mobile bagno in acciaio e legno di recupero dell’azienda SIGNE
2225
L’eleganza e la cura dei dettagli, come il porta-asciugamani integrato nello specchio, nell’arredo-bagno di Antonio Lupi.

Io e Marta siamo state a Milano con la nostra amica cara amica Anna, direttrice del punto vendita Orsolini Aurelia a Roma, che è stata anche il nostro Cicerone, per quanto riguarda tutte le novità nell’ambito bagno del salone del Mobile di Milano 2016.

L’esperienza è stata come sempre bellissima, euforica ed inebriante, per la design week, come la chiamano i più fighetti, Milano si trasforma. La città intera è in fermento, in festa e diventa un’esperienza bellissima visitarla non solo per gli addetti ai lavori.

Tralasciando le nostre avventure, la mia ansia per la prima trasferta con pernottamento da quando è nato Matteo ecc., in questo post, come anticipato parleremo soprattutto di ambiente bagno.

Cominciamo con il dire che sono tornati gli anni 70, dopo gli anni ’20 i ’50 e i ’60 ecco ora i favolosi seventeen al servizio del design.

Il vintage abbraccia con amore le bellissime linee anni settanta dei mobili da bagno che assomigliano sempre di più a tolette, buffet e consolle.

2204
Una vera e propria moderna consolle proposta da FGB in marmo e ferro
2244
Interpretazione moderna della toletta
2281
Meraviglioso termoarredo retrò, pezzo forte di Brem
2261
Il bellissimo progetto di Giovanna Talocci per Gran Tour prevede anche una comodissima toletta inserita nel mobile del bagno

IMG-20160413-WA0068

Immagine
Allestimenti retrò per Antonio Lupi

I materiali non possono essere che legno, vetro fumé (che credevo di non amare ed invece è elegantissimo e fashion!) e poi marmi, marmi e ancora marmi.

I marmi dominano i piani dei mobili, pavimenti e rivestimenti e soprattutto i bellissimi oggetti di design come persino vasche da bagno!

2196
…vetro fumè…
2180
La provocazione di SIGN è la bellissima vasca da bagno scavata in un unico blocco di pietra Charlotte!
2227
La vasca Kora del designer Enzo Berti per la giovane azienda di Decomarmi Kreoo
2229
Sempre Kreoo propone a parete meravigliosi intrecci e intarsi in marmo e metallo
Marmo by iB Rubinetti
Bellissima l’interpretazione del marmo di iB Rubinetti che, in collaborazione con Antonio Gardoni e Federico Castelli, designer bresciani, ha scelto i due marmi iconici: bianoco carrara e nero marquinia

Le finiture delle rubinetterie abbandonano l’acciaio brillante per legarsi indissolubilmente alle finiture ramate, ottonate, graffiate.

Bellissima la finitura canna di fucile, nera ma non troppo, e l’ottone spazzolato, la mia preferita, che aziende lungimiranti realizzano già da decenni ma che ora è divenuto di grande tendenza.

CEA design è una delle aziende di rubinetterie più all’avanguardia nella ricerca del design a mio parere e da tempo aveva sposato l’estetica dell’acciaio spazzolato dunque la sua sfida per il 2016, in totale controtendenza (ma che farà tendenza) è stato…il legno!

2174
Acciaio inox spazzolato per la nuova serie iX di Cristina rubinetterie da sempre leader del settore
2176
L’acciaio inox , nella versione super glam spazzolata, è perfetto anche per gli esterni. Bellissimi gli elementi doccia tubolari presentati da Cristina Rubinetterie.
2207
La classica rubinetteria con manopole a stella si veste anche del colore nero opaco diventando modernissima…
finiture CEA5
CEA design presenta la palette di quattro essenze composta da rovere, teak, noce canaletto e wengé, applicata alle collezioni Giotto, Ziqq e Bar. Le caratteristiche dei materiali rendono il prodotto applicabile in qualsiasi condizione ambientale, anche nelle zone di mare.
finiture CEA4
La finitura spazzolata è caratteristica dell’azienda di rubinetti CEA design
finiture CEA
Le finiture CEA

I colori sono quelli pastello, che a me fanno tanto pensare a caramelle e macarones: rosa e azzurro (che poi sono anche i colori pantone dell’anno) verdi lime& co.

vivi
Anche l’interessantissima collezione VIVI disegnata dalla designer Giovanna Talocci per Grantournè declinata nei colori pastello ora di moda. Qui in glicine
IMG-20160413-WA0066
Colori pastello per i bellissimi mobili da bagno Artlinea qui in rosa
finiture CEA 2
CEA sceglie le vernici all’acqua quale trattamento di protezione e decorazione dell’acciaio a basso impatto ambientale. A contatto con l’aria queste si essiccano creando sulla superficie trattata una pellicola protettiva continua, sottile, resistente ed elastica che garantisce un elevato livello di resistenza meccanica e chimica e una lunga durata nel tempo nel rispetto dell’ambiente. Le vernici ad acqua permettono di ridurre del 90% le emissioni nell’ambiente di polveri tossiche derivanti da vernici a solvente o altri derivati del petrolio. Con la collezione Gastone, CEA mette a disposizione un ampio assortimento di colori finitura matt brillante, particolarmente piacevole al tatto.

L’ambiente bagno diventa sempre di più una stanza come tutte le altre da vivere ed arredare, hanno proprio ragione i francesi a chiamarla sale de baine perché si tratta proprio di una sala. Una stanza dove trascorrere del tempo, curarsi del proprio benessere ma anche ascoltare musica ed utilizzare la tecnologia come abbiamo visto nell’interessantissima proposta dell’azienda Grantour, che ha presentato un progetto disegnato dalla designer Giovanna Talocci. Il progetto innovativo propone un bagno super tecnologico ed accessoriato con diffusore per la musica, porta i-pad ecc. ma non rinuncia a forme gentili e colori di tendenza.

vivi talocci per grantour
Il progetto per la Grantur realizzato dalla designer Giovanna Talocci si chiama VIVI proprio per l’intento di rendere il bagno una stanza super accessoriata da vivere intensamente, ascoltando musica, lavorando, utilizzando la tecnologia, prendendosi cura di se stessi
2388
Molto intelligente l’idea di donare un interfaccia riconoscibile alle ante del mobile…quelle colorate nascondono delle funzioni: portapanni, cassettiera orologio, tecnologia di amplificazione per ascoltare la musica…
2391
le mensole sono studiate con pratici alloggiamenti in cui inserire i-pad e telefonini.
2395
All’interno del piano del mobile anche una comodissima toletta per la bellezza.

Sempre di più il bagno diventa una camera da arredare in modo prezioso e superaccessoriato e in questo post troverete tutte le novità più interessanti del 55°salone del mobile di Milano.


 
 

Il progetto di Flavia: una parete attrezzata ad angolo con armadio e libreria

Pubblicato da blog ospite in ArredaClick, BlogArredamento Aziende, Idee

Vorrei un progetto per realizzare una parete attrezzata ad angolo con armadio, libreria e cassetti. Le dimensioni da considerare sono le seguenti: altezza massima soffitto cm 180, larghezza parete A 385 cm, larghezza parete B 265 cm, ingombro massimo sulla parete C 186 cm. Ho dato un’occhiata alle vostre pareti attrezzate e alle soluzioni armadi battenti e librerie componibili e ho preparato delle piantine indicative. Potete valutare la fattibilità del progetto ed eventualmente propormi miglioramenti o alternative?

Progetto realizzato dal Cliente - mobile ad angolo per soggiorno

 

Parete A: lunga cm 385, da attrezzare con vani a giorno ad uso libreria

 

Parete B: lunga cm 245, da attrezzare con armadio ad ante battenti e armadio battente ad angolo

 

Parete C: lunga cm 186, da attrezzare con armadio battente e cassettiera a 3 cassetti

 

Il Cliente ha le idee chiare e sa perfettamente come deve essere il suo mobile ad angolo con ripiani libreria, ante battenti e cassetti. Progetto e bozze alla mano, Flavia si è concentrata sui prodotti che permettono tale configurazione e sulle dimensioni effettivamente disponibili.

 

Libreria

Nel progetto è inclusa una libreria a 3 colonne e 21 ripiani con profondità cm 36 e altezza cm 178. Di seguito le considerazione fatte da Flavia del Servizio Clienti.

Per progettare una libreria simile è necessario far riferimento ad Almond, libreria componibile e realizzabile praticamente su misura.

Configurazione
La libreria Almond può essere composta da elementi lineari cm 30, 45 o 90. Non è possibile prevedere moduli da cm 95 e 100 come previsto dal Cliente. Per questo motivo, e per mantenere equilibrio e simmetria nel mobile, tutte e tre le colonne avranno una larghezza di cm 90.

Profondità
La richiesta del Cliente è quella di avere un mobile profondo cm 36, la libreria Almond può avere profondità cm 32,8 o cm 45,6. Le soluzioni possibili sono due: la prima prevede la scelta del modulo p.45,6 e una riduzione su misura che comporta un sovrapprezzo; la seconda consiste nel scegliere direttamente una libreria di profondità minore, in questo caso p.32,8 cm.

Altezza
Il Cliente ha previsto una libreria alta cm 178 con soffitto h.180 cm, la libreria deve avere 7 ripiani per colonna. Questa configurazione è possibile solo adottando tagli su misura e aggiungendo dei ripiani. Spieghiamo meglio: la libreria Almond prevede diverse misure standard e quella che più si avvicina alla configurazione desiderata è cm 186 con 5 ripiani per colonna. Flavia consiglia quindi al Cliente una riduzione in altezza e l’aggiunta di 2 ripiani per colonna.
In questo caso specifico non è possibile progettare una libreria alta 178 cm poichè durante le operazioni di montaggio è necessario uno spazio libero di almeno 3,5 cm per inserire facilmente il ripiano superiore sullo schienale. La soluzione migliore è una libreria con altezza pari a cm 176.

 

Armadio Battente

Per progettare un armadio simile a quello inserito dal Cliente nel suo progetto per soggiorno è necessario far riferimento a Tilt, armadio componibile e realizzabile praticamente su misura.

Armadiatura su parete B
È stato necessario rivedere le dimensioni fino ad arrivare a cm 96 + 48 + 105. Flavia ha consigliato la scelta di questi moduli per sfruttare interamente la parete e soprattutto per evitare tagli su misura che avrebbero comportato ulteriori costi.

Il modulo su cui poggia la libreria ha un’anta fissa ed una apribile, quest’ultima ed è dotata di apertura a destra con cerniere a destra. La libreria prevista sulla parete A verrà quindi posta contro l’anta fissa dell’armadio previsto per la parete B. Questa soluzione con frontale fisso di raccordo è stata progettata e realizzata espressamente per il Cliente.
L’armadiatura continua con un secondo modulo con anta verso destra con cerniere a destra. Nell’angolo un modulo angolare dotato internamente di 1 ripiano e 4 tubi appendiabiti con foratura a grappolo ogni cm 36,8.

Armadiatura su parete C
Anche in questo caso le dimensioni sono state modificate: cm 102 + 48
Il modulo angolare continua su questo lato, affiancato da un modulo con ante e cassetti dotato nella parte superiore di anta battente verso destra con cerniere a destra e in quella inferiore di 4 cassetti a vista. Per nascondere la cassettiera all’interno dell’armadio è sufficiente prevedere un’anta unica.

Lavorazioni su misura
Tutti i moduli dell’armadio Tilt possono essere modificati con lavorazioni su misura. In questo caso specifico tutti i moduli hanno un’altezza ridotta su misura. La dimensione standard è di cm 186, la riduzione ha portato l’intero mobile da soggiorno ad un’altezza di cm 176. Il ragionamento è il medesimo fatto per la libreria: è necessario uno spazio superiore libero di cm 3,5 per garantire le corrette opere di montaggio. La larghezza di alcuni moduli è invece stata modificata tenendo conto delle richieste del Cliente e dell’effettiva fattibilità.

L’immagine che segue mostra il progetto finale, rivisto da Flavia e approvato dal Cliente.
Le misure sono indicative, per un approfondimento completo è necessario valutare anche ulteriori dettagli.

 

Le potenzialità della libreria Almond e dell’armadio Tilt sono illimitate e se si decide di includerli nello stesso progetto i risultati possono davvero essere numerosi. Queste immagini rappresentano un esempio di cosa è possibile realizzare abbinando la libreria Almond e l’armadio battente Tilt.

Armadio battente Tilt e libreria Almond

Armadio Tilt con liberia Almond, soluzione ad angolo

Libreria Almond soluzione ad angolo

 

Il nostro Servizio Clienti è a vostra completa disposizione per qualsiasi emergenza arredativa. Contattateci per progetti personalizzati e per consulenza sulle potenzialità di tutti i nostri mobili componibili.

 

Tags: ,

 
 

Milano Design Week 2016 – Nonostante Marras

Pubblicato da blog ospite in Design, REDaddress

In fondo a un cortile, in un ex officina in zona Tortona, riapre lo
showroom di Antonio Marras, non solo negozio, ma anche punto di incontro,
“artemodalibriantiquariatosaladathè”… uno spazio poetico e affascinante, 
dove curiosare tra gli stupendi abiti di Antonio Marras e oggetti e
accessori di modernariato. In cortile tra grandi mazzi di fiori colorati 
e cestini,potrete fare una sosta sotto al pergolato di glicine,gustandovi 
qualche specialità sarda in un posto incantato. Semplicemente non vorrete 
più andare via…

gli esterni di “Nonostante Marras” con bar e ristorante sotto al pergolato di glicine

l’angolo dei fiori e cesti in vendita e un tavolino del bar con tovagliette e menù personalizzati

l’interno dello showroom con la nuova tappezzeria disegnata da Antonio Marras per Wall&decò

suggestioni barocche, mobili bacheca e collezioni di specchi vintage

tavole allestite in occasione del Salone del mobile  e una mostra fotografica con ritratti di anziani 
contadini sardi realizzate da Daniela Zedda. 

ancora un angolo del ristorante funzionante durante il Salone del Mobile e un’installazione
con totem di terracotta e fili di canapa nello spazio del Circolo Marras
Nonostante Marras – Via Cola di Rienzo, 8 – Milano

photo by Marzia Malli e Arianna Battistessa per Redaddress


 
 

Una fotografia per dare personalità alle pareti!

Pubblicato da blog ospite in Lorenzo Magi

La fotografia è una mia grande passione e trovare il giusto modo di integrarla anche nella progettazione degli interni è una sfida che accolgo e ricerco spesso nei miei lavori.

0

Amo la fotografia perché è uno strumento potentissimo, capace di riprodurre all’infinito un attimo vissuto in realtà per pochi istanti; i grandi fotografi riescono a narrare una storia grazie ad un solo scatto, trasmettendo sensazioni che, nella maggior parte dei casi, osservando la stessa scena, il nostro sguardo non sarebbe capace di cogliere.

Ritornando alla nostra casa, molto spesso accade di avere una parete spoglia, che vorremmo decorare in qualche modo, ma senza avere idee di alcun tipo. Una bella foto in questo caso può essere veramente l’idea giusta!

A tal proposito in questi giorni ho avuto modo di provare i quadri e le stampe su tela canvas di Pixtury, un servizio veramente interessante del quale vi vorrei parlare.

Pixtury è un sito innovativo che permette di scegliere quadri moderni, poster e stampe artistiche per portare eleganza e originalità nei tuoi ambienti. All’interno della gallery è possibile scegliere tra un numero veramente elevato di fotografie di alta qualità, scattate da fotografi selezionati ed emergenti. Il vero obiettivo  è quello di rendere la fotografia artistica accessibile a tutti, e Pixtury cerca di ottenere tutto questo offrendo al pubblico stampe libere da firme e numerazioni.

Le stampe inoltre possono essere realizzate in diversi formati e con diversi supporti, per cui avrete una vasta scelta per individuare l’oggetto che meglio si inserisce all’interno della vostra casa.

6

Personalmente ho ordinato un poster in bianco e nero, e devo dire che la qualità di stampa è veramente ottima.

La profondità dei neri è notevole e le gradazioni di grigio sono rese bene, senza gradini nella luminosità dei grigi stampati. La risoluzione è elevata e garantisce bene anche stampe a formati grandi.

28042016-_DSC9579

Un’ultima considerazione va anche alla carta fotografica, che è opaca e di buonissima qualità, per cui il risultato finale è sicuramente eccellente.

Date quindi uno sguardo a Pixtury se volete dare un tocco di design alla vostra casa, può essere una soluzione perfetta per donare carattere e unicità ad una parete che altrimenti risulterebbe vuota e triste!

A presto!


 
 

Weekend ♥ DIY #7

Pubblicato da blog ospite in Decor, Paz Garden

Vivere quotidianamente la semplicità in tutte le sue forme, ovunque intorno a noi, può a volte fare la differenza nella percezione che abbiamo delle nostre vite, delle nostre reali necessità e delle cose per cui varrebbe sempre la pena essere grati.
Anche scegliere come impiegare un pomeriggio, o quale attività preferire ad un’altra diventa un modo per liberarsi di pensieri e modi di fare superflui.
Ed anche un DIY può trasformarsi in un piccolo momento di funzionalità alla ricerca del bello…
Buon bellissimo weekend!

ROOM SPRAY via DESIGN LOVE FEST
CERAMIC PHOTOPHORES via LILI IN WONDERLAND
ORIGAMI FOLDS via MONSTERS CIRCUS
RING DISPLAY via THE MERRY THOUGHT
KEYS HOLDER via LILALIV


 
 

Creare un coloratissimo angolo relax in stile boho chic

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor, Idee
dettagli home decor

Se avete apprezzato l’interno etnico bohemien della fantastica casa sulle alture di Marsiglia, oggi vi proponiamo un’idea facile e low cost per creare un coloratissimo angolo relax in stile boho chic.


Proprio come nell’immagine sopra, riciclate dei vecchi pallet per realizzare la struttura del divano, ne bastano solo due che dovrete unire con dei bulloni. Se desiderate potete colorare il legno o lasciarlo naturale, inoltre se desiderate potete applicare alla base della struttura delle rotelle che vi permetteranno di spostarlo con facilità.
Per completare e dare vita al vostro coloratissimo angolo relax in stile boho chic non resta che scegliere una bella coperta per rivestire il materasso e aggiungere tantissimi cuscini dai colori vivaci, in diverse fantasie e dimensioni.
In questo caso sono stati utilizzati dei bellissimi tessuti indiani “Kantha”, una particolare tecnica di  lavorazione su stoffa che unisce il ricamo e la trapunta, una tecnica antica nata per riciclare pezzi di stoffa e vecchi sari diventati inutilizzabili.

dettagli home decor
dettagli home decor
Nel noto e-commerce Etsy, così come in molti altri store on line, si trovano innumerevoli cuscini e trapunte indiane.
dettagli home decor
immagini via Pinterest

Questo particolare elemento d’arredo è ideale per arredare un angolo all’interno di casa ma può essere un’idea interessante per creare  un’area relax  nel terrazzo oppure in un angolo del giardino.



Tags:

 
 

Unifamiliare di V&A: progettazione soggiorno con cucina separata

Pubblicato da blog ospite in Easy Relooking

In questo articolo ti presento uno degli ultimi progetti conclusi: la progettazione di interni di una casa unifamiliare in costruzione. Non è la prima volta che mi capita di progettare gli interni di un’abitazione che è in fase di realizzazione: avevamo già visto la casa di F&F in “Come arredare un open space cucina e soggiorno”  dove avevamo un open space con cucina a vista. E non sarà l’ultima visto che proprio mentre pubblico l’articolo sto già lavorando alla disposizione di interni per un’altra casa in costruzione!
Rivolgersi a un professionista mentre la casa è in fase di realizzazione è un’ottima soluzione, perché si ha molta più libertà nelle scelte e si può studiare una soluzione ad hoc senza (o con pochi) compromessi.

In questo progetto in particolare, si è iniziato considerando la cucina e il living, dove la zona pranzo e la zona soggiorno sono ben distinte.
Continua nel post per scoprire chi ci abiterà e quali erano le esigenze e i desideri da rispettare!

Progettazione soggiorno con cucina separata

COLPO D’OCCHIO
Chi ci abiterà: una giovane coppia, in dolce attesa
Richieste: camino, per cui era già stata prevista la canna fumaria, zona armadiatura in ingresso per le giacche degli ospiti, piano cottura su isola o penisola posizionata centralmente in cucina, senza piano snack
Stile: contemporaneo, moderno

 

Progettazione soggiorno con cucina separata

 Iniziando dall’ingresso, l’idea proposta è stata quella di creare un ribassamento sinuoso che avesse lo scopo di:
  • Delimitare la zona ingresso dalla zona living
  • Inglobare la colonna portante che altrimenti sarebbe stato isolata in mezzo al soggiorno
  • Accogliere gli ospiti, creando un percorso luminoso studiato con faretti regolabili con il dimmer

La creazione del ribassamento permette inoltre di inserire una striscia led di luce bianco-calda rivolta verso la zona living. Un mobile sospeso con anta a ribalta e con mensole in Briccola di Venezia arreda l’ingresso senza appesantirlo.

La creazione del ribassamento permette inoltre di inserire una striscia led di luce bianco-calda rivolta verso la zona living.
Un mobile sospeso con anta a ribalta e con mensole in Briccola di Venezia arreda l’ingresso senza appesantirlo.
La finitira Briccola mi piace molto e permette di scaldare un mobile che solo opaco potrebbe rendere troppo freddo l’ambiente. Questo mobile lo trovi su Arredaclick, con cui EasyRelooking ha una partnership: progettando cone me, si può accedere anche a un piccolo sconto aggiuntivo sui prezzi già scontati di Arredaclick.

La carta da parati diventa protagonista

Già dall’ingresso si intravede quella che è la vera protagonista della sala: una carta da parati della Wall&Decò sui toni del verde e oro. Inserisce un elemento di verde, staccando dai colori grigi tenui e bianchi della sala. Contrasto creato apposta ovviamente! La carta da parati inoltre ha la funzione utile di nascondere la zona armadiatura per le giacche degli ospiti, creata su misura.

Progettazione soggiorno con cucina separata

Un armadio nascosto, chi non lo vorrebbe?

Progettazione soggiorno con cucina separata

Anche il mobile del soggiorno è studiato su misura, con la parte a sinistra del camino (posizione obbligata) sfruttata in altezza con ante push pull e vani a giorno.
Tutto rigorosamente laccato opaco sulle tonalità del grigio perla.

Il divano bifacciale crea continuità tra zona soggiorno e zona pranzo

Il divano modulare di Bonaldo è anche bifacciale e dà continuità tra la zona soggiorno e la zona pranzo. In un dopo cena, chi si siede sul divano può rivolgersi anche verso il tavolo da pranzo!

Progettazione soggiorno con cucina separata

E’ nella sala da pranzo che ritroviamo il colore, sempre equilibrato e non invadente. Il grigio si abbina al senape spento della parete, intonato alla madia by Lema, con colori scelti ad hoc (madia disponibile in moltissime combinazioni di colore).

Progettazione soggiorno con cucina separata

Progettazione soggiorno con cucina separata

Per la cucina, il piano cottura è centrale

Progettazione cucina separata da soggiorno

Si arriva infine alla zona cucina, con doppia apertura su soggiorno e sala da pranzo. Nonostante, devo ammetterlo, i miei tentavi di convincere i committenti a modificare e/o a chiudere le aperture della cucina (per avere uno composizione più lineare e una cucina con molto più spazio contenitivo), i committenti hanno preferito mantenerla così.

Progettazione cucina separata da soggiorno

Qui il progetto ha previsto il piano cottura su penisola che fosse disposto al centro della composizione e armadiatura con colonna forno e dispensa. Frigorifero a parte e a libera installazione. Il grigio opaco delle basi della cucina, da sembrare quasi bianco, si abbina al grigio blu spento dei due pensili, richiamati dalle bellissime piastrelle Tratti di Mutina nella combinazioni di colori più accesa.

Progettazione cucina separata da soggiorno

Piastrelle rivestimento cucina Tratti by Mutina

Tratti by Mutina

Cosa ne pensi di questo progetto?
Se lo hai apprezzato, fammelo sapere nei commenti o con un Mi Piace al post!Cosa invece avresti inserito di diverso?Trovi il book caricato anche nella sezione progetti con indicati alcuni degli arredi inseriti.

L’articolo Unifamiliare di V&A: progettazione soggiorno con cucina separata proviene da easyrelooking.


 
 

Sense of summer

Pubblicato da blog ospite in Idee, Nook Twelve
DSCN7209

Summer is the cool showers after a day in the sun, when the water washes away the sand with  skin tingling in a way even the most expensive exfoliator can’t emulate. It’s the barefoot moments on balconies at dusk when the skies wash to pink and the night feels young and thrilling because dinner isn’t until midnight and afterwards, something totally spontaneous that won’t finish until way too late.  It’s the treks to the quieter beaches and watermelons split open and dripping onto knees. The striped beach towel and the volleyball in an old mesh bag, both breaded in sand, so much sand it spills all over the floors at the front door. The late nights in shorts and bare faces sweaty and hot, hands filled with iced drinks in plastic cups.

This is the way I like summer to remain in my memories. And why not in my home too.  I shared my favorite things about the coastal style at Dalani. Al the little things that can transform your city apartment into a beach cottage. You have few days left so go and shop, bring the summer in your home.

Ibiza Summer

 

The post Sense of summer appeared first on Nook Twelve.


 
 

Una casa in perfetto stile etnico e bohemien

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Interiors, Stili
dettagli home decor

Per chi desidera una casa dai colori vivaci, arredata con mobili, complementi e accessori decor in differenti stili combinati armoniosamente tra loro, questa particolare dimora dal fascino antico vi offrirà molte idee e spunti da copiare!


Emma François, ideatrice del marchio di moda francese Sessun, ha trasformato un  edificio risalente al XIX secolo situato sulle colline di Marsiglia, nella sua bellissima casa in perfetto stile etnico bohemien e dalla forte personalità.
Ogni ambiente è fantastico mix di mobili e oggetti di design anni ’50 e ’60 circondati da fantastici tappeti e tessuti etnici, oltre ai molti e  particolari oggetti di artigianato acquistati durante i suoi viaggi in Marocco, Perù, Messico, Laos. Un perfetto mix&match di stili che rendono questa casa un luogo caldo e accogliente.

dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
immagini via Glamour Paris



Tags: ,

 
 




Torna su