Archive for maggio, 2018






 
 
 

Come arredare un soggiorno piccolo e trarne il massimo

Pubblicato da blog ospite in Idee, Interiors, Interni, VDR Home Design

Capita molto spesso di avere soggiorno e cucina che condividono le stesso spazio e ancora più spesso che i metri quadri a disposizione non siano così tanti. Come fare per arredare un soggiorno piccolo e trarne il massimo?

……….

I soggiorni piccoli sono ormai un elemento tipico delle case moderne. I soggiorni che condividono lo spazio con la cucina, poi, ancora di più. È raro che nelle case di nuova costruzione i due spazi rimangano divisi, perché ormai nella mentalità comune sono quasi lo stesso spazio.

Basti pensare alle cene che si organizzano con amici e parenti: mentre si finisce di preparare, gli ospiti possono stare in soggiorno e continuare a chiacchierare con noi. Non c’è più bisogno della donna (o dell’uomo) che si ritira in cucina e non si vede più fino alla fine della cena. La cena in quanto tale è un momento di condivisione e di unione.

Il difetto è che i metri quadri a disposizione, molto spesso, sono davvero pochi. Come fare quindi ad arredare un soggiorno piccolo e trarne il meglio?

ARREDARE UN SOGGIORNO PICCOLO: UN PROGETTO PRATICO

Il progetto di cui vi parlo oggi è un progetto reale, su cui sto lavorando ultimamente: quello per casa nostra. La casa in se non è piccola, ma la zona cucina / soggiorno non è grandissima. Le due aree sono comunicanti, quindi lo spazio sembra otticamente più grande. Come fare per organizzare uno spazio di questo tipo, senza sovraffollarlo e trovando spazio per tutto quello che serve?

arredare un soggiorno piccolo

Nel nostro caso appena si entra in casa ci si trova di fronte tutta la zona giorno: cucina a sinistra e soggiorno a destra. Per dare un minimo di divisione alla zona soggiorno abbiamo pensato di montare due librerie a giorno, di quelle autoportanti, con montanti in alluminio da fissare a pavimento e soffitto (originali anni ’50).

Oltre a fornire spazio chiuso per riporre oggetti che possono essere utili alla cucina (come piatti e bicchieri), sono utilissime come “svuota tasche”. Pensateci bene: quali sono le prime cose che fate quando entrate in casa? Riporre borse e cappotti, togliere le scarpe, svuotare le tasche. Per evitare la confusione che si potrebbe creare in mancanza di uno spazio adatto all’ingresso, queste due librerie svolgeranno proprio questi compiti. Appendi cappotti, porta scarpe e borse.

Inoltre in questo modo si crea un minimo di zona ingresso, che da una separazione anche visiva alle varie parti. A sinistra si trova la cucina: non essendoci spazio a sufficienza per tenere sempre in esposizione un tavolo standard, abbiamo optato per una consolle allungabile. Da chiusa misura solo 50 cm di larghezza per 90 cm di lunghezza, ma completamente aperta arriva fino a 3 mt.

Passiamo poi alla zona soggiorno vera e propria: alcuni arredi sono già nostri, come il divano blu elettrico a due posti (che è anche letto) e il tavolino contenitore di Ikea. Utilissimo per riporre coperte, libri e prossimamente i giochi del pupo in arrivo.

Essendo lo spazio a disposizione poco abbiamo evitato le classiche pareti soggiorno già precomposte. Abbiamo optato per un sistema di librerie modulari, le String, che si possono comporre proprio come volete voi. Hanno profondità 20 cm o 30 cm ed il bello è che vi aiuteranno a sfruttare al massimo lo spazio. Noi abbiamo scelto un paio di moduli chiusi (piatti e bicchieri non finiscono mai) e un paio di cassetti. E poi un sacco di librerie: i nostri libri si moltiplicano a vista d’occhio!

Come vedete si possono avere composizioni a tutt’altezza ma anche basse, per creare delle credenze dal fascino nordico (come quella che abbiamo pensato noi, porta Tv).

Volete un’idea di prezzo? Per entrambe le composizioni il prezzo è di circa € 2.500. Non male eh?

arredare un soggiorno piccolo

L’articolo Come arredare un soggiorno piccolo e trarne il massimo sembra essere il primo su VHD.

Tags: , ,

 
 

Places in Rome – Eli library – Style and interiors

Pubblicato da blog ospite in Creative & Ordinette, News
There are places you just stumble upon quite all of a sudden. I came through this magic place last Sunday. I was going back home after spending a beautiful joyful day in Villa Ada, playing and having fun with my family. I made this interesting discovery and took some picture of it that I thought I’d better share with all of you. This is a library where people can find rare and old books, have some relaxing time to scroll through their pages in a super cozy atmosphere. It’s a place of style and beautiful interiors and of course with plenty of books, a place you can draw some inspiration for your studio or living room. A yellow armchair, colored chairs and a mustard vintage couch are the main interior elements that add  style to the place. Have a look at these interiors and have a wonderful week-end!

Tags:

 
 

I colori migliori 2018 per dipingere le pareti

Pubblicato da blog ospite in Colori, Decor, Dettagli Home Decor
la nuova palette cromatica 2018 Wilson & Morris
Wilson & Morris presenta la nuova palette cromatica 2018. Sono dodici i nuovi colori che vanno a completare la cartella Le Pitture per personalizzare e valorizzare gli ambienti: nuance dall’azzurro cielo al pavone, gradazioni del rosa dalle tonalità chiare a quelle più intense fino all’amaranto, dal giallo ocra delicato al verde pastello e militare.


Le 12 tonalità sono frutto di una ricerca studiata in collaborazione con Nicola Baccaglini– artista/designer specializzato nello studio di codici colore – con cui l’azienda sta lanciando un nuovissimo progetto dedicato al Benessere Casa. Una nuova filosofia che ha l’obiettivo di individuare il colore come elemento decorativo indispensabile per la definizione di ambienti in grado di trasferire benessere ed emozioni.


la nuova palette cromatica 2018  Wilson & Morris

Queste pitture sono disponibili nelle tre finiture proposte nella linea Le Pitture: Emulsion Matt(pittura a base acqua dall’aspetto opaco e vellutato al tatto adatta a pareti e soffitti interni), Emulsion Eggshell(smalto con finitura a guscio d’uovo, opaca, liscia, lavabile adatta a pareti e supporti in legno e metallo, incluso i radiatori) e Osmos (pittura a base d’acqua con finitura opaca e semicoprente con effetti di trasparenza e patinature uniche, adatta a tutte le superfici). 

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!

I nuovi dodici colori sono l’essenza delle nuove tendenze contemporanee, tonalità create per ambienti dinamici ed eleganti, in pieno stile Wilson & Morris: la delicatezza dei colori codice 2041 SKY, codice 2043 NEW ICE, codice 2045 LIGHT GREY, la potenza cromatica del codice 2044 NICE BLUE, del codice 2050 GOOSE BEAK, del codice 2052 MILITARY GREEN, codice 2048 PINK e codice 2036 AMARANTO, la raffinatezza delle tonalità del codice 2049 PEACH, codice 2047 ANTIQUE IVORY, del codice 2046 WHITE CREAM e del codice 2051 GREENISH.


la nuova palette cromatica 2018 Wilson & Morris
Le nuove pitture 2018 sono pensate per ogni tipo di gusto e necessità: dai colori più neutri a quelli più accesi, una selezione all’insegna delle emozioni e del benessere dei nostri ambienti e di noi stessi.


Tags:

 
 

DONNA WILSON

Pubblicato da blog ospite in Decor, Il Sottomarino a Pois
Finalmente è arrivato il post su DONNA WILSON!! Ho aspettato a pubblicarlo perché oltre a presentarvi questa donna e artista meravigliosa, volevo darvi la notizia che tra qualche giorno saranno diponibili alcuni dei suoi prodotti sullo shop NORDDESIGN evvivaaaa… con lei è stato amore a prima vista, poi quando ho letto la sua storia, mi è piaciuta ancora di più!
L’infanzia la trascorre nella fattoria dei suoi genitori, nella campagna dell’Aberdeenshiree come dice lei stessa:

avevamo un vecchio pollaio che diventava un laboratorio di artigianato … un posto dove nascondersi dagli adulti e immaginare delle avventure. Creavo sculture di rami e ramoscelli,  torte di fango che servivo in vecchie pentole e padelle.”

Attraverso questi primi esperimenti, ha sviluppato un amore per la natura, la fauna selvatica e passione nella creazione di  oggetti – per lo più con i tessuti usando tecniche artigianali come l’infeltrimento, il cucito, il lavoro a maglia e il confezionamento. Quando era abbastanza grande, Donna fece le valigie e partì per Londra dove perfezionò i suoi talenti al Royal College of Art. È lì che ha lavorato a maglia le sue prime creature e ha iniziato a venderle ai negozi locali della città.
Ora Donna ha uno studio nell’East London, dove oltre alle sue creature troviamo ceramiche, cuscini e tanto altro… però c’è da dire che Donna Wilson non sarebbe arrivata dove è oggi se al suo fianco non ci fosse stata una squadra di abilissimi artigiani, impegnandosi, così, il più possibile, affinchè ogni prodotto venisse realizzato nel Regno Unito. 
Ma ora voglio che parlino le immagini 

In casa di mamoesjka troviamo tantissmi prodotti di Donna (se vuoi vedere un home tour di questa casa clicca qui 😊)

Anche a casa di Nicki (se vuoi vedi anche questo articolo Home tour
Cuscini stupendi, creature che stimolano la fantasia di adulti e piccini, ceramiche delicate e con decorazioni fatte a mano che parlano di natura, rendono ogni casa un luogo pieno di creatività e originalità.

Sono felicissima di ospitare i suoi prodotti nello shop, felice di rendere le case dei miei clienti “piene” di oggetti ricercati che amo profondamente e vorrei io in prima persona. In fondo il motto è proprio NORDDESIGN, IL DESIGN CHE TI FA STAR BENE! e cosa c’è di meglio di un prodotto di DONNA WILSON!?!😊

Le foto sono state prese dal blog di Donna Wilson per vederlo clicca qui, ve lo consiglio 😉
e ora musica: DAVID BOWIE – STARMAN

Tags: , ,

 
 

Save the budget ep. 6 – Vetrinette sotto i 200 €

Pubblicato da blog ospite in ChiccaCasa, Decor, Idee

Immagina una casa in campagna, con un grande prato fuori ed una quercia al centro del giardino. I fortunati proprietari sono una coppia di lettori, genitori di quattro figli e otto nipoti. Nella loro casa non manca un lunghissimo tavolo per ospitare la famiglia al completo ogni domenica. 

La villa, all’interno, è vestita di colori neutri e mobili in arte povera. Le pareti sono di un grigio chiarissimo in soggiorno, mentre alle spalle del divano, c’è una carta da parati in stile retrò.
No, non me lo sono inventato: questo posto esiste davvero e non è la casa del Mulino Bianco!

L’orgogliosa padrona di casa ha una passione per i piccoli oggetti di ceramica, Ne porta sempre uno a casa di ritorno da un viaggio o da un giro ai mercatini.

Vorrebbe un piccolo spazio tutto per loro, dove esporle e custodirle. In una zona di transito tra la cucina e la sala da pranzo c’è una piccola parete libera che potrebbe essere riempita con una vetrina. Il budget? Non più di 200 euro.

Ecco la mia selezione di vetrinette al di sotto dei 200 euro, combinabili con uno stile classico ed con un ambiente dalla palette neutra.
1. BILLY, IKEA – La libreria Billy è stata declinata in tutte le salse dal momento del suo lancio (1979!) senza mai toppare. Sta bene anche nella veste di credenza. Il modello beige è pensato sia per un arredamento contemporneo sia per un mood e tradizionale. 80x30x202 cm, 149,90€
2. FABRIKOR, IKEA – Discreta, ma di carattere la nuova vetrinetta di Ikea in metallo. Può essere fissata alla parete per acquisire maggiore stabilità. I ripiani sono in vetro e possono essere regolati. 81x113cm, 149,90 €
3. LAKOLK, JYSK – Una credenza semplice, dalle linee pulite. Oltre allo spazio espositivo, presenta due comodi cassetti che rappresentano un prezioso spazio contenitivo. 96x45x180 cm, 199,95€
4. PENSILE PICCOLO, BIANCHINI E CAPPONI – Una vetrina in miniatura in legno massello. Può essere usato come pensile oppure appoggiato su un altro mobile. L’antina si chiude grazie ad un gancio, un metodo antico e affascinante. Sotto le ante, un cassettino per custodire documenti o piccoli oggetti. 40×13,50×80 cm, 95 €
5. PARIS, JYSK – Questa è l’alzata di una credenza, che può diventare più divertente se “scombinata” dalla sua base originale, oppure se usata come pensile. In pino massiccio e MDF. Il contrasto tra il colore del fondo ed il candore esterno le conferiscono un tocco di carattere in più. 105x38x110 cm, 199,95 €
6. FABRIKOR, IKEA – Nella nuova tinta blu, questo classico Ikea è ancora più simpatico! Io credo che questa nuance sia perfettamente abbinabile ai mobili in arte povera e che possa smorzare i toni e diventare un punto focale.. 57×150 cm, 149,90€


Scopri qui come richiedere una shopping list gratuita per arredare – rinnovare uno dei tuoi ambienti!

Leggi anche…

http://chiccacasa.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss
Tags: , ,

 
 

Scarpiera bianca: organizzare scarpe e stivali con stile

Pubblicato da blog ospite in Idee, Maconi

Una scarpiera bianca è un’ottima soluzione per organizzare scarpe e stivali con stile: il bianco non passa mai di moda, è luminoso e anche in spazi piccoli si mimetizza con la parete e sembra così meno ingombrante. A seconda delle dimensioni dell’ambiente che hai a disposizione puoi scegliere una scarpiera singola, piccola o grande, oppure puoi optare per una soluzione modulare che integra armadio-scarpiera-appendiabiti. Questa scelta dipende anche dalla collocazione che vuoi dare al tuo mobile porta scarpe: ingresso, corridoio, bagno o in camera dietro la porta?

Un armadio per calzature di ogni tipo è quello che ci vuole per tenere ordine all’entrata di casa e nelle camere da letto, vediamo quali sono le varie alternative che puoi adottare per una perfetta scarpiera bianca.

I modelli

A seconda di dove metterai il mobile e dello spazio che hai a disposizione, puoi scegliere tra vari modelli:

  • scarpiera a ribalta: queste ante occupano poco spazio e permettono di inserire le scarpe anche in doppia profondità grazie alle speciali rastrelliere, l’unico svantaggio è che qui gli stivali non entrano
  • scarpiera scorrevole: perfetta se hai poco spazio in profondità, si può attrezzare con ripiani o rastrelliere
  • scarpiera con ante o scarpiera ad armadio: ideale se non hai problemi di spazio, si configura come un vero e proprio armadietto da completare con ripiani o rastrelliere. La versione con ripiani regolabili all’altezza desiderata permette di lasciare abbastanza spazio per gli stivali
  • mobile ingresso con scarpiera integrato: se hai una zona di ingresso da attrezzare opta per mobili ingresso componibili in cui combinare appendiabiti, scarpe, stivali e magari uno specchio

Le misure

Tutti i modelli prevedono svariate dimensioni, da un minimo di 45 cm in larghezza. I modelli più larghi sono quelli con 2 ante che possono arrivare ad una larghezza di circa 90 cm. L’altezza varia dal mobiletto basso che parte da circa 80 cm, all’armadietto alto di 180 cm. Se hai bisogno di misure più grandi allora puoi sempre optare per un vero e proprio armadio da camera da letto a 1 o 2 ante.
Ma nel mondo scarpiere a fare la differenza è la profondità. Sappiamo bene che spesso questo mobile è vissuto come un “fastidio”, esteticamente poco elegante e difficile da abbinare con il resto degli arredi. Ma una scarpiera bianca è un vero passepartout perché facile da combinare con altri elementi. Se poi volete nasconderla, basta scegliere un modello slim o con serrandina che puoi nascondere dietro ad una porta.

Le 7 scarpiere bianche più amate

Scarpiera bianca doppia profondità: a 2, 3, 4 o 5 ante, con rastrelliera anche a doppia profondità, contiene fino a 50 paia di scarpe con il minimo ingombro e con uno stile essenziale ideale anche quando il mobile è a vista

Family Wood scarpiera a 3 ante a ribalta cm 64 p.26 h.121

Scarpiera bianca a specchio: una coppia perfetta per donare luminosità a qualsiasi angolo della casa e per mimetizzare il mobile, che svolge così una doppia utilissima funzione

Family Mirror scarpiera a 5 ante cm 64 p.26 h.180

Scarpiera in legno e bianco: struttura color legno e ante bianche per un tocco bicolore che scalda l’ambiente

Scarpiera Evolution Wood bassa a due ante cm 64 p.30 h.100

Scarpiera in tessuto bianco: la serrandina avvolgibile è il non plus ultra dei salvaspazio perché non richiede spazio aggiuntivo per l’apertura. Ideale dietro la porta o in corridoio

Scarpiera slim a serrandina Roll cm 84 p.29 h.87

Scarpiera con maniglie colorate: se il total white non fa per te o la scarpiera è destinata alla camera dei bambini, qualche tocco di colore non fa mai male. Puoi giocare con maniglie vivaci oppure decorare il mobile con stickers

Scarpiera con 5 ante a ribalta Arcobaleno cm 64 p.26 h.180

Scarpiera bianca e grigia: l’abbinamento più trendy del momento, il bianco e il grigio non stancano mai e sono garanzia di eleganza in qualsiasi ambiente

Scarpiera sospesa Roll cm 67 
 p.17 h.174

La tua collezione di scarpe merita di essere organizzata e coccolata. Un buon armadio scarpiera, che sia bianco o di qualsiasi altro colore, ti aiuterà a tenere tutti i tipi di calzature in perfetto ordine, evitando il rischio di accatastarle e schiacciarle. La pelle e il camoscio si rovinano se non vengono correttamente conservate e dopo una stagione intera conservati in malo modo potresti ritrovare i tuoi stivaletti irrimediabilmente rovinati. Anche stivali e scarpe con il tacco devono essere riposti con cura, per evitare che la loro forma originaria sia compromessa. In base alle tue esigenze organizza la tua scarpiera con ripiani o con rastrelliere e fai in modo di attrezzare gli interni con piccoli accorgimenti come scatole, speciali ganci per tacchi, tendiscarpe o forme anatomiche.

Rivenditori scarpiere Maconi

Tags: ,

 
 

Doccia su misura: 5 consigli per non sbagliare

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti, Idee

La doccia è diventata praticamente indispensabile, in ogni bagno moderno. Se un tempo erano soprattutto le vasche ad andare per la maggiore, con le esigenze di oggigiorno le cose sono cambiate e la maggior parte delle persone preferisce la doccia perché permette di risparmiare non solo tempo ma anche molta acqua. Quando si ristruttura il bagno o si deve arredare casa da zero, scegliere la doccia diventa piuttosto complicato: sono diversi gli elementi che bisogna prendere in considerazione e spesso si rischia di commettere errori e spendere molto più del necessario.

 

5 regole d’oro per una doccia perfetta

Oggi vi diamo 5 consigli, regole d’oro per non sbagliare e scegliere ogni elemento della vostra doccia con cognizione di causa, in base alle vostre esigenze e allo spazio che avete a disposizione.

1. Prendere bene le misure

 
La primissima cosa da fare è quella di prendere le misure dettagliate dello spazio a disposizione, considerando anche l’ingombro degli altri sanitari adiacenti alla doccia. Bisogna avere le idee chiare perché altrimenti si rischia di non considerare degli aspetti fondamentali. Ricordate che una volta usciti dalla doccia occorre un accappatoio e quindi bisogna lasciare lo spazio sul muro per dei ganci. Se il box si trova vicino alla porta, considerate lo spazio necessario affinché questa si apra senza sbattere contro il pannello. Prendete bene le misure dello spazio che avete a disposizione e considerate anche gli ingombri delle cose che andranno vicine alla doccia.

2. Scegliere forma e dimensioni

 
Molti rinunciano alla doccia dei loro sogni perché in commercio le dimensioni dei piatti e dei box sono standardizzate. Questo è vero, ma solo in parte: al giorno d’oggi è possibile richiedere che ogni singolo elemento venga fatto su misura e si trovano facilmente anche siti online molto seri come Ceramic Store che offrono questo servizio di alta qualità a prezzi contenuti. Non rinunciate quindi a priori alla vostra doccia perfetta, perché le dimensioni possono essere scelte e personalizzate completamente!

3. Box doccia: attenti al materiale!

 
Per quanto riguarda il box doccia, al di là delle dimensioni un aspetto da considerare è il materiale con cui è realizzato. Quelli più comuni sono due: l’acrilico oppure il cristallo. Naturalmente quest’ultimo è leggermente più costoso, ma molto più semplice da pulire e di grande impatto estetico. L’acrilico è sicuramente molto resistente, ma meno bello da vedere.

4. Piatto doccia: classico o a filo pavimento?

 
Se non siete amanti delle docce classiche, al giorno d’oggi vanno tantissimo di moda i piatti a filo pavimento, che sono bellissimi da vedere e possono essere personalizzati al massimo, sia nei colori che nelle dimensioni. Questi modelli hanno un costo maggiore, ma rappresentano il futuro dell’arredo bagno e stanno entrando in tutte le case di recente costruzione.

5. Il soffione: un occhio al risparmio idrico

 
Ultimamente vanno di moda i soffioni grandissimi, che permettono di ottenere un effetto cascata davvero fantastico. Considerate però che queste soluzioni determinano un consumo maggiore di acqua e alla fine non sono poi così funzionali. Valutate quindi bene, anche in base ai vostri gusti, ma ricordate che questo fattore deve essere tenuto in considerazione.

Tags:

 
 

Prima e dopo: la trasformazione di un appartamento sui tetti di Parigi

Pubblicato da blog ospite in Interni, La Stanza Vuota

Solo 40 metri quadri più un terrazzo che amplia lo spazio verso l’esterno, ben organizzati e messi in valore grazie a degli interventi ben dosati. Da qui si vede il Sacré-Coeur, una vista da sogno per chi abita a Parigi. Questo appartamento prima non aveva un’idea d’insieme e perciò dava una sensazione di confusione e di poca cura. Necessitava quindi di un restyling per essere messo in vendita. L’agenzia Four Lions, specializzata in transazioni e valorizzazioni immobiliari con pochi cambiamenti l’ha resa  un ambiente pieno di stile, dove il black&white è il filo conduttore del progetto.

Appartamento a Parigi
Four Lions Paris

Ho scovato questo piccolo appartamento grazie a Planete Deco, blog che propone i progetti di interior più belli del momento. Si tratta di una mansarda al sesto piano che si presentava come un unico open space.

Ecco una serie di immagini di prima e dopo l’intervento, confronto che permette di evidenziare tutti i cambiamenti apportati.

 

Il pavimento in parquet è stato schiarito dipingendolo di bianco, una scelta che può sembrare azzardata ma che ha permesso di avere maggiore luminosità in pieno nordic style.

Per dare più carattere però il total white non bastava. Dove prima c’era una suddivisione molto leggera è stata realizzata una parete vera e propria e poi tinteggiata di nero. Sono stati poi aggiunti arredi semplici e proporzionati allo spazio. L’effetto adesso è completamente diverso, c’è ordine ma soprattutto uno stile definito e una organizzazione dello spazio più razionale.

Anche il bagno è stato sottoposto a qualche ritocco, piccoli interventi che lo hanno completamente trasformato. Prima di tutto, questo ambiente, prima parzialmente a vista dalla camera da letto, è stato chiuso. Sono poi stati uniformati i colori, con il bianco che va a coprire il legno del mobile lavabo e la nicchia verde, successivamente sono stati aggiunti dettagli che richiamano le sensazioni che si respirano nel resto dell’appartamento. Il tessuto con stampa a foglie a fondo scuro porta un tocco di freschezza e colore.

Elementi decor come gli acchiappasogni, presenti nella casa, prima passavano quasi inosservati, adesso invece sono centrali per la definizione dello stile e sono presenti in ogni ambiente. Un esempio di come si può riutillizzare ciò che è presente in una casa in modo nuovo, principio dell’home staging.

Il cambiamento principale della camera è stato certamente renderlo un ambiente indipendente dal living e dal bagno. Per alleggerire è stato eliminato il mobile a giorno che correva lungo tutta la parete finestrata. Al suo posto è stato realizzato un più ampio spazio gurdaroba. Per non ingombrare la stanza è stata sfruttata la nicchia nata dalla chiusura del bagno, aggiungendo delle semplici tende. Ruotando il letto ogni cosa si è incastrata perfettamente in questa piccola supeerficie.

L’appartamento ha una splendida terrazza di 27 mq. Questa si presentava in uno stato non ottimale e quindi poco appetibile per un potenziale acquirente. Adesso è un ambiente dove rilassarsi senza preoccuparsi di essere visti dai vicini.

Sono stati utilizzati diversi arredi di recupero come i pallet usati per realizzare un divanetto ed è stato creato un mood etnico, vivace e colorato, con l’aggiunta di qualche complemento come pouf e lampade.

La cucina occupa un piccolo spazio nella zona giorno, ma è stata resa funzionale e anche molto piacevole, in tema con il progetto di valorizzazione dell’esistente. Un sogno pranzare in questo angolino delimitato da vetrate con vista su Parigi!

 




L’ingresso alla mansarda non era uno spazio molto definito. Uno specchio vintage e qualche utile ripiano bastano per accogliere all’interno dell’appartamento. Già dal primo momento è evidente il carattere dell’appartamento.

Ingresso con mensole

Un’altra immagine della terrazza da cui prendere sicuramente ispirazione, per il divanetto DIY (da copiare) e per come sono stati messi insieme i diversi elementi. Chapeau!

Terrazza in stile etnico

Per altre info Four Lions

Salotto con parete nera
Planete Deco
Tags: ,

 
 

Home décor: i 5 complementi d’arredo essenziali per una casa di tendenza

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor
interior design tendenze casa 2018

Le tendenze 2018 in fatto di home decor sono chiare. Arredamento e decorazioni mettono in scena una casa dal gusto retrò e dall’atmosfera ricercata, rendendola al contempo chic e intellettuale.


Per una casa alla moda e di design è importante essere sempre aggiornati sui colori e gli stili di tendenza, i nuovi materiali per le finiture, gli oggetti di design più adatti al proprio stile e alle proprie esigenze, ma per farlo occorre avere del tempo per sfogliare riviste di arredamento, seguire i blog più influenti, visitare showroom e negozi.


In questo articolo, grazie all’interessante infografica ideata dal team di esperti Facile Progettare, ti sveliamo i 5 complementi d’arredo essenziali per una casa di tendenza.


Stile vintage

In questo 2018 gli oggetti vintage sono i protagonisti delle nostre case. Sbizzarritevi nei mercatini e negozi di modernariato alla ricerca dei pezzi più adatti alla vostra casa, ma prima ricordatevi di guardare in cantina sicuramente scoverete qualche oggetto particolare che potrete recuperare e mettere in bella mostra!


infografica Facile Progettare

Un tocco di rosso

Il rosso è il colore che non deve assolutamente mancare nella casa del 2018. Un colore caldo e passionale, puoi osare inserendo un elemento d’arredo come un mobile, un divano, una poltrona, una lampada, o più semplicemente qualche accessorio.


infografica Facile Progettare

Giardino indoor

Se siete amanti della natura ma vivete in città, il 2018 è l’anno delle carte da parati a motivo floreale! Basta rivestire anche una sola parete all’interno di una stanza per rinnovarne il look e ricreare un vero e proprio giardino indoor che vi farà dimenticare di vivere in città!
infografica Facile Progettare

Tappeti moderni

Tra i complementi d’arredo di tendenza per questo 2018 torna il tappeto ma in versione moderna e scandito da colori vivaci. Il tappeto è un elemento prezioso, soprattutto quando si deve arredare un open space, utile infatti per delimitare la zona pranzo, oppure l’angolo conversazione.

inforafica Facile Progettare

Lampade di design

Oltre ad essere un complemento d’arredo utile, le lampade di design arredano lo spazio e ne accentuano lo stile.  Quando si progetta casa non solo è importante un corretto studio dei punti luce ma anche la giusta scelta dei corpi illuminanti che dovranno rispecchiare lo stile dell’arredamento.

infografica Facile Progettare

Progettare casa, soprattutto quando si parte da zero, per molti può essere davvero un lavoro impossibile, sono tanti i fattori da valutare, non basta conoscere le tendenze del momento in fatto di arredamento e decorazione. Per un risultato di successo è sempre meglio rivolgersi ad un professionista.

Oggi, grazie al web, è facile e veloce trovare un architetto o interior design che faccia al caso nostro e senza spendere una fortuna! Ad esempio, se stai cercando un architetto per la progettazione di interni a Roma con Facile Progettare ti basteranno pochi clic per trasformare le tue idee in realtà.

Realizza la tua casa con un progetto online personalizzato con Facile Progettare

Facile Progettare è il partner ideale per chi vuole realizzare la propria casa in modo semplice e con un costo alla portata di tutti.  Un team di professionisti progetta online e in tempo reale la tua nuova casa, ripensando ogni ambiente comprensivo di pareti, finestre e porte, dalla disposizione dei mobili ai colori, dalla scelta dei materiali all’illuminazione per un restyling completo. Alla fine, grazie all’innovativa app, potrai vedere la tua nuova casa in realtà virtuale.

Per farlo ti basta compilare il form presente in home page inserendo i tuoi dati, caricando la planimetria, aggiungendo quelle che sono le tue esigenze e stile preferito. Fatto ciò sarai contattato da un professionista per un colloquio informativo che ti seguirà passo passo e ti consiglierà, al fine di progettare uno spazio che rispecchi il tuo stile e le tue esigenze.

Il progetto di interior designpersonalizzato lo riceverai via mail, unitamente ad un link per visualizzare il preventivo di spesa per procedere alla realizzazione dei lavori; un’altra mail, invece, conterrà il link per scaricare l’app e visualizzare la casa dei tuoi sogni. A questo punto basta registrarti al sito per scaricare l’applicazione di home design, accedervi con le credenziali impostate in fase di registrazione per visualizzare il tuo progetto in realtà virtuale che potrai navigare da mobile e desktop.

Dunque, cosa aspetti a rinnovare la tua casa?

Tags:

 
 

Bo di Brabantia, design e amore per l’ambiente

Pubblicato da blog ospite in Coffee Break, Design

Progettando oggetti di uso quotidiano si deve conciliare la praticità di utilizzo con la qualità del prodotto e dare al tutto un aspetto estetico invitante.
Non sono molti i produttori che investono nel design soprattutto quando si tratta di oggetti come i bidoni della spazzatura, spesso fatti per essere nascosti alla vista.

Oggi vi presentiamo Bo Pedal Bin e Bo Touch Bin due pattumiere da mettere in mostra di Brabantia, un marchio molto interessante che da 100 anni e impegnato ad offrire accessori per rendere la vita più facile senza trascurare il lato estetico e che investe molto nello sforzo per il rispetto del nostro pianeta.

Acquistando prodotti Brabantia si sostiene il progetto The Ocean Cleanup per liberare gli oceani tutto il mondo dalla plastica.

Seguendo i due link a Bo Pedal Bin e Bo Touch Bin potrete navigare in due minisiti dedicati dove si possono configurare le due pattumiere, scegliendo il colore più adatto ai vostri ambienti fra gli otto disponibili e le combinazioni dei contenitori interni per la raccolta differenziata.

Bo Pedal Bin e Bo Touch Bin, nelle due versioni con e senza gambe sono dei contenitori per la spazzatura da mettere in mostra, con ottime finitura estetica, nei colori di tendenza e chiusura silenziosa, sono realizzati in plastica riciclata di alta qualità, con 10 anni di garanzia e con certificazione Cradle to Cradle – Livello bronzo.

Bo by Brabantia, design and love for the environment

When designing everyday objects, one must reconcile the practicality of use with the quality of the product and give the whole an inviting appearance.
Not many manufacturers invest in design especially when it comes to items such as trash cans, often made to be hidden from view.

Today we present Bo Pedal Bin and Bo Touch Bin two trash bins to show off Brabantia, a very interesting brand that for 100 years and committed to offering accessories to make life easier without neglecting the aesthetic side and that invests a lot in the effort to respect our planet.

By purchasing Brabantia products, the project The Ocean Cleanup is supported to free the world’s oceans from plastics.

Following the two links to Bo Pedal Bin and Bo Touch Bin you can browse two dedicated mini-sites where you can configure the two trash cans, choosing the color best suited to your environments among the eight available and the combinations of internal containers for recycling.

Bo Pedal Bin and Bo Touch Bin, in the two versions with and without legs are rubbish bins to be put in plain sight, with excellent aesthetic finish, in trendy colors and silent closing, are made of high quality recycled plastic, with 10 year warranty and Cradle to Cradle certification – Bronze level.

Immagini VIA

* post sponsorizzato *
_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 




Torna su