Archive for giugno, 2017






 
 
 

Due amiche “sedute”: Emy e Ginger

Pubblicato da blog ospite in Design, Design tra le Righe

Arriva l’estate e con la stagione calda la voglia di stare all’aperto. Quale azienda icona dell’outdoor vi viene in mente? Prima di svelarvi il nome vi voglio raccontare una storia.

Ho sempre avuto una fissa, diciamo così, per le sedute da esterno usate in casa. Sfatiamo il mito che una seduta outdoor sia solo per terrazzo. Ad esempio la classica sedia da regista. La adoro perché pratica e dalle forme super lineari. Ho scovato lei, Ginger. Struttura in legno e rivestimenti diversi anche in pelle.

GINGER_by_UNOPIU_2

Pensatela su un terrazzo, a bordo piscina ma anche in casa. Io voto 10. Essenziale e dalle dimensioni contenute, con braccioli comodi, schienale avvolgente per un massimo comfort.

GINGER_and_BAKU_by_Unopiu

GINGER_by_Unopiu_3

Lo stesso brand ha in collezione un altro pezzo icona, una sorta di evergreen, che è Emy. Una tripolina proposta anche in pelle artigianale toscana, nuova versione ad uso esclusivamente indoor ovvero per gli interni. Quindi quando l’ho vista ho subito pensato fosse mia.

EMY_by_Unopiu_2

Mi sono subito immaginata Emy nel mio studio proprio come nella foto, con rivestimento verde, una lampada vicino, una pila di giornali da sfogliare in pace e lontano dai rumori della città. Una sorta di isolamento temporale e temporaneo nella mia mente, perché subito poi lo stress della quotidianità ha avuto la meglio. Ma sognare non costa nulla…

EMY_by_Unopiu_3

Sia Ginger che Emy sono sedute che con facilità possono essere inserite in diversi contesti. La tripolina ad esempio la trovo una soluzione perfetta per un angolo relax, dove concedersi una sana lettura. Accogliente e avvolgente sa coccolare e arredare uno spazio. Per i colori da abbinare all’ambiente non c’è problema, grazie all’ampia scelta di finiture a catalogo.

Ok, ok… Vi svelo l’azienda. È Uno più. Storico brand rinomato nel mondo per arredi e complementi outdoor e anche indoor. La proposta in collezione 2017 è talmente vasta che c’è solo l’imbarazzo della scelta dai divani alle sdraio, dagli ombrelloni alle sedute e ora ceste e tappeti.

Tante novità da non perdere ma soprattutto una tripolina e una sedia regista che sono must have!

Tags:

 
 

Mountain retreat

Pubblicato da blog ospite in Idee, REDaddress

Obbiettivo relax! Avete scelto la montagna dove la natura é di casa e 
un piccolo chalet nascosto tra gli alberi? Vi aspettano passeggiate 
rigeneranti in alta quota alla scoperta di paesaggi da sogno, tanto 
tempo per leggere e progettare pic-nic con gli amici per gustare le 
specialità del territorio, godere del profumo dei prati e del silen-
zio che vi circonda. Buone vacanze!


www.bloglovin.com
www.daytorem.tumblr.com
www.delta-breezes.tumblr.com


www.plus.google.com
www.doriannn.blogspot.com.es
www.coffeeinthemountains.tumblr.com
www.morethaniaskedfor.tumblr.com

www.au-chalet.tumblr.com
www.pinterest.com
www.the-essence-of-joy.tumblr.com
www.pinterest.com 

Tags:

 
 

Think pink!

Pubblicato da blog ospite in Idee, REDaddress

Dettagli pink e new romantic per la casa delle vacanze. Un tocco di rosa per 
angoli suggestivi e atmosfere rilassate che invitano alla calma dovunque vi 
troviate. In campagna o al mare scegliete la vostra tonalità di rosa preferi-
ta, fatevi catturare da questo colore delicato e positivo!

www.shabbychicmania.it
www.greylikesweddings.com
www.etsy.com
www.pinterest.com – Jon Van Gilder


www.laostudio.blogspot.com.es
www.pinterest.com
www.drlivinghome.com
www.pinterest.com

www.sparklyandsassy.tumblr.com
www.pinterest.com
www.etpourquoipascoline.fr

Tags:

 
 

Summer days

Pubblicato da blog ospite in Idee, REDaddress

Full immersion nell’azzurro e aria d’estate per lo stile che si ispira alle 
case sulla spiaggia di Cape Cod. Mobili e oggetti nei colori del mare e del 
cielo abbinati al bianco e al legno decapato. E poi tanti tessuti e cuscini 
nelle nuances del blu e lino lavato effetto jeans délavé per la terrazza e 
la camera da letto, per vivere open air tutta la stagione calda.


www.art.com
www.stylemepretty.com
www.lascositasdebeacheau.blogspot.com
www.art9000.com


www.pinterest.com
eu.billabong.com
www.instagram.com
www.pinterest.com

www.cafelab.it
www.seasonsofwinterberry.tumblr.com
www.bloglovin.com
www.homebunch.com

Tags:

 
 

Un classico con un twist a Roma

Pubblicato da blog ospite in +deco, Interiors

Ciao a tutti, e’ il weekend del ponte in Italia e, grazie al cielo, è nuvoloso. Avete sentito bene voi che vivete in paesi piovosi, mi felicito che non ci sia il sole.
Il caldo quest’anno è arrivato insolitamente molto presto, alla fine di Maggio, con temperature ben al di sopra della norma e a noi residenti romani sembra già di essere alla fine di Luglio. Il caldo ci ha sopraffatto e stiamo già sognando Ferragosto, il che -potete immaginare- è un problema.

Per continuare con gli stessi toni inusuali con cui ho cominciato, pubblicherò uno spazio diverso da quelli che di solito vi propongo: il resort Gran Mèlia.

Definirei questo albergo, situato sul Gianicolo, una delle più belle colline romane, lungo le mura Vaticane, un classico con un twist. Eleganti pavimenti in legno e le rivisitazioni di alcuni temi dell’arte classica danno a questi spazi bianchi personalità, rendendoli però adatti ad ogni gusto.

A parte il, dicono, eccellente ristorante Viva Voce, il resort ha un bar specializzazato in Martini e Pommery Champagne chiamato La Biblioteca, con delle interessanti poltrone e un grande replica della faccia di una statua romana; altrimenti puoi bere o mangiare qualcosa al Nectar Bar and Restaurant dove grandi tele fanno da eco ai colori delle sedute e dei tavoli.

Foto di Elio Rosato.

The post Un classico con un twist a Roma appeared first on Plus Deco – Interior Design Blog.

Tags:

 
 

Progettare uno studio medico versatile e funzionale

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
nuova distribuzione degli spazi e nuovi arredi

Oggi parliamo del progetto di uno studio di psicologi situato in un palazzo antico vicino Trastevere, Roma. Composto da tre stanze, una sala d’attesa e un bagno, è stato chiesto alla community di Pillar(Ex-CoContest) – prima piattaforma al mondo di crowdsourcing per l’architettura e l’interior design che mette in contatto i clienti con oltre cinquantaquattromila professionisti di tutto il mondo – di riprogettare gli spazi e l’arredamento in maniera da creare una sala d’aspetto per i pazienti, un’area caffè per i dottori e due stanze che possano essere unite in un’unica sala.


Nella proposta dello Studio07  il bagno viene spostato per creare due uffici dotati di grandi finestre e possono essere uniti all’occorrenza con un sistema di porte scorrevoli. La sala d’attesa viene posta internamente e illuminata da una lampada di design al centro. Il coffee-break, invece, si trova nell’armadio in corridoio.

nuova distribuzione degli spazi e nuovi arredi

L’architetto FedericaPaolucci si classifica al secondo posto proponendo un ufficio diviso in 3 sale di cui due convertibili grazie ai pannelli scorrevoli. Le librerie vengono integrate nei muri in modo da sfruttare tutto lo spazio disponibile e l’area coffee-break è coperta da pannelli scorrevoli così da poter essere chiusa.

nuova distribuzione degli spazi e nuovi arredi

A vincere è il progetto presentato dall’architetto Andrea Coppola che apporta qualche modifica funzionale per ottimizzare le richieste dei clienti. Dall’ingresso si ottiene un angolo caffè raccolto e funzionale con un frigo per bibite e acqua fresca. Sul lato destro troviamo la sala d’attesa, chiusa e separata dall’ingresso e dalle altre sale, in modo da garantire privacy ai pazienti. Sul lato sinistro, invece, una parete mobile a tutt’altezza divide i due studi consentendo l’unione dei due ambienti in caso di necessità. L’architetto propone di utilizzare colori  base chiari come il bianco in contrasto con il color miele del parquet in rovere e alcuni elementi di arredo dai colori rilassanti come il verde o l’azzurro.

nuova distribuzione degli spazi e nuovi arredi

Tags:

 
 

Havenly ideas for a wonderful rental decoration

Pubblicato da blog ospite in Creative & Ordinette, Interiors
When Gillian asked me a few days ago to share some ideas about how your rental living can be transformed into a wonderful place, I loved the idea for two reasons.
One: We all are looking for affordable and stylish ways to redecorate our apartments and two: be it your apartment or not, rental living can provide us with some very functional solutions which can be applied to a house that you own.
I have always advocated the idea that cost and and pleasure in decorating must go hand in hand together. Nobody should spend huge amounts of money for a coffee table or kitchen hardwares. There are a lot of solutions out there that you should only discover. That’s why the website that Gillian introduced to me was such a pleasant and useful discovery that I needed to immediately share with my readers. Havenly is all about affordable ways on how to redecorate your home and find functional solutions for your rental living (or not).
Here are some ideas that we all, from time to time, need to refresh a little bit. Some great ideas about adding some spritz and making everything look wonderful in your house.
And please, give a look at Havenly gallery of interiors.

Here is a gallery of pictures where these rental hacks can make the difference and definitely add style to the rooms.

 Add some vintage furniture. It will make your living more historical and culturale. Take a look at those wonderful scandinavian chairs and at the little iconic Eames. 
 Add color to your rooms. It will only take a day or two to transform your rental living. 
 Add a mirror, everything will look bigger in space and style. 
Add a carpet, my favorite one, the Ljapljung ruta from Ikea that you can have a few dollars / euros. I chose this rental living in Vicenza because it looks like my own living. I adore it.
Add some vintage furniture and paint it all over for a wonderful effect. This old suitcase was transformed with a few hands of painting into a stylish and functional nightstand. 
Have fun when decorating! Till next post! 

Tags:

 
 

Concept per la clinica dentale del futuro.

Pubblicato da blog ospite in Interiors, Non Ditelo all'Architetto

Il progetto di restyling di ua clinica odontoiatrica prevede la realizzazione di un nuovo concept sopratutto riguardante la parte rivolta al pubblico di reception e attes (riquadro centrale) il perfezionamento degli spazi medici con la realizzazione di un salottino post operatorio (riquadro in alto a sinistra) e l’ottimizazzione degli spazi tecnici (riquadro in alto a destra.

E’ stata una bellissima sfida quella che ci è stata proposta per la realizzazione del nuovo concept di una clinica odontoiatrica. Il committente desiderava mostrare la sua azienda con un’identità del tutto nuova e di tendenza; lontana dalla classica immagine fredda, impersonale ed estremamente medicalizzata delle altre cliniche Odontoiatriche.

Una clinica dentale intesa come un “luogo piacevole” accogliente, dall’atmosfera domestica e confortevole, un luogo gradevole, curato nei dettagli e dall’aspetto informale; la clinica odontoiatrica del futuro, un concetto innovativo che punta a differenziarsi sul mercato.

Abbiamo studiato un concept che trasmettesse emozioni, calore, accoglienza e familiarità, dotato di spazi di relax informale e domestico, come la sala d’attesa che si trasforma in un vero e proprio salotto di casa, con il tappeto (al centro della “stanza” con divani e tavolino) ricreato da un inserto di piastrelle a motivo di cementine nel pavimento in gres porcellanato effetto legno. E’ presente anche una libreria, dove trovare non solo riviste ma anche volumi da sfogliare, inoltre viene messa a disposizione anche una station con prese e caricatori per cellulari e tablet.  Alla parete, incorniciati in un patchwork di cornici, troviamo vari articoli di giornale, foto del team, delle attività aziendali, il tutto presentato in maniera molto confidenziale, per mostrare il volto umano dell’azienda con forte personalità, non in modo freddo, distaccato e strettamente istituzionale come di solito avviene in ambito medico. Poco più in là, nel corridoio che porta agli uffici, un angolo tisane e caffè è allestito su una graziosa credenza dalle linee vintage, per contribuire al benessere e al confort di impiegati e visitatori.

La sala d’attesa è concepia comeun salotto casalingo con divani, piante e librerie. A pavimento viene realizzato un tappeto di piastrelle che imitano le vecchie cementine.

l’angolo per il coffee breack di dipendenti e visitatori e attrezzato su un mobile di Masion du Monde dalle linee vintage.

 

Delle simpatiche decorazioni segnaletiche da parete, come l’indicazione della freccia rossa vintage a sinistra e la Targhetta Tea Time a sinistra, più uno specchio tondo (leroy marlene) completano l’angolo di caffè e tisane

Materiali e colori sono stati scelti con cura in modo da trasmettere la giusta professionalità e competenza ma anche una sensazione di accoglienza e calore.

Scorcio d’ella zona coffe breack nel corridoio che porta agli uffici ma è accessibile anche dalla sala d’attesa. Le pareti sono caratterizzate da una boiserie dipinta che integra anche le porte e caratterizza i corridoi mentre la parete frontale e arredata con una carta da parati di ferm living che ha comunque ottime caratteristiche di resistenbza al fuoco, come richiesto da ambienti pubblici.

Altre viste della zona d’attesa. nell’immagine di destra si vede la separazione con la reception per mezzo della vetrta in stile industriale.

Altri dettagli della zona coffee breack e un esempio di come la  boiserie dipinta possa integrare anche porte e serramenti.

 

Un altro elemento richiesto e presente nel progetto è stato il verde diffuso, poiché sappiamo quanto le piante abbiano il potere di creare un’atmosfera accogliente e ricca di energia positiva.

All’ingresso abbiamo progettato una bussola di vetro che filtrasse i rumori e il clima esterno, questa bussola va a creare due nicchie laterali che andranno ad essere occupate da dei giardini di inverno di piante grasse e semigrasse, su un letto di ghiaia bianca. Le nicchie sono incorniciate da un controsoffitto con faretti che risalta e valorizza la composizione; un’altra aiuola verde la troviamo nella zona della sala d’attesa.

Appena si entra ci si trova davanti al bancone della reception, verso il quale si viene guidati da una “passarella” disegnata a pavimento con un inserto di piastrelle che imitano le cementine, la striscia decorativa sale a rivestire il parallelepipedo più alto del bancone, mentre il resto della struttura ha una finitura color tortora illuminata perimetralmente, con al centro in evidenza il logo dell’azienda.

L’ingresso è caratterizzato dai due giardini di inverno realizzati ai lati della bussola di ingresso e dal bancone che ci accoglie e verso il quale ci guida la passerella di mattonelle effetto cementine posate a pavimento.

Anche nella sala d’attesa troviamo un’aiuola di piante grasse e semigrasse che dona colore e vita all’ambiente.

La zona della reception rispecchia a pieno le scelte del concept di utilizzare materiali caldi,  accoglienti e “domestici”,che non si è soliti trovare in una clinica dentale, come carta da parati alle pareti e mattonelle effetto cementine che realizzano un interessante disegno che dal pavimento sale sul bancone.

La serie proposta è Block della Marazzi

Sul lato sinistro troviamo una fila di vecchie sedie in legno da cinema che, oltre a fornire posti a sedere, caratterizzano e definiscono da subito con cura ogni dettaglio dell’arredamento; a sinistra una vetrata in stile industriale divide la zona accoglienza dalla zona d’attesa e area bimbi.

La vetrata in ferro e vetro separa senza dividere visivamente lo spazio, mantenendo una soluzione di continuità. Il divisorio filtra i rumori della reception mantenendo anche la privacy delle operazioni d’ufficio, anche la zona dei bimbi è schermata in modo che le mamme possano controllare i piccoli, che tranquillamente giocano indisturbati e senza disturbare.

L’area baby è decorata con una parete blu dipinta con vernice lavagna, moquette morbida effetto prato e arredi a dimensione di bambino.

All’ingresso, in modo scenografico, mostra la lorosua presenza una fila di sedie vintage in legno da cinema.

L’ara dell’accoglienza e divisa dall’area di attesa, che comprende una simpatica e funzionale area bimbi, da una vetrata in stile industriale in ferro e vetro.

Alla sinistra della vetrata troviamo la reception e alladestra l’area baby, ben visibile dalla sala d’attesa ma schermata dalla vetrata.

Ad ognuno il proprio spazio.

Ceste portagiochi di design per l’area bimbi, per arredare con gusto e funzionalità. A sinistra fa parte del progetto kvistbro di Ikea il tavolo contenitore turchese 39.90€ a destra  Wire Basket color menta che trovate QUI nella dimensione Small (h35 x b40 ) a 42.90€

Bellissime ed affascinanti le vetrate in stile industriale, originale e innovativo l’utilizzo in ambiente medico.

Sulle pareti dell’area pubblica troviamo in alcuni casi una bella carta da parati contemporanea di  Ferm Living, che valorizza e punta l’attenzione su alcuni focus come la parete alle spalle della reception, per accogliere subito calorosamente i visitatori. Le altre pareti sono caratterizzate da una finta boiserie dipinta color petrolio, colore di grande tendenza e fulcro della palette cromatica scelta e studiata insieme al cliente, a partire dall’immagine coordinata e del logo, a completamento della boiserie petrolio un elegante righino color senape, altro colore della palette.

Carta da parati serie di Ferm Living “Linee”

Palette cromatica studiata per la clinica dentale: colori freddi, eleganti, “istituzionali, scaldati dal senape e dai grigi scelti in nuance “calde. Palette raffinata e trendy.

Gli uffici anch’essi sono arredati in modo accogliente, informale e domestico, con divanetti, tappeti, poltroncine, scrivanie e librerie, dalle linee semplici e vagamente vintage e dai colori luminosi e allegri.

Nell’ufficio del direttore è presente una consolle a parete che si allunga diventando un tavolo da riunione che può accogliere fino a 10/12 persone.

L’ufficio dirigenziale è arredato con gusto e calore, elementi colorati, sviluppati nei toni dell’azzurro rendono l’ambiente rilassante e accogliente. Una consolle a parete si trasforma in tavolo da riunione a seconda delle esigenze.

Consolle allungabilemodello Adam su http://www.duzzle.it

 

L’altro ufficio con salottino predilige alcuni elementi decorativi in giallo, le grandi tende bicolore a pannello schermano le vetrate con infissi troppo invadenti e antiestetici.

Anche per la parte medica, con i riuniti e tutte le zone operative e tecniche, si è scelto di posare sul pavimento preesistente un gres porcellanato effetto legno, per donare calore, confort e un aspetto meno asettico e distaccato da quello che solitamente si trova in ambiente medico.

Alle pareti del corridoio (altrimenti spoglio) ritroviamo la boiserie color petrolio con righino senape.

Nel corridoio viene realizzato un comodo armadio a muro a scomparsa da utilizzare come archivio, mentre uno degli ambulatori medici viene collegato ad un salottino di attesa e post operatorio, anch’esso arredato come un ambiente domestico in cui sentirsi proprio come a casa propria.

I riuniti sono arredati in modo pratico e funzionale ma anche qui non manca la cura del dettaglio e la presenza del verde, le colonne tra le finestre sono arredate con delle mensole/vaso che accolgono graziose composizioni di piante grasse, semplici da mantenere.

Per quanto riguarda il pavimento si sono fatte due proposte, quella di sinistra che divide completamente, anche a livello di rivestimento del pavimento, la zona pubblica da quella medica nella quale viene mantenuto il pavimento grigio preesistente. Nella prosta di destra, che abbiamo preferito, invece, viene posto su tutta la superficie della clinica un pavimento in gres porcellanato effetto legno, proprio per donare un aspetto caldo e più domestico anche alla zona più strettamente medica.

Uno degli ambulatori e collegato direttamente ad un salottino di attesa e post operatorio i cui rilassarsi.

Anche per la parte medica sono state fatte diverse scelte di interior design volte a creare una sensazione di confort e accoglienza, anche tramite la scelta dei colori, la presenza del verde e la scelta di arredi dalle linee più domestiche che pubbliche.

Sulle colonne, presenti tra le finestre di ogni stanza dei riuniti medici, si è pensato di mettere delle mensole vaso per piantine grasse che possono essere realizzate in muratura o legno come nel caso di queste Plant Pods; una serie di mensole in legno che fungono anche da vaso progettate da Domenic Fiorello Studio.

 

Per rendere accogliente e rilassante lo spazio del riunito e la sosta sulla poltrona si è pensato di sostituire l’immagine retroilluminata a soffitto con una raffigurante un realistico tromp l’oeil, cioè un’immagine fotografica raffigurante degli alberi visti dal basso che si stagliano su un cielo azzurro. Si è suggerito di mettere in sottofondo tramite filodiffusione (presente in tutta la clinica) musica new age con rumori della natura.

Altri esempi di decorazione fotorealistica a soffitto realizzata tramite soffitto teso e retroilluminato o stampe e tecniche di vario genere

Le scelte estetiche sono andate di pari passo con le soluzioni funzionali e per questo, il deposito rifiuti speciali viene spostato in un nuovo spazio ricavato alla fine del corridoio, in modo da poter ampliare la sala ritocchi come richiesto dalla committenza; l’entrata al locale tecnico viene modificata.

Anche gli spazi dedicati al personale, come la sala relax, sono curati con la stessa attenzione e con lo stesso scopo di ospitare in modo piacevole chi vi soggiorna.

Su un piano sono presenti tutte le attrezzature per snack veloci, machina per il caffè, bollitore, microonde e un mobile kallax a scomparti fa in modo che ognuno abbia il proprio spazio per riporre le cose. Sedie, tavolini e divanetti creano una piacevole zona di sosta per spuntini o relax.

L’area snack e relax dedicata ai dipendenti è arredata come un grazioso ed accogliente bistrot. E’ presente un bancone per mangiare poltroncine e tavolini per riposarsi e magari leggere un libro

Arredi semplici e informali per una zona relax speciale. A sinistra divano color senape Timeo di Maison Du Monde, al centro lampadario a sospensione knappa di Ikea e a destra sgabelli in stile industriale che potete trovare QUI

In linea con le richieste del committente si propone un arredamento e uno stile confortevole ed informale, creativo e stimolante, con una distribuzione dello spazio funzionale e dinamica.

Per una realizzazione rapida dei lavori si sono studiate soluzioni specifiche:

  • abbiamo cercato di contenere al massimo le demolizioni e ricostruzioni
  • il nuovo pavimento verrà posato sul preesistente
  • sarà mantenuto il soffitto preesistente
  • scelta di arredi di produzione industriale con rapidi tempi di consegna e convenienza qualità-prezzo-design.

Anche se andare dal dentista non è mai stato piacevole per nessuno, di certo in questa clinica i pazienti si sentiranno molto più a loro agio e le distanze con il personale medico si accorceranno incredibilmente.

L’articolo Concept per la clinica dentale del futuro. proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

Tropicale, la carta da parati dettagli Mag per il contest Estate Artistica

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor
nuove carte da parati per l'estate

Il team di Carta da Parati Artisticaha sviluppato un progetto creativo per dare vita alla nuova collezione di carte da parati per l’estate, e per farlo ha invitato alcuni blogger a realizzare una moodboard ispirata ad uno dei colori Pantone per la primavera/estate 2017.


I designer di Carta da Parati Artistica hanno creato le nuove carte da parati prendendo ispirazione dalle varie moodboard che i blogger selezionati hanno inviato. Noi abbiamo scelto il colore Pantone Green Kale 18-0107 e realizzato la seguente moodboard ispirata totalmente alla natura.  

moodboard green kale

Il designer Simone Solinas, ispirato dalla nostra moodboard ha sviluppato la carta da parati “Tropicala” per il contest Estate Artistica.

nuove carte da parati per l'estate

Tropicale è una tappezzeria per parete che raffigura il clima tra i tropici del Cancro e del Capricorno. Realizzata in tessuto vinilico effetto tela, mentre il retro è in TNT, Tropicale è perfetta per portare la natura dentro casa.  Se vi piace la potete acquistare qui.

Tutti coloro che desiderano votare la nostra carta da parati, possono farlo sui profili social di Carta da parati artistica, fino al 21 luglio, mettendo un MI Piace o un +1

 Grazie a tutti!



#estateartistica #cartadaparatiartistica #cartadaparati


Tags:

 
 

Dormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza

Pubblicato da blog ospite in La Gatta Sul Tetto

Dormire nelle case più belle di Londra la quintessenza della bellezza cucina

Buondì cari amici. Oggi per la rubrica Dormire nelle case più belle di Londra vi presento Quintessential, ubicata nello storico ed elegante quartiere di Richmond.

Basta una parola per descrivere Quintessential: come il suo nome suggerisce, la casa rappresenta la quintessenza della bellezza.

Lo stile è il classico country inglese nella sua versione più raffinata, con mobili antichi, comodi divani e una preziosa collezione di opere d’arte; tuttavia, il suo cuore antico custodisce dotazioni moderne per vivere nel confort il proprio soggiorno.

Gli spazi sono ampi, a partire dalla meravigliosa e attrezzatissima cucina fino al giardino sul retro, e grazie alle 4 camere da letto servite da tre bagni, può ospitare fino a 8 persone.

Dormire nelle case più belle di Londra la quintessenza della bellezza cucina

Il salotto è una chicca di misurata eleganza, giocata sui toni del crema e del rosa, ed è molto accogliente e luminoso, grazie al camino e alle ampie finestre che danno accesso al giardino sul retro:

Dormire nelle case più belle di Londra la quintessenza della bellezza salottoDormire nelle case più belle di Londra la quintessenza della bellezza salotto

Dormire nelle case più belle di Londra la quintessenza della bellezza giardino

Dormire nelle case più belle di Londra la quintessenza della bellezza giardino

Nell’ingresso è stato ricavato un delizioso studio, da cui parte la scala in legno scuro che porta ai piani superiori, scricchiolante quel tanto che basta per garantire un’atmosfera da vecchio maniero:

Dormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza studio

Dormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza scala

La camera da letto padronale, dotata di letto king size, è in perfetto stile Chippendale e risale agli anni 20, periodo in cui è stata costruita la casa. Completano i posti letto le due camere per i ragazzi: una delicata e femminile con letto anch’esso king size e una camera-stanza giochi in cui il letto a castello merita da solo una visita. Ciliegina sulla torta, il bagno con la vasca free standing su piedini:

Dormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza cameraDormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza camera

Dormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza cameraDormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza camera

Dormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza camera

Cosa vedere nei dintorni:

Richmond è un quartiere verde e tranquillo, dove si respira un’atmosfera british di altri tempi, ed è ricco di siti interessanti. Per cominciare godetevi una passeggiata lungo la riva del Tamigi: la vista è straordinaria, tanto che una legge include questa parte del fiume nell’area protetta circostante.

Imperdibili il Richmond Park, dove si possono ammirare i maestosi cervi e i daini che popolano ancora oggi questa antica riserva di caccia della Corona.

Perdetevi poi nei celebri Kew Gardens, sito UNESCO, e nella residenza reale di Enrico VIII in puro stile Tudor, Hampton Court Palace.

Dalla colazione all’ora del tè

I locali segnalati dai proprietari della casa sono molti e tutti interessanti. Partiamo con la colazione all’Albert Deli, che serve il breakfast fino alle tre del pomeriggio, per quelli che si dimenticano di mettere la sveglia!

Se avete un calo di zuccheri, assaggiate le celeberrime cupcakes di The Hummingbird Bakery.

Imperdibile la sosta per un caffè al Tide Table, nel cuore dei Terrace Gardens e con il suo dehor affacciato sul fiume.

Per finire, all’ora del tè rifugiatevi nel paradiso fatto di piante, fiori e stanze con enormi vetrate della Petersham nursery, una serra dove, oltre ad acquistare i prodotti per il giardino, si può gustare un ottimo tè servito nella teahouse.

Pranzo e cena

Per la sosta pranzo, facciamo un salto in Baviera…Grazie alle panche all’aperto, all’ottima birra servita con wurstel e pretzel, in questo ristorantino sulla riva del Tamigi si respira l’atmosfera dell’Oktoberfest.

Per mangiare come veri inglesi, invece, fate un salto al tradizionalissimo pub  The White Horse, dove spillano eccellenti birre accompagnate da strepitosi sandwiches.

Solitamente non amo mangiare nei ristoranti italiani all’estero, ma se la segnalazione è eccellente, perché no? E’ il caso di Al Boccon Di’vino, un nome che promette delizie.

Spero che Quintessential vi sia piaciuta: se volete saperne di più fate un salto su The Plum Guide. Noi ci vediamo presto con un’altra bellissima casa londinese.

Scopri le atre case della rubrica Dormire nelle case più belle di Londra

The post Dormire nelle case più belle di Londra: la quintessenza della bellezza appeared first on La gatta sul tetto.


 
 




Torna su