Archive for maggio, 2016






 
 
 

Alla velocità della luce, nuovi traguardi per il mondo dell’illuminazione

Pubblicato da blog ospite in Design, Luxemozione

Link all’articolo originale: Alla velocità della luce, nuovi traguardi per il mondo dell’illuminazione
articolo scritto da: Giulia

Il 16 Giugno, dalle ore 14:00 alle ore 18:00, si svolgerà presso il Palazzo Pirelli, al 31° Piano Belvedere, il convegno  dal titolo “Alla velocità della luce. Nuovi traguardi per il mondo dell’illuminazione”, organizzato da AssilAssociazione Nazionale Produttori Illuminazione.

Approfitto di questo evento, a cui noi di Luxemozione sicuramente non mancheremo, per descrivere alcune tematiche di cui si è sentito parecchio parlare negli ultimi tempi e che , vista anche la premessa dello scorso Light & Building di Francoforte, con assoluta certezza riguarderanno anche il mondo dell’illuminazione.

Di questo e molto altro si parlerà all’evento  Alla velocità della luce. Nuovi traguardi per il mondo dell’illuminazione del 16 giugno.

I LED, ormai da anni, si sono affermati nel mercato dell’illuminazione, mantenendo molto attiva la continua evoluzione della tecnologia. Tra i punti di forza della tecnologia SSL, oltre all’elevata efficienza luminosa, sono la facilità di gestione, di  configurazione ed adattabilità con sistemi intelligenti.

Internet of Things (IoT)

Si affianca a questa rivoluzione, l’evoluzione dell’elettronica e delle reti di connessione, le quali consentono di sfruttare i punti luce come veri e propri strumenti per la trasmissione di dati, rappresentando una delle vie più efficaci per la diffusione e l’utilizzo dell’”Internet of Things” (IoT).

Qua sotto un video in cui Michele Vianello spiega il concetto di Internet of Things e Smart Cityes

Questa rivoluzione apre le porte alla connettività globale fra tutti quei sistemi che fanno parte integrante dell’edificio. Gli oggetti intelligenti dialogano direttamente tra loro, creando vantaggi e facilitazioni di utilizzo e gestione rilevanti. Di conseguenza diventa inevitabile un’alfabetizzazione informatica dell’utente, che ora si trova ad utilizzare piattaforme touch e interfacce intuitive.

michele vianello Internet of Things
Immagine courtesy Michele Vianello

I dati utili, i cosiddetti Big Data, vengono raccolti non solo più dai sistemi di rilevazione o di videosorveglianza, ma da oggi anche dall’apparecchio di illuminazione, che grazie a particolari sensori, diventa parte integrante degli strumenti per la raccolta di informazioni che possono essere utilizzate, ad esempio per migliorare le esperienze dell’individuo all’interno di uno store, o per fini di sicurezza, o per migliorare le condizioni di salute personale dei degenti in un ospedale. Le applicazioni sono davvero infinite!

Le tecnologie di ricerca, condivisione e comparazione di dati possono essere messe al servizio della gestione e del controllo della città e dei suoi cittadini. Interessante il concetto di relazione fra umani e oggetti , che sempre di più sta diventando un rapporto di stretta convivenza, non solo in ambienti casalinghi e lavorativi, ma anche all’esterno, specialmente in ambienti urbani. Dunque, luci Smart ed interconnesse, a sottolineare l’importanza della relazione tra scenografie luminose e necessità dell’individuo che vive lo spazio illuminato.

Human Centric Lighting

L’attenzione sarà dunque spostata verso il sistema, che dovrà adattarsi alle esigenze degli utenti garantendo sempre più versatilità e adattabilità, con il fine ultimo di garantire una migliore qualità della vita.

Su questa premessa  si basa il concetto di  “Human Centric Lightin (HCL)”. Attenzione, ciò non significa che, dall’altra parte, esiste una progettazione della luce “non Human Centric”. E’ l’individuo l’elemento centrale  di ogni progettazione della luce.

Il termine Human Centric Lighting riferisce, nello specifico, all’utilizzo della luce artificiale quale mezzo per garantire il benessere dell’individuo attraverso  il mantenimento regolare dei ritmi circadiani, possibile grazie ad una gestione intelligente dell’illuminazione.

Questo ha portato alla consapevolezza che il benessere dell’individuo è da considerarsi quale elemento centrale della progettazione della luce: dove non è sufficiente affidarsi ai parametri oggettivi della normativa, ma si rende necessario considerare le esigenze dell’utilizzatore dello spazio.

Ritmi circadiani LDT

Nuovi attori e nuove tecnologie intelligenti stanno avendo il sopravvento sulla vita di tutti i giorni, con il fine ultimo di garantire, in ogni applicazione, il benessere del singolo individuo, creando una rete in-cloud che raccoglie tutti quei dati che servono per il miglioramento dell’ambiente che ogni giorno viviamo.

Casambi sistemi di gestione
Immagine courtesy Casambi

Nuovi traguardi per il mondo dell’illuminazione

Il convegno di Assil è un appuntamento da non perdere. Offrirà una panoramica sulle ultime tendenze nel settore del lighting e sarà un momento di riflessione e confronto tra gli operatori del settore. Inoltre sono stati autorizzati 3 CFP dall’Ordine degli Ingegneri di Milano e 3CFP agli iscritti all’albo professionale dei Periti Industriali. In via di approvazione l’accreditamento di 2 CFP dall’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano.

La partecipazione è gratuita, ma i posti sono limitati pertanto è necessario registrare la propria partecipazione al sito. Argomenti interessanti e innovativi, con la possibilità di partecipare alla discussione finale della tavola rotonda.

Sul sito dell’evento informazioni aggiuntive sui relatori e altre info utili.

Ci vediamo dunque il 16 Giugno!

Puoi ripubblicare i contenuti di questo articolo solo in parte e fornendo un link all’articolo originale.
Link al post originale:Alla velocità della luce, nuovi traguardi per il mondo dell’illuminazione
Copyright © Giacomo Rossi.

Tags: , ,

 
 

Decorazioni fai da te per terrazze e giardini

Pubblicato da blog ospite in Idee, Maison Rock Coucou
Tra meno di un mese inizierà l’estate e le nostre case saranno un tutt’uno con terrazze e giardini… allora, non possiamo non pensare a come vivere questi spazi, a come farli diventare dei piccoli salotti all’aria aperta, angoli da dedicare al relax e alla compagnia di amici.
Il bello è anche che questi ambienti, più di altri, si possono rendere speciali solo con un pizzico di creatività e inventiva, senza spendere chissà quanto per arredarli!


Quindi, ho “stilato” :) un piccolo elenco di lavori fai da te ideali per rendere speciali i nostri piccoli spazi all’aria aperta:



Rallegrare le pareti con vasi fioriti e aromatiche

Non c’è niente di più allegro che ammirare i fiori che sbocciano; 
regalano vita, colore e profumi. 
Un’idea è quella di appendere i vasi anche alle pareti e scegliere un tema, ad esempio una tonalità di colore e giocare poi con le sue sfumature. Quest’anno, per la mia terrazza, ho scelto tre colori: bianco, rosa e rosso!
Ricordate di dipingere anche i vasi e di inserire sempre tante aromatiche;
non solo sono belle, ma profumano l’aria e tengono lontano gli insetti;


pinterest.com

levendulamagazin.hu
Creare dei veri e propri salotti all’aria aperta


Non importa che abbiate o meno dei comodi divani per esterni;

oggi si possono realizzare anche con i pallet, creando quello stile bohemien tanto di moda.
Inoltre sono comodi anche perché possono funzionare come elementi modulari, cambiando composizione a seconda delle proprie esigenze.
Psss… Un accorgimento: usate per i cuscini fantasie spaiate tra schienale e fondo.



pinterest.com
Studiare angoli relax


Basterà una poltroncina con un poggiapiedi e almeno due piante fiorite attorno. Non dimenticate un comodo cuscino e un piano d’appoggio per libri e bevande. 




stylizimoblog.com
Distribuire tappeti e cuscini sul pavimento


Un’idea utile soprattutto se avete ospiti. 

Usate anche tappetti di casa e osate con i colori dei cuscini: l’estate è allegra! 
E non dimenticate candele e lanterne!!



www.digsdigs.com


Rallegrate le serate con lucine colorate

Appendetele tra i rami delle piante, sopra la finestra o sul patio. Ogni appoggio è valido pur di inondare di luce le serate calde.


buddhainteriors.tumblr.com
Un lampadario scenografico fai da te

Se vuoi creare un effetto strepitoso, adorna punti strategici con lampadari grandi realizzati da te. Li puoi creare con ghirlande, rami di piante, materiale riciclato, nastri, pompon di carta… Su internet trovi tanti tutorial come questo.

oregonfairy.tumblr.com
Un letto che dondola


Se avete la possibilità, dedicate uno spazio all’amaca, la regina dell’estate!

Ma dev’essere protetta dalle zanzare e con un telo in tessuto naturale.
Se poi avete bimbi… per ché non realizzare un’altalena fai date?



shelterness.com

handmadecharlotte
Inventare letti per le pennichelle!


… con una trapunta o un materassino rivestito di teli e cuscini. Un tocco romantico, ma anche funzionale, appendere ad un ramo una zanzariera in tulle!



moodboard.typepad.com

fashionmenow.co.uk

Tags: ,

 
 

Benvenuti da Roberta! Homerefreshing di un ingresso a misura di richieste.

Pubblicato da blog ospite in HomeRefreshing, Idee
Devo iniziare questo post con una confessione:
Sono un disastro a fare foto.
In alcune situazioni favorevoli la fortuna mi ha anche aiutato (ad esempio negli ampi e luminosi spazi aperti di Danimarca e Camargue) ma in interni, con spazi ristretti, poca luce e tante altre difficoltà di cui non sono nemmeno  consapevole, fare delle foto che spieghino il mio lavoro è al di fuori delle mie possibilità (sia per la mancanza di tecnica che per la mancanza di strumenti adeguati).
Quindi per capire questo piccolo progetto dovrete affidarvi alle mie parole e ai disegni perché le foto, purtroppo, non rendono giustizia al risultato finale di questo lavoro.
A mia discolpa posso dire che, preso atto della gravità della situazione, sto piano piano cercando di capire come funziona una macchina fotografica quindi spero, in un breve futuro, di riuscire a postare foto degne di un blog serio. 
Fine della confessione, iniziamo il racconto.
Conosco Roberta, la proprietaria di questo appartamento da parecchi anni.
Qualche tempo fa ha acquistato un appartamento in un condominio dei primi anni ’80, in buone condizioni ma con alcuni lavori da fare che all’epoca ha seguito personalmente, scegliendo da sola materiali e finiture.
Era uscita talmente stremata dallo stress della ristrutturazione che per un pezzo non ha voluto saperne di avere artigiani in giro per casa.
Quando l’ho incontrata mi ha raccontato che avrebbe voluto trovare il coraggio di sistemare il suo ingresso, oltre che per motivi estetici soprattutto per motivi pratici perché, per la loro famiglia di quattro persone, stava diventando indispensabile organizzare lo spazio di entrata in modo da  contenere e avere a portata di mano scarpe e giacche di uso quotidiano . 
Le richieste di Roberta:
- Un armadio capiente che non opprimesse lo spazio, che non rimpicciolisse visivamente l’ingresso;

- Una scarpiera abbastanza spaziosa da contenere le scarpe di tutti;

- Nascondere alla vista il quadro elettrico;

- Mantenere la colorazione arancione della porta di ingresso;

- Integrare le stampe di Escher, artista molto amato dal compagno di Roberta ;

Ecco come si presentava l’ingresso:

Ecco le due proposte che avevo sottoposto a Roberta:

LA PRIMA
prevedeva un armadio lineare, con 4 ante (due per i cappotti e due con interno attrezzato a scarpiera) realizzato a sinistra dell’ingresso, racchiuso tra la parete e una spalletta in cartongesso da realizzarsi su misura. Il quadro elettrico rimane all’interno dell’armadio, nascosto alla vista. Di fronte solo una sedia di design, un tavolino e un comodo specchio.

LA SECONDA
invece prevedeva un armadio a muro ad angolo realizzato proprio di fronte alla porta di ingresso e con le ante laccate nello stesso colore della parete. Come scarpiera una panca  lunga 180 cm, comoda per contenere le scarpe di tutta la famiglia.
Con questa soluzione il quadro elettrico, non rientrando nel budget il suo spostamento, viene nascosto alla vista con una cornice , fatta realizzare su misura,  per una delle stampe di Escher.

Planimetria 
Prospetto della parete con la panca/scarpiera

Roberta ha scelto la soluzione n. 2, ecco come l’abbiamo realizzata.
Per le pareti e l’armadio ci serviva un colore che ben si accordasse con l’esistente e quindi, oltre che con le piastrelle del pavimento, anche con l’aracione acceso della porta di ingresso.
Abbiamo scelto il Lazur 20 della mazzetta colori 3D System Plus di Caparol.
Per la panca, che funge da scarpiera, abbiamo scelto la tinta naturale del rovere spazzolato, trattato ad olio in modo da conservare tutta la bellezza del legno.

Ecco il lavoro ultimato:

L’armadio ad angolo in ingresso

Una delle cornici maschera il quadro elettrico
Particolare della panca/scarpiera
Vista verso la colorata porta di ingresso

L’illuminazione dell’ingresso è stata risolta con dei faretti Ikea.
Ed ecco la grande capienza del piccolo armadio ad angolo:

 Riassumendo…

PRIMA

DOPO
L’ingresso è rimasto spazioso come desiderava Roberta, la panca riesce a contenere tutte le scarpe della famiglia pur non sembrando una scarpiera. 
Il grande e capiente armadio ad angolo giusto davanti alla porta aiuta grandi e piccini ad essere ordinati e questo era il desiderio principale della padrona di casa.
Il giusto colore alle pareti (lo stesso in cui è laccato l’armadio, che così quasi scompare) dona uniformità all’ambiente e valorizza il colore acceso della porta di ingresso. che Roberta ha voluto mantenere.
Foto a parte, sia io che la padrona di casa siamo molto soddisfatte, lei perché finalmente ha l’ingresso che sognava, semplice e organizzato, io perché, rispettando il budget, sono riuscita a dare forma a tutte le richieste di partenza.
L’armadio ad angolo e la panca si sono trasformati da disegno in realtà grazie alla pazienza e alla maestria artigiana di Massimo e Maria della  Falegnameria Fontanive di Colle Umberto (TV) che ormai avete imparato a conoscere, se seguite il mio blog. 
Enjoy Your Home!
Se vi è piaciuto questo post, fate click sul pulsante g+ in cima alla pagina a sinistra (o in basso, alla fine del post, se state leggendo la versione Mobile).
Il pulsante  g+ premia la qualità dei contenuti sul web, e il lavoro di chi scrive. 
A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica.
Potete anche lasciare un commento nel form apposito.
I commenti e le critiche sono i benvenuti!

Tags: ,

 
 

Arredare in stile kawaii!

Pubblicato da blog ospite in Non Ditelo all'Architetto, Stili

.amazon letto sacco a pelo totoro

Chi non desidererebbe il fantastico letto sacco a pelo di Totoro? Lo trovate QUI a 313.00€

.amazon kawaii Set posate per Bento panda a righe dal Giappone

Set di posate con coltello forchetta e bacchette a righe con un simpatico panda direttamente dal Giappone. Le trovate QUI a 14.28€

.amazon letto toro cuscino anime

Bellissima la federa copricuscino di Pillowcase 123 che trovate QUI

.amazon Panno Art Toy a forma di goccia cuscini di grimbatrol

Grimbatol produce questi teneri cuscini a forma di goccia con varie espressioni. Quello nell’immagine lo trovate QUI a 17.99€

 

Macacompl ron Pokki sufficientemente ampia per ospitare il vostro aspirapolvere su www.bornicolour.com2

E molto kawii Pokki, il contenitore sufficientemente ampio per ospitare il vostro aspirapolvere. Su www.bornicolour.com pottee trovare altri numerosi modelli.

complementi se siete amanti dei finti trofei come me andrete pazzi per questo fntastico unicorno che trovate da Misfit insieme ad altri su etsy

Se siete amanti dei finti trofei come me andrete pazzi per questo fntastico unicorno versione kawaii che trovate da Misfit Menagerie, insieme ad altri su etsy

complementi Questi pezzi di porcellana carino da Konoko sono semplicemente adorabili!

Anche prendere il the può diventare kawaii con questo servizio in  porcellana!

arredi molto più minimale come stile ma sempre con le due simpatiche orecchiette del tipico gatto portafortuna

Se siete degli irrimediabili minimalisti ecco a voi dei pouf con due  simpatiche orecchiette del tipico gatto giapponese  portafortuna

hello kitty tumblr_mn541pFqmZ1sqcxhbo1_500

Sarebbe bellissimo potersi fare i capelli in questo parrucchiere Hello Kitty style

Io l’ho scoperto da poco, ma mi rendo conto di essere indietro! Non diciamolo all’architetto poi, lui secondo me non sa proprio di cosa si tratti!

Di cosa stiamo parlando? Dello stile…e che cosa è? Kawaii è un aggettivo della lingua giapponese che significa carino e, come al solito, i giapponesi fanno delle loro passioni veri e propri stili di vita.

Kawaii è tutto ciò che è dolce e coccoloso, anche nell’arredamento.

Come rendere qualcosa kawaii? Basta aggiungere un paio di occhioni languidi e sbrilluccicosi è ovvio. Avete presente il gatto di Shrek che con i suoi occhi grandi, coccoli e scintillanti, intenerisce tutti? Ecco lui è molto kawaii!

Ciò che si può definire kawaii però, non è deve essere solo carino e coccoloso ma anche piccolo, buffo, dall’aspetto innocente e infantile, preferibilmente di tonalità pastello.

Personaggi tipicamente kawaii dello stile giapponese, che possono essere conosciuti anche da chi non è amante e attento conoscitore del genere sono: Doraemon, Hello kitty, Riakkuma e Totoro. Personaggi che anche in Italia non hanno appassionato solo i più piccoli, ma hanno raccolto larghi consensi anche tra il pubblico degli adulti.

.amazon cuscino doraemo DORAEMON VOLADOR Copripiumino 180 x 220cm 3 pezzi

copriletto matrimoniale e singolo e copripiumino matrimonile per chi vuole andare a dormire con doraemon!

.amazon federa lino doraemon.amazon cuscino doraemon

Cuscini di Doremon. A sinistra una bella federa in lino con stampato il nostro amico, la trovate QUI e a destra la bella faccia sorridente di Doraemon che potete trovare QUI

.amazon coperta totoro in vari colori e altri personaggi

La deliziosa e morbidissima coperta con Totoro la potete trovare QUI a 80.13€ anche in altri colori e con altri personaggi

.amazon letto totoro cuscino .amazon totoro cuscino lino.amazon cuscino totoro gippone .amazon federe totoro blak lino

Per gli amanti di Totoro cuscini per tutti i gusti. Partendo da in alto a sinistra in senso orario il cuscino quadrato  che raffigura il personaggio di seguito federe in lino con vari soggetti che potete trovare QUI poi ancora un set di due cuscini con federe in lino versione black QUI e in fine è da collezione il cuscino rotondo con scritte e manuale in Giapponese QUI.

.amazon letto totoro Il mio vicino Totoro divano letto singolo (japan import)

Divno etto singolo a forma di Totoro…altro che pisolone! Lo trovate QUI

arredi kaway furniture su kawaiikakkoiisugoi.com2 arredi kaway furniture su kawaiikakkoiisugoi.com3

Se invece il vostro preferito è Riakkuma andate su www.kawaiikakkoiisugoi.com per acquistare ques’adorabile poltronaarredi riakkuma kawaii furniture su riakkumashop.nl

Arredi Riakkuma …complemeti riakkuma COMPLEMENTI ISPIRATI AL PERSONAGGIO DI rIAKKUMA

…E complementi.cuccia doraemon cuccia

Anche i nostri cuccioli possono avere una cuccia Kawaii!
Hello-Kitty-Café-in-Seoul questo si che è un posto veramente kawaii!! Hello-Kitty-Café-in-Seoul-Hello-Kitty-Chairs

Hello Kitty Café a Seoul.  Questo si che è un posto veramente kawaii!!

.amazon tappetino Sanrio

Grazioso il tappetino di Hello Kitty che potete trovare QUI

Animali tipicamente Kawaii sono il coniglio, il Panda (lo sappiamo anche noi quanto sia irrefrenabilmente tenero quell’orsacchio bianco e nero) il gatto, tant’è che anche Facebook lo ha inserito tra le sue emoticon ed, udite udite, la patata!

Non è un animale lo so ma compare tra gli elementi molto kawaii! Questi giapponesi sono strani, ma a noi le cose strane sono sempre piaciute.

Oltre agli animali un’altra cosa che prende amabilmente vita con occhioni, boccucce e sembianze da cuccioli sono i cibi, dalla patata di cui sopra ai dolci, gelati &co (non potete perdervi il divano cinnamonroll ispirato ai rotolini alla cannella che io ho conosciuto da Ikea…che miscuglio incasinato di culture!). Fino, ovviamente, al sushi.

.amazon cuscino panda .amazon lampada panda fumetto giappo

cuscino panda e lampade con vari personaggi

.amazon Cuscino per poggiatesta da auto, motivo Panda, 2 pezzi

Meravigliosi i cuscini poggiatesta per la macchina

arredi sui siti giapponesi shop.sanrio.co.jp si trovano cose adorabili come cinnamonroll divano ispiratao ai famosi rotolini alla can

Sui siti giapponesi come shop.sanrio.co.jp si trovano cose adorabili come cinnamonroll, il divano ispiratao ai famosi rotolini alla cannella!

cuscini gatto kawaii

Gattini Kawaii come l’emoticon di facebookcuscini suhshi by mymimi 2 cuscini suhshi by mymimi

Il cibo diventa kawaii con i dolcissimi cusciniby mymimi in vednita su Etsy

.amazon cuscino polipo di Plush Toy - peluche a forma di sushi al polipo, dimensioni 15 cm

Cuscino di peluche a forma di sushi al polipo, di Plush Toy, dimensioni 15 cm, lo voglio!

immagine coniglio screen-shot-2010-02-28-at-17.24.35

Conigli e panda in perfetto stile kawaiipatata ice-cream-cone-unicorn-kawaii-potato-Favim.com-2353883

Anche una patata può essere dolce e poetica nel modo kawaii!

Ora anche voi, se alla vostra veneranda età, amate i peluches e i pupazzetti teneri, non dovrete più vergognarvene e tenerli nascosti ma potrete farne bella mostra, perché sarete assolutamente alla moda.

Non ditelo all’architetto, lui è antico non capirebbe, ma essere kawaii è molto cool in questo momento e, se negli anni ’70 era uno stile che interessava solo gli adolescenti, oggi è perseguito da persone di ogni età in tutto il mondo, forse perché ci siamo finalmente resi conto che in questo mondo ci vuole un bel po’ di tenerezza!

In realtà c’è un motivo scientifico per cui anche gli adulti non possono resistere a due occhioni teneri e scintillanti: sembra che gli esseri viventi siano istintivamente portati a provare un senso di tenerezza, di protezione e di amore verso tutto ciò che sembra piccolo e indifeso. Questo dovrebbe aiutare i cuccioli di ogni specie a sopravvivere pur non potendosi difendere. Quindi non cercate di resistere al kawaii, tanto il vostro istinto si ribellerà!

Le caratteristiche kawaii: carino, tenero, colorato, dolce e infantile vengono applicate anche agli oggetti di uso quotidiano dall’abbigliamento, al cibo, all’arredamento.

wc .amazon cuscino emoticon

Tutto diventa kawaii con l’aggiunta di due teneri occhietti! Il simpatico cuscino emoticon a destra lo trovate QUI a 13.56€

.amazon letto totoro tappetino

Il tappetino di Totoro adatto come scendiletto, tappetino per il bagno o la camera dei bimbi, lo trovate QUI
a 12.51€

into-the-clouds

Tra le nuvole è un’installazione di luce assolutamente adorabile. Assumendo la forma di nubi cartone animato, ogni apparecchio mette in mostra un volto animato che molti troveranno irresistibilmente allegro.Nessuno sarebbe in grado di essere di cattivo umore intorno a questa istallazione. Progettato per l’ADHD di Fox Network (Animation Domination alta definizione) da FriendsWithYou, un collettivo artistico fondato da Samuel Borkson e Arturo Sandoval III.

Hello-Kitty-Table-Kawaii-Furniture-Kawaii-Intreior-Kawaii-Blog1

Questo bellissimo tavolino di Hello kitty lo trovate sul sito giapponese shop.sanrio.co.jp

.amazon cuscino rosa SODIAL (R) Alimentato da batteria cuscino decorativo 7 lampeggiante LED peluche rosa Sorridere Stella

Coccolosissimo cuscino rosa di SODIAL (R). Alimentato da batteria produce  7 lampeggiante LED . lo trovate QUI a 9.22€

.amazon kawaii Stampi modella riso coniglio orso elefante Bento Onigiri .amazon kawaii Spiedini occhi kawaii per scatole porta pranzo Bento

Per un perfetto spuntino in stile kawaii non possono mancare gli stampi modella riso a forma di animaletti e gli stuzzicadenti con occhietti

arredi MisfitMenagerie2

Romantici ferma libro con unicorno kawaii di  MisfitMenagerie su Etsy

.amazon Mr Panda Luce Notturna LED con Sensore di Movimento Senza Fili per Bambini
Mr Panda è una simpatica luce  notturna a LED con Sensore di movimento senza fili che farà compagnia ai nostri bambini Bambini. Lo trovate QUI a 7.58€

Certo un’abitazione troppo kawaii sarebbe decisamente di cattivo gusto ma qualche piccolo accenno renderebbe sicuramente la nostra casa attuale, confortevole, tenera, originale e alla moda!

Interessantissimo l’articolo del marketing manager e interior designer Francesco Catalano, che ci spiega come non ci sia voluto molto al mondo del marketing e al design per comprendere che l’impulso prodigioso delle cose kawaii di attrarre consensi, poteva essere sfruttato anche nella dinamica dei consumi.

Dunque, anche se siete dei ragazzi non sentitevi mortificati nella vostra mascolinità, se volete acquistare la lampada koala o il cuscino nuvola non siete dei mollaccioni, anzi, il vostro spirito di protezione verso i più deboli è molto spiccato!

Tags:

 
 

Blue and white inspiration – Bianco e blu, voglia di mare e di vacanza

Pubblicato da blog ospite in Creative & Ordinette, Idee
E’ vero che non sono l’unica a sognare le agognate vacanze? Anche voi vagate con l’immaginazione verso lidi azzurri dove il mare luccica e il sole risplende? Ebbene, è così che mi sento in questo momento. Sarà quest’aria calda e avvolgente, sarà il sole romano che diventa sempre più caldo nelle ore centrali, non vedo l’ora di trascorrere qualche giorno al mare, in riva a quel mare magico e direi anche mitico, dalle mille sfumature, esattamente come quello dello scorso anno in Grecia (e che vi ripropongo nella prima foto). I colori dell’estate per eccellenza rimangono il bianco e il blu, colori che ti trasportano immediatamente in un’altra dimensione. Eccovi, intanto il mio primo moodboard estivo, ambienti della casa al mare e qualche accenno alla moda estiva. Alla prossima!
 
Tags:

 
 

Drammatici contrasti per una casa in Svezia

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Interiors
Il contrasto drammatico tra i toni del bianco e del nero, caratterizzano questa casa tradizionale svedese, a Gotheborg. L’effetto, nonostante le tonalità scelte, è comunque piacevole e niente affatto cupo.


_________________________

CAFElab | studio di architettura


Tags: ,

 
 

Illuminazione Vintage con Kadeled

Pubblicato da blog ospite in Design, Dettagli Home Decor
dettagli home decor

L’innovazione migliore? certamente quella che non rinuncia alla buona tradizione. Saper coniugare questi due aspetti conduce al successo in ogni campo, specialmente quello della illuminazione. 

Il fascino di un arredamento vintage deve molto agli elementi di illuminazione. Sì un bel divano retrò, sì un bel tavolo dal gusto antico, sì quadri stampe e orologi anni Sessanta. Ma senza un lampadario vintage che illumini il tutto con il giusto colore e con la giusta temperatura, il nostro arredamento si mostrerà come un’accozzaglia senza senso. 

Linee guida

 

Abbiamo detto giusto colore e giusta temperaturaper un motivo ben preciso. Per ricreare l’atmosfera degli interni degli anni “vintage”, cioè quelli dal dopoguerra agli anni Novanta, è necessario ricorrere a tonalità calde e colori tendenti al neutro, come ad esempio l’ocra, il marrone o il color tortora, per un’atmosfera tipica degli anni Cinquanta o Sessanta. Per un’atmosfera vintage più recente, invece, è possibile sbizzarrirsi ancor di più con cromatismi arditi, forme bizzarre e giochi sperimentali: sono gli anni Settanta e Ottanta, che sentono il futuro più vicino e tentano di immaginarselo con nuove linee e nuove sensazioni. Il consiglio è di scegliere una linea vintage e seguirla fino in fondo. L’autenticità dell’ambiente sembrerà davvero spontaneo.

dettagli home decor
 

Qualità artigianale

L’eleganza e la raffinatezza che l’illuminazione retrò esercita sull’occhio umano sono dovuti in larga parte anche ai materiali e alleforme delle lampade. Esse infatti conservano i dettagli unici delle fattezze artigianali di quegli anni, lontane dalla produzione seriale dell’industria del Terzo Millennio. Tuttavia, oggi abbiamo la possibilità di associare il gusto retrò alla funzionalità moderna: le lampade vintage Kadaled – nuovo marchio italiano di lampadine - come rivela nel suo sito, attraggono anche coloro che inizialmente erano più scettici. Questo perché i materiali hanno un’eleganza senza tempo, come quelli metallici in ferro o lamiera smaltata, ma anche il legno e il bronzo dorato o brunito. E poi le forme: classiche quelle tonde e sinuose, con tendenze allo spiraliforme o dai giochi barocchi.Per l’illuminazione della sala da pranzo, il grande classico è il lampadario a candelabro centrale posto sul tavolo. Ma un altro grande classico sono le applique a parete, molto indicate per la zona di ingresso, con i caratteristici paralume tondi o a vela e con finiture solitamente a merletto. 

dettagli home decor
 

Il must del vintage: lampade e lampadine

L’onnipresenza decisiva di un’illuminazione vintage è però un’altra: le lampade da tavolo. Ben si adattano a tutti gli ambienti, dal salotto alla camera da letto, sopra comò, mensole o ripiani degli armadi. Come le applique o i lampadari, i materiali indicati per le piantane sono solitamente legno o ferro. Di grande impatto risulta anche l’installazione di lampadine in stile vintage, dalla caratteristica forma allungata, i colori bruniti e i filamenti “a gabbia di scoiattolo” che rimandano al padre di tutte le lampadine, vintage e non: Thomas Edison.

 

Tags:

 
 

Il circolo dei lettori: #3 libri di design da leggere durante le vacanze

Pubblicato da blog ospite in VDR Home Design

English version –> http://bit.ly/1Z8MPtE In questo mese di maggio che per fortuna sta passando, sono stata un po’ latitante: tantissime cose da fare, le ore del giorno che sono sempre 24 e la stanchezza che ad un certo punto aveva la meglio. Ma non sono sparita né mi sono dimenticata di voi: visto che sta per […]


 
 

Shopping for the Summer

Pubblicato da blog ospite in Decor, Paz Garden

Oggi la settimana qui sul Blog comincia condividendo con voi la mia ultima “lista della spesa” ispirata ad una palette colori Leggera e Naturale come le tonalità di verde che vi propongo qui.
Premetto che la lista è stata compilata pensando rigorosamente a tutta la Paz family & home!
Serviva ufficialmente un tavolino per il divano e finalmente abbiamo deciso per il DLM (Don’t Leave Me) di HAY (5), e poi e anche decorazioni per rendere allegre le nostre piante, come le casette di carta Cottage Town (3) progettate dai bravissimi ONTWERP DUO.
Ho anche aggiunto la cartella di FANNY & ALEXANDER che da tempo sognavo di poter acquistare,  e adesso con l’ arrivo della piccola Aida ho una super scusa per non lasciarmela sfuggire!
E ovviamente con l’estate vuoi non scegliere anche un cesto per il mare (7) o il cappellino (4) e la t-shirt (8) Cactus per i bimbi ;-) ?
Alcune cose le ho già acquistate e non vedo l’ora che arrivino, penso ai reggimensola bellissimi di FERM LIVING, e al poster di Rifle dedicato ad Amsterdam che sono indecisa se appendere nella mia camera o nel soggiorno… vedremo ;-) !!!
Che ne dite vi è piaciuta questa selezione?
Avete qualche negozio preferito o brand da consigliarmi per la mia prossima wishlist ;-)?

Tags:

 
 

5 must-have per la scampagnata perfetta

Pubblicato da blog ospite in Idee, Rooms Interior Design Lab
Via Hello Giggles
La bella stagione fa inevitabilmente venire voglia di passare più tempo all’aria aperta, da soli o in compagnia, per godere del sole e della temperatura mite. 
Alle persone normali, non a me, che odio gli insetti volanti con tutte le mie forze.
Ma per voi intrepidi che vi aggirate a piedi nudi nei parchi delle vostre città, incuranti dei malefici esserini con le ali, ho stilato una lista di oggetti che possono essere utili durante le vostre scampagnate.
1. Zaino/Borsa 
    Indispensabile per trasportare il cibo e tutto il necessario. Anche in versione termica.
Via Francesco Mugnai
Borsa termica di Brookstone
2. Lunch Box
     O Bento Box, sono contenitori impilabili in cui suddividere le varie pietanze. Utili anche per i pranzi in ufficio.
Quelli di Monbento sono bellissimi

3. Vassoio per bottiglie e bicchieri

    Le cose sull’erba non stanno in equilibrio, con questo il problema è risolto.
Da Fancy

4. Bicchieri in silicone

    Non inquinate perché non sono usa-e-getta e non rischiate di fare disastri con il vetro dopo il terzo bicchiere.
Da Reuseit 

5. Porta bottiglia per bicicletta

    Perché la Coca-Cola corrode. E poi è un ottimo modo per trasportare liquidi se siete bici-muniti.
Da Scoutmob
 Salutatemi le zanzare!

 
 




Torna su