Archive for giugno, 2018






 
 
 

Armadio bianco ad ante scorrevoli: 5 modelli su misura

Pubblicato da blog ospite in BlogArredamento Aziende, Design, Napol Arredamenti

L’armadio bianco ad ante scorrevoli rappresenta una delle soluzioni di contenimento più gettonate per la camera da letto: capiente, poco ingombrante, sempre di moda, abbinabile con tutto.
Le ante scorrevoli permettono di ottimizzare gli spazi. Per aprire un armadio scorrevole non è richiesto ampio spazio d’apertura frontale, sono necessari solo alcuni centimetri per il passaggio e per accedere agevolmente allo spazio interno.
Il bianco è un colore facile da abbinare, è luminoso, sta bene con tutto. Puoi optare per un look total white oppure puoi giocare con gli abbinamenti di colore e materiali, scegliere ante colorate oppure in vetro o specchio, o ancora interni bianchi o effetto legno.

Se la tua stanza è piccola scegli un armadio scorrevole, puoi posizionarlo anche molto vicino al letto. 
Se vuoi donare luminosità alla stanza, se ti piacciono i colori neutri, se vuoi mimetizzare l’arredo con la parete e farlo sembrare meno ingombrante tinteggia anche i muri della stanza di bianco.

Scopriamo subito i 5 armadi bianchi scorrevoli su misura più venduti da Napol Arredamenti.

1 – Zenith: armadio scorrevole tutto bianco

Il più amato in assoluto per il suo look tanto semplice quanto elegante. Nessun fronzolo e nessun decoro, Zenith può avere due o tre ante lisce senza maniglie applicate e senza pomelli, le maniglie sono incassate all’interno dell’anta e non ne intaccano l’estetica. Un armadio tutto in legno bianco è un passepartout per tutte le camere da letto.

Armadio scorrevole bianco

2 – Ada: armadio bianco con ante scorrevoli a specchio

Legno bianco e specchio sono l’accoppiata perfetta per donare luminosità alla camera. Da una parte legno rovere laccato a poro aperto o legno laccato lucido o opaco, dall’altra specchio in versione naturale, bronzato, brunito oppure serigrafato nel modello Nuvola o Acqua. Quello proposto in foto è la versione Acqua con decorazioni irregolari verticali: l’effetto è molto piacevole e diverso dal solito ma se non ti dovesse piacere puoi valutare campioni di specchio più tradizionali.

Armadio scorrevole bianco con ante a specchio

3 – Dia: armadio bianco di design ad ante scorrevoli

Dia è un armadio bianco di design, un modello immancabile nella lista dei “top five”. Le ante sono composte da quattro pannelli irregolari di diverse dimensioni: un pannello è sempre in vetro o specchio, tre pannelli sono sempre in legno o laccato. L’effetto finale è un armadio moderno ed originale dove il legno bianco la fa da padrone ma lascia spazio a superfici dalla texture differente.

Armadio scorrevole bianco con ante decorate in legno e specchio

4 – Greta A (versione A): armadio scorrevole bianco con decoro in vetro

Dopo la versione tutta in legno bianco e quella in legno e specchio, è tempo di presentare un armadio bianco in legno e vetro, uno dei più classici abbinamenti nell’arredamento. La spessa fascia centrale in vetro interrompe la continuità dell’anta in modo molto discreto e puramente decorativo. A scelta tra vetro Cattedrale Madreperla, vetro serigrafato, vetro satinato, vetro satinato serigrafato, vetro decor e vetro verniciato. Capace di soddisfare i gusti di tutti.

Armadio scorrevole bianco con fascia in legno

5 – Greta (versione B): armadio scorrevole in bianco e legno

Nella lista dei più venduti è immancabile un armadio in legno bianco e scuro, un tocco bicolore elegante che scalda la stanza. Un contrasto forte qui proposto in modo molto discreto, come fosse una decorazione: il pannello centrale spezza la continuità delle ante, permette di abbinare liberamente due finiture e di personalizzare l’armadio secondo i propri gusti.

Armadio scorrevole bianco con fascia in vetro

 

Armadio scorrevole bianco, ma bianco come?

Chi pensa che “di bianco ce n’è solo uno” si sbaglia. Anche questo colore ha numerose sfumature cromatiche, un’ampia palette che offre l’imbarazzo della scelta. Solo per citarne alcune: bianco sporco, bianco ottico, bianco perla, bianco ghiaccio, bianco avorio. Nell’immagine qui sotto i campioni bianchi disponibili nel campionario materiali Napol Arredamenti, si tratta di campioni di legno impiallacciato, laccato e vetro.

Finiture legno per armadi NapolFiniture vetro per armadi Napol

 

Per scegliere il bianco più adatto all’armadio della tua stanza affidati ai tuoi gusti e lasciati consigliare da un professionista. Prenota un appuntamento gratis con un nostro rivenditore: potrai vedere dal vivo i campioni dei materiali e ricevere tutte le informazioni necessarie per progettare il tuo guardaroba.

Cerca rivenditore Napol in Italia

 

> Vuoi sapere di più sugli armadi Napol? Leggi tutti gli articoli dedicati.

> Vuoi vedere alcune foto ispirazione? Sfoglia il catalogo armadi scorrevoli.

> Vuoi sapere di più sulla nostra azienda? Scopri i 4 motivi per i quali sceglierci.

Tags:

 
 

Rinnovare le pareti della cucina: punta sulla carta da parati!

Pubblicato da blog ospite in Decor, Dettagli Home Decor, Idee
carta da parati moderna - MuralsWallpapers

Decorare la cucina richiede una particolare attenzione in quanto occorre coniugare estetica, funzionalità e praticità.


Se il vostro desiderio è quello di rinnovare le pareti della cucina e pensate che l’unica soluzione sia ridipingerle con un nuovo colore, allora vi sbagliate. Con la giusta carta da parati, infatti,  potrete cambiare aspetto alla vostra cucina in poco tempo.


Se un tempo la tappezzeria trovava spazio solo nel soggiorno, in camera da letto o nell’ingresso di casa, oggi, le carte da parati moderne si prestano per soluzioni originali e creative in qualsiasi ambiente domestico, anche in cucina. Naturalmente non occorre posarla lungo tutto il perimetro della stanza, ma può essere applicata anche su una sola parete, quella che desiderate mettere maggiormente in evidenza.

Per la mia piccola cucina ho scelto di posare la carta da parati solo su parte di una parete, quella su cui poggia il tavolo. Viviamo con due cani che di giorno adorano dormire sotto il tavolo e appoggiate contro il muro, così la parte bassa della parete era sempre sporca. Stanchi di dover ridipingere spesso il muro, abbiamo optato per una carta da parati moderna di MuralsWallpaper

carta da parati moderna in cucina

Cercavo un disegno non troppo moderno, qualcosa che si potesse integrare bene con il contesto, caratterizzato da pareti in sasso e mattoni a vista, un soffitto in legno scuro, oltre, naturalmente, con l’arredamento e i colori già presenti nella stanza. Dopo una lunga ricerca ho trovato il disegno adatto: Yellow Arrow Tribal Canvas.

Yellow Arrow Tribal Canvas

La zona della cucina è piccola e poco luminosa ma questo disegno dallo sfondo chiaro, fa sembrare lo spazio più grande e luminoso. Per aggiungere un tocco retrò ho appeso alla parete un vecchio cassetto da tipografo.


carta da parati cucina
MuralsWallpaper è un’azienda britannica leader nella produzione di carte da parati di design e qualità con un ricco assortimento di disegni in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di stile.

Una volta selezionato il disegno desiderato,  è possibile scegliere il tipo di supporto più indicato, scegliendo tra una carta leggera, media e pesante
La carta più leggera è l’opzione ideale per rinnovare gli interni anche se si ha un budget limitato. La carta è leggermente più sottile, il che rende più facile la posa, ma conserva ugualmente una trama dalla buona finitura. La superficie, caratterizzata da un leggero effetto texturizzato, è lavabile e resistente a danni lievi. La carta di grammatura media, come quella scelta per la mia cucina, è più spessa e di alta qualità, adatta sia per uso domestico che per luoghi pubblici e spazi commerciali. Ottima definizione e vividezza del colore, completamente lavabile e resistente ai danni.
Rispetto alle precedenti, la carta pesante offre una splendida finitura texturizzata in filato di lino, stampato su supporto vinilico di alta qualità e particolarmente resistente. Questo tipo di carta è adatta per un rivestimento murale di pregio e può essere posata anche incucina e nella stanza da bagno. La superficie, naturalmente, è sempre lavabile ma in questo caso è anche resistente all’acqua.

Ordinare una carta da parati MuralsWallpapers è facile e veloce, così come la sua posa. Un altro vantaggio, è la possibilità di poter ordinare una carta da parati personalizzata, modificando uno dei disegni presenti in assortimento oppure inviando una foto o l’immagine che si desidera! 

Se volete conoscere le novità 2018 di MuralsWallpapers scaricate il primo numero di VOGLIA di DETTAGLI, all’interno del quale abbiamo dato ampio spazio alle nuove e interessanti collezioni per una casa originale e di tendenza!

Tags:

 
 

Preparazione professionale di un immobile per la vendita – Home Staging

Pubblicato da blog ospite in Case e Interni, Interiors, Interni

Preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging
Quando metti la tua casa sul mercato (affitto o vendita), la preparazione e la presentazione sono le chiavi per arrivare più velocemente ad un prezzo più alto.

Negli Usa da tantissimi anni, si è diffusa una professione specifica che affianca le agenzie immobiliari, per aiutare a vendere più rapidamente e al miglior prezzo qualsiasi immobile. Stiamo parlando dell’Home Staging ovvero la preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita.

Nel 2013 su questo blog, avevamo già scritto un articolo riguardo questa strategia di marketing immobiliare: Vendere casa (un po’ meno) disperatamente. Sono passati cinque anni e da allora qui in Italia non sono stati fatti tantissimi passi in avanti in questa direzione. Basti dare uno sguardo agli annunci immobiliari per rendersi conto di essere ancora molto indietro in questo campo. Eppure in cinque anni il web e i social hanno rivoluzionato molto velocemente il modo di fare comunicazione. Perciò siamo convinti che il futuro per le vendite porterà verso una maggior importanza delle foto e dell’immagine della casa e se sei un’agenzia immobiliare è meglio che tu te ne renda conto il prima possibile, in modo da offrire per primo questi servizi ai tuoi clienti, prima che lo faccia qualcun altro.

E’ necessario superare ogni resistenza. Nonostante la vivacità della domanda, sostenuta dai nuovi mutui, i prezzi di vendita continuano a scendere. Un trend negativo che incide in maniera determinante soprattutto su immobili con caratteristiche di qualità poco richieste dal mercato.

L’Home Staging crea quel valore aggiunto che farà notare la tua casa in mezzo a tutte le altre.

Preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging

Cosa ci porta a scegliere un determinato appartamento e non un altro?

Per vendere velocemente, bisogna attirare il maggior numero possibile di potenziali acquirenti e bisogna farlo alla prima impressione ovvero sulla scheda di presentazione della casa, sia essa pubblicata su portali online o su materiale cartaceo delle agenzie immobiliari.  

La preparazione professionale di un immobile per la vendita non è un processo costoso e dispendioso in termini di tempo, specialmente se la tua casa è già in buone condizioni. Ne vale sempre la pena, perchè è l’unico modo in questo momento per non dover aspettare mesi prima che qualcuno sia interessato a comprare l’immobile, senza dover ritoccare enormemente al ribasso il prezzo. Si tratta quindi di investire (spendendo anche pochissimo), per guadagnare molto di più.

Al nostro studio è stato chiesto diverse volte di operare con budget ridotto (“poca spesa e molta resa”) e noi abbiamo sempre accettato la sfida. Le richieste sono nate soprattutto per rendere più “piacevoli” appartamenti destinati all’affitto o piccole strutture ricettive come b&b, che poi vengono fotografate da un fotografo professionista per essere messe sul mercato. La stesso processo può essere usato anche per una casa destinata alla vendita.

L’importanza della fotografia

La presenza di foto di qualità è già un ottimo modo per aumentare l’interesse verso la tua casa in vendita o in affitto e farla risaltare sul mercato sempre più competitivo di oggi, così come ci conferma il fotografo Tommaso Sturari, esperto di fotografia d’interni per il settore immobiliare. Il suo consiglio per chi deve mettere in vendita una casa oggi? E’ quello di investire su foto professionali, senza trascurare la sistemazione e l’ordine degli ambienti e ricorda “non avrai una seconda occasione di fare una buona prima impressione”.

Si parla tanto di stile scandinavo, ebbene in Svezia hanno già compreso da anni l’importanza della preparazione di un immobile. Infatti, molti degli appartamenti svedesi che abbiamo pubblicato in questo blog, con le loro affascinanti atmosfere, le foto splendide e luminose, la loro attenzione ai dettagli, non hanno come fonte importanti riviste di interior design e arredamento. Quelle belle case non sono altro che case in vendita, pubblicate da agenzie immobiliari locali. La cosa ti sorprende, vero? Sono case preparate da bravi home stager o interior design e fotografate da fotografi professionisti.

Preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging

Ordine e Decluttering

Il disordine è il più sottovalutato di tutti i fattori che influenzano il prezzo di vendita, eppure è il più importante. La nostra mente ha bisogno di un ambiente ordinato, che trasmetta sicurezza. Il nostro subconscio elabora i ricordi legati a quegli oggetti o mobili presenti nella nostra casa e non è in grado di vederli più come “ingombranti”. Tuttavia l’acquirente non ha l’immaginazione sufficiente per vedere quello spazio organizzato e ripulito da tutti quelle cose che non gli appartengono. Vedrà solo un appartamento pieno zeppo di mobili ed oggetti e penserà che tutte le sue cose non potranno mai entrare lì dentro.

Quindi elimina non solo il disordine quotidiano, ma togli anche i mobili superflui, dimezza libri e soprammobili, in modo che la casa sembri più ampia e ordinata. “L’organizzazione inizia dall’eliminazione” dice Marie Kondo.

Illuminazione

Non sempre è possibile mostrare la casa alla luce naturale diurna, per cui occorre migliorare ed eventualmente potenziare l’illuminazione artificiale. La sostituzione di lampadine e apparecchi illuminanti, infatti, porta un grande positivo cambiamento in tutti gli ambienti e questo è particolarmente vero per le case che non sono state costruite di recente. 
 

Preparazione e presentazione professionale di un immobile per la vendita - Home Staging

Eliminare gli elementi troppo personali

In una casa arredata e vissuta, il concetto di “spersonalizzazione” è forse il più difficile da accettare. Sappiamo che hai fatto di tutto per rendere la casa proprio “tua”, ma ora che stai cercando di venderla, tieni presente che non tutti hanno gli stessi tuoi gusti. Lo scopo è che il potenziale acquirente sia in grado di immaginare la sua vita e quella della sua famiglia all’interno della casa, per cui non ci devono essere elementi che possano distrarre da questa visione. Togli le foto personali, i quadri e gli oggetti troppo caratterizzanti, i ricordi di viaggio e tutto ciò che non possa sembrare “neutro” ad un occhio esterno. La tua casa deve piacere al maggior numero di persone possibili, che al primo sguardo, deve già immaginarsi di vivere lì.

L’importanza delle emozioni

Siamo stati recentemente all’ Home Philosophy Training Day, evento formativo promosso da Home Philosophy Academy che ha visto la partecipazione di ospiti provenienti dal mondo dell’home staging, del design e dell’industria, incentrato sul potere delle emozioni.
Pensaci bene, cerchiamo sempre di giustificare le nostre decisioni in maniera razionale e logica, tuttavia, quasi sempre compiamo scelte anche importanti in maniera istintiva. Nella stragrande maggioranza dei casi le decisioni sono influenzate da fattori emotivi, anche a livello inconscio. Diversi studi dimostrano come le scelte di acquisto siano dettate maggiormente dalle emozioni, seppur non in maniera consapevole.

Nel campo immobiliare attuale qui in Italia, non viene quasi mai preso in esame questo aspetto. Fotografie o planimetrie di case, come quelle che vediamo costantemente sui volantini pubblicitari, non emozionano affatto.

Come dicevamo all’inizio, bisogna operare affinché i potenziali acquirenti siano in grado di immaginarsi facilmente di vivere bene a casa tua, devono emozionarsi fin dal primo sguardo.

Le persone iniziano a giudicare la tua casa nel momento in cui la vedono e come interior designer possiamo assicurarti che preferiscono case ben mantenute, arredate, pulite e ordinate. Pulizia, ordine e spersonalizzazione, tre cose semplici, tecniche di provata efficacia, ma che non vengono mai messe in pratica nel mercato immobiliare dei privati.

Nessun potenziale acquirente si può “innamorare” di una casa con pareti rovinate, con stanze piene zeppe di scatoloni o mobili esteticamente poco piacevoli. Non si possono nemmeno emozionare di fronte a foto di scarsa qualità (magari scattate con un cellulare e di sera) o di una casa completamente vuota. Se la casa non ha i principali arredi, è priva di riferimenti: l’acquirente, se non è un architetto o un professionista dell’interior design, non ha l’immaginazione necessaria per comprendere se in quella stanza riuscirà a mettere il proprio letto o la propria libreria. E’ qui che entra meglio in gioco l’allestimento.

Devi mettere da parte le tue preferenze personali e fidarti di un professionista che sa cosa fare per presentare al meglio la proprietà da mettere in vendita. I colori neutri, l’illuminazione, i piccoli dettagli, la fotografia di qualità e la riorganizzazione degli arredi sono solo alcuni degli espedienti facilmente attuabili per rendere la tua casa più attraente ed invitante per i futuri acquirenti.

[tutte le foto sono di Tommaso Sturari]

Anna e Marco CASE E INTERNI

Tags:

 
 

Una casa moderna prefabbricata total red

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Dettagli Home Decor
La Roja progetto Felipe Assadi Arquitectos

Nei boschi delle montagne cilene si sviluppa La Roja, una casa moderna prefabbricata, progettata da Felipe Assadi Arquitectos.


Grazie all’intenso colore rosso che caratterizza l’interno esterno dell’edificio, questa casa moderna spicca tra la vegetazione cilena.

La Roja gode di una superficie complessiva di 90 mq disposti su due livelli, con parti scavate utilizzate come verande, ingressi, aree all’aperto coperte e tetti spioventi.  Intorno alla casa un giardino privato recintato in prossimità del bosco.

Una casa prefabbricata costruita direttamente sul posto, dove l’inserimento di ampie vetrate permette di godere del meraviglioso panorama naturale che la circonda.


La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos

Gli interni sono caratterizzati da travi neri, legno chiaro, piastrelle beige e il risso che ritorna in qualche arredo moderno.  Il piano terra è uno spazio aperto dedicato al living con cucina moderna a vista, mentre ai piani superiori si trovano le camere da letto, il cui traguardo visivo attraversa naturalmente una parete brise soleil per poter ammirare il bosco circostante.


La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos
La Roja progetto di Felipe Assadi Arquitectos


 
 

My Cocoon Hostel, un capsule hotel a Mykonos

Pubblicato da blog ospite in Architettura, Coffee Break, Idee
My Cocoon Hostel è un hotel molto particolare, che forse non ci si aspetta di trovare in un’isola come Mykonos, una fra le destinazioni top della Grecia. L’hotel infatti mixa con successo l’architettura tipica delle Isole Cicladi con le suggestioni ispirate ai capsule-hotel giapponesi; gli interni sono pensati in stile minimalista, in un bianco puro, con un tocco di naturalezza dato dal legno e dal bamboo degli arredi e propone stanze anche multiple con bagno privato o in comune. Sul fronte, un bar-ristorante aperto anche al pubblico.
Prenota il tuo prossimo viaggio su Booking QUI e risparmia 15€!

My Cocoon Hostel, a capsule hotel in Mykonos

My Cocoon Hostel is a very special hotel, which you might not expect to find on an island like Mykonos, one of the top destinations in Greece. In fact, the hotel successfully mixes the typical Cycladic architecture with the suggestions inspired by the Japanese capsule-hotels; the interiors are designed in a minimalist style, with a touch of naturalness given by the wood and the bamboo of the furnishings and also offers multiple rooms with private or shared bathroom. On the front, a bar-restaurant also open to the public.

Book your next trip on Booking HERE and save € 15!

 

_________________________
CAFElab | studio di architettura

Tags: ,

 
 

Dividere con le librerie: 4 soluzioni economiche

Pubblicato da blog ospite in Idee, VDR Home Design

Quando lo spazio in casa è poco spesso si ha la necessità di separare un minimo gli ambienti. Una soluzione economica è quella di dividere con le librerie.

………

Una casa magari non molto grande, con cucina, soggiorno e ingresso in comune. Un po’ di fastidio nell’entrare in casa e vedere tutto assieme, senza neanche un minimo di divisione e privacy. Però di costruire pareti (anche solo in cartongesso) non se ne parla: tra i costi ed i tempi, siamo già fuori budget. E non è sempre detto che ci sia spazio a sufficienza per costruire dei muri.

Oppure un monolocale: come fare a schermare la zona soggiorno dalla zona notte o dalla zona cucina?

Una soluzione a cui si pensa raramente é quella di dividere con le librerie. Facile eh? Vi dirò di più: è anche economico, con le soluzioni che vedete qui.

DIVIDERE CON LE LIBRERIE AUTOPORTANTI: 4 SOLUZIONI

Andiamo in ordine e partiamo con Ikea che ovviamente ha sempre proposto negli anni sistemi di librerie autoportanti a giorno. L’ultimo sistema è Elvarli, dotato di montanti in alluminio che arrivano fino ad H 350 cm. Potete attrezzarli come volete: ripiani per scarpe, mensole, cassettiere.. Insomma, tutto quello che vi serve in base alla zona in cui andrete a metterlo. Perfetto come cabina armadio a vista ma anche sistema di divisione tra la zona giorno e la zona ufficio, ad esempio. Oppure per dividere il soggiorno e la zona notte in un monolocale.

dividere con le librerie

Ikea

Anche Maisons du Monde offre tante librerie a giorno autoportanti, di altezza massima 200 cm. Perfette soprattutto nei soggiorni (anche di grandi dimensioni) per evidenziare le varie aree funzionali: la zona conversazione, la zona lettura, la zona pranzo…

dividere con le librerie

Maisons du Monde

Finiamo con due soluzioni altrettanto valide ed economiche, che trovate su Amazon e Leroy Merlin. Ormai sto diventando un drago nel cercare soluzioni valide e portafoglio friendly su Amazon e ho trovato questo scaffale.

L’azienda produttrice si chiama Songmics e si occupa di accessori per l’organizzazione di casa a 360 gradi. Vi consiglio di dare un occhio a tutti i loro prodotti perché sono pazzeschi (io stessa ne ho comprati alcuni). In questo caso vi faccio vedere uno scaffale a giorno, composto da 16 cubi che potete liberamente disporre in casa, in base a come più vi serve. C’è anche il modulo da 6 cubi e 10 cubi (si, è uguale al sistema di Ikea ma costa meno).

dividere con le librerie

SONGMICS Libreria con 16 Cubi Aperti, Scaffale e Divisore Autoportante di Legno, Bianco, 129,5 x 29 x 129,5 cm (L x P x A), LBC44WT

L’ultima soluzione è il sistema Logo proposto da Leroy Merlin, composto da montanti in alluminio (altezza massima 270 cm) attrezzabili con mensole e cassettiere.

Disponibile in due profondità, due larghezze e due altezze e ben tre finiture, è perfetto per dividere la zone giorno ma anche la zone notte.

dividere con le librerie

Leroy Merlin Composizione Logo

L’articolo Dividere con le librerie: 4 soluzioni economiche sembra essere il primo su VHD.

Tags: ,

 
 

The Nice Fleet: i gonfiabili per vacanze cool chic

Pubblicato da blog ospite in Dettagli Home Decor, Idee
ciambella ad anello XL modello Bouee Formentera

Per una vacanza al mare non potete rinunciare ai gonfiabili di tendenza del marchio francese The Nice Fleet: ciambelle ad anello XL, materassini tondi, cuscini da spiaggia dai colori delicati e dai motivi acquerellati, per assaporare e godersi i piaceri dell’acqua.


La prima collezione The Nice Fleet è un inno cool chic, oltre le vacanze: ogni prodotto deve il suo nome ad una destinazione suggestiva, in un viaggio immaginario che spazia dalle atmosfere tropicali di Bahia, al gusto retrò di Stinson, alle decorazioni in ceramica blu di Tulum, alla dolce vita di Formentera. 
Realizzati in PVC con spessore adattato a ciascun uso e sottoposti a tutti i controlli di sicurezza nel rispetto degli standard della comunità europea, gli accessori mare gonfiabili The Nice Fleet, in un packaging invitante, sono un regalo ideale per un’estate calda e sognante.


ciambella gonfiabile XL FORMENTERA
Ciambella Formentera. Diametro: 120 cm. Prezzo: 44,00 €

Materassino gonfiabile rotondo BAHIA
Materassino  rotondo Bahia. Diametro 150 cm. Prezzo: 67,00 €

ciambella gonfiabile XL TULUM
Ciambella Tulum. Diametro 120 cm. Prezzo: 44,00 €

ciambella gonfiabile XL STINSON
Ciambella Stinton. Diametro: 120 cm. Prezzo: 44,00 €

cuscino gonfiabile da spiaggia FORMENTERA
Cuscino da spiaggia Formentera. Dimensioni 30 x 40 cm. Prezzo: 13,50 €

Il marchio The Nice Fleet è in vendita da:
Moroni Gomma
corso Matteotti 14
20121 Milano
T. +39 02 796220
Moroni Gomma
corso Garibaldi 2
20121 Milano – Italy
T. +39 02 89095375


 
 

Appartamenti in vendita a Verona: compra, arreda e affitta

Pubblicato da blog ospite in Idee, Interiors, Interni, Non Ditelo all'Architetto

appartamenti in vendita a verona

appartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a verona

appartamenti in vendita a verona

Ci capita spesso di lavorare nel campo della microricettività, case vacanze, bed&breakfast e affittacamere, poiché ultimamente è diventato davvero un buon business nel quale investire e l’aspetto dell’interior design è uno dei principali per essere scelti sul mercato.

Ci  siamo accorte, grazie ad uno degli ultimi lavori  in questo campo che, per chi vuole fare un investimento redditizio, il  panorama di appartamenti in vendita a Verona è molto vantaggioso e sicuramente un ottimo passo da cui iniziare. Se in tutta Italia si registra un trend in crescita nell’aumento dei prezzi degli immobili e dei canoni di locazione, la rendita degli immobili a Verona è quella che segna una crescita maggiore: circa il 5 per cento. Comperare uno dei tanti appartamenti in vendita a Verona, soprattutto se di taglio non troppo grande, può essere quindi un’operazione molto vantaggiosa per chi intende poi trasformare l’immobile in una fonte di reddito interessante.
Una volta scelto quale tra gli appartamenti in vendita a Verona conviene comperare, le possibilità di trovare a chi affittarlo, anche utilizzando la redditizia formula degli affitti brevi o realizzando una casa vacanza, non mancano. Verona, infatti, da anni conferma la sua vocazione turistica, richiamando visitatori da tutto il mondo, soprattutto stranieri che da sempre apprezzano la possibilità di soggiornare in appartamenti confortevoli. Ecco allora che diventa importante trasformare l’appartamento in vendita a Verona in un delizioso rifugio. E nella città dell’amore di Romeo e Giulietta qual è il colore migliore per arredare casa? Il rosso, naturalmente.

appartamenti in vendita a verona

appartamenti in vendita a verona

appartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a verona

I consigli per arredare in rosso, il colore dell’amore
Il rosso non è un colore difficile da usare nell’arredamento. Tutt’altro, l’importante è saperlo dosare. Le indagini sulla psicologia del colore dicono che una casa con dettagli rossi cattura l’attenzione e invoglia gli acquirenti a soggiornarvi o ad acquistarla. Per rendere un appartamento in vendita a Verona una fonte redditizia in termini di affitti brevi, giocate allora con il rosso. Per gli interni di una casa, la nuance di rosso più raffinata e allegra è sicuramente il rosso corallo, ovvero quella gradazione brillante che sta a metà strada tra l’arancio e il rosa intenso.

L’importante è dosare
Ovviamente il rosso è un colore impegnativo, e quindi va dosato e calibrato. Per esempio, non va utilizzato come colore per rivestire tutte le pareti di una stessa stanza, ma può essere un’idea brillante per decorare una sola parete con carta da parati a fondo rosso corallo e dare dinamismo a un ambiente. In cucina una parete abbellita con carta da parati con ciliegie rosse evoca subito allegria, mentre in bagno le decorazioni a tema marino con il corallo, appunto, sono più che appropriate.

appartamenti in vendita a verona

appartamenti in vendita a verona

appartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a verona       appartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a verona

Protagonista del soggiorno
Il rosso è molto più che un colore da utilizzare solo per i dettagli. Il rosso è protagonista. Se nella stanza domina il bianco, il gioco di contrasti con il rosso ha una resa ovviamente molto fresca e giovane. Basta immaginare un soggiorno con un candido tavolo e sedie moderniste, vivacizzato da elementi rossi come accesissimi lampadari, cuscini per le sedute e magari un magnifico divano in pelle rossa. Il rosso corallo è la tinta vincente anche per svecchiare un arredamento sui toni del beige, tra divani di broccato e specchiere barocche.

Rosso è il colore degli accessori
Non solo barattoli dentro alle credenze della cucina, ma anche tovagliette, tende e presine, sono tutti elementi che rossi portano un tocco di brio in una cucina dove domina il bianco, il grigio o il legno naturale. Sgabelli con la seduta rossa per una cucina con la penisola e un frigo vintage rosso, sono dettagli di stile che rendono un appartamento in vendita a Verona un vero nido per innamorati che vogliono condividere un piatto di spaghetti e un bicchiere di vino dopo una giornata da turisti.

appartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a verona

Suggerimenti per una camera in rosso
E la camera da letto? Dicono che il rosso sia appropriato solo nella zona giorno di una casa, perché le sue frequenze trasmettono energia. Ma senza bisogno di dipingere le pareti di questo colore vibrante, il rosso corallo in camera da letto è perfetto per evocare la passione. Gli accostamenti spaziano dal classico rosso e bianco, all’elegante e moderno grigio e rosso, al più audace e barocco nero e rosso. Eccettuato l’ultimo abbinamento, forse troppo impegnativo se si vuole mettere in affitto la casa, i primi due sono perfetti. Una poltroncina rosso corallo ai piedi del letto, lanterne di carta rossa sui comodini, fantasie astratte e motivi floreali per i tessuti regalano quel tocco di colore appassionato che vi permetterà di trasformare l’acquisto di una delle tante case in vendita a Verona, in un piccolo gioiellino degno della città degli innamorati come è accaduto a noi.

appartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a veronaappartamenti in vendita a verona

L’articolo Appartamenti in vendita a Verona: compra, arreda e affitta proviene da Architettura e design a Roma.

Tags:

 
 

I pannelli in OSB, caratteristiche tecniche e idee di progetto

Pubblicato da blog ospite in Architettura, HomeRefreshing, Idee
Se fate parte del popolo di Pinterest o se anche solo amate sfogliare riviste di Interior Design (e se state leggendo questo blog molto  probabilmente è così…) avrete notato foto e articoli con arredi o rivestimenti realizzati con i tipici pannelli di legno solitamente utilizzati in edilizia. Per chiarirvi le idee sto parlando di questo:
Questi pannelli si chiamano OSB,  acronimo di Oriented Strand Board. Altro non sono che pannelli tecnici, di scaglie di legno, che negli ultimi tempi hanno attirato l’attenzione di architetti e designers, per il loro aspetto industriale, grezzo, che si presta in realtà a moltissime interpretazioni, anche molto sofisticate. 
I pannelli di OSB sono relizzati con scaglie di legno di varie misure,  incollate con l’utilizzo di resine sintetiche e tramite un processo di pressatura a caldo. 
Le caratteristiche tecniche dei pannelli variano in base agli spessori e ai collanti che vengono utilizzati, che li rendono adatti anche per l’utilizzo in ambienti umidi e per utilizzo sia strutturale che di  semplice rivestimento. In generale, in funzione del loro spessore, i pannelli in OSB presentano ottime caratteristiche meccaniche e di resitenza.
Queste caratteristiche prestazionali e il basso costo ne hanno fatto un materiale di uso e sperimentazione in ambienti sia commerciali che residenziali e vengono usati sia per la costruzione di elementi strutturali (scale, ad esempio) che per il rivestimento di pavimenti, pareti e la realizzazione di arredi o di intere partizioni interne.
Data la presenza di collanti nella composizione dei pannelli, è importante controllarne la provenienza e richiedere sempre una certificazione che attesti l’assenza di rilascio di formaldeide. I pannelli OSB prodotti in Europa rispondono ai requisiti per l’uso in ambienti di soggiorno (classe E1). E’ comunque sempre opportuno farsi rilasciare dal fornitore la scheda tecnica del materiale che ne attesti formalmente la classe di emissione . 
Ho selezionato diverse realizzazioni che rendono l’idea della varietà di applicazioni e di stili offerti dall’uso di questo materiale. Nonostante l’aspetto grezzo, l’utilizzo sapiente e dosato permette di creare ambienti che personalmente trovo molto interessanti e anche molto raffinati.

 1.  2.  3.  4. 5. 6. 7. 
 Ed ecco alcuni esempi di utilizzo di bagno, non solo privati ma anche per ambienti pubblici:

8.  9.  10. 11.
Proprio per le sue peculiarità materiche ed estetiche, che lo rendono protagonista indiscusso dello spazio, l’OSB ben si presta per la caratterizzazione di ambienti di lavoro , pubblici o  commerciali.  Che sia una semplice porta piuttosto che un bancone per una reception o un bar, che sia una scala, rigorosa o dalla forma azzardata, ogni volume realizzato con questo materiale si impone e dà risalto al contesto in cui viene inserito.

Infine l’ultima idea, nel caso in cui i pannelli di OSB vi convincano per le loro caratteristiche ma non vi dovessero proprio andare bene nel loro colore naturale…
16.  17.
 
Qui, verniciato di nero, è stato utilizzato come elemento strutturale e di arredo per realizzare una scala/contenitore e un volume che ingloba al suo interno ambienti di servizio (due bagni e e una cucina in linea, su uno dei lati lunghi del volume).
Cosa ve ne sembra? Io credo siano tutte soluzioni interessanti che fanno davvero venire voglia di utilizzare questo materiale per rendere personale e unico il proprio spazio di vita o di lavoro. Credo che possa essere una valida idea per realizzare la nuova camera di mio figlio ormai adolescente, sono più che certa che sarebbe di suo gusto.

Enjoy Your Home!
 
Bibliografia : Fonte 1      Fonte 2;
Se vi è piaciuto questo post fate click sul pulsante g+ proprio qui sotto. Il pulsante g+ premia la qualità dei contenuti sul web e il lavoro di chi scrive. A chi clicca non costa nulla ma è un riscontro importante per chi pubblica. Potete anche un lasciare un commento nel form apposito. I commenti e le critiche sono i benvenuti!

Tags: ,

 
 

9 motivi per innamorarsi delle piscine in microcemento

Pubblicato da blog ospite in Architettura, La Gatta Sul Tetto

piscine in microcemento

Oggi parliamo di piscine, in particolare di quelle realizzate in microcemento, un materiale sempre più apprezzato dagli addetti ai lavori e dal pubblico.

I motivi sono molteplici: estetica e resistenza, possibilità di personalizzazione, varietà nelle finiture e un aspetto pulito e rilassante, tutte qualità che contribuiscono a rendere lo spazio esterno unico e originale. Vediamo se riesco a farvi innamorare di queste 9 piscine che, sicuramente, vorreste già avere nel vostro giardino.

1-Piscine senza limiti

9 motivi per innamorarsi delle piscine in microcemento bianca

Le piscine di microcemento si adattano a tutte le dimensioni e a tutti gli spazi. È un materiale molto versatile: si può utilizzare sia per creare una grande piscina esterna sia per una piccola piscina nella corte dietro la casa. Inoltre, questo materiale si adatta a qualsiasi superficie, visto che si possono utilizzare linee rette o curve, senza limiti: bordi arrotondati, piccole fonti, piscinette ad angolo e triangolari, a sfioro o con vistose cascate.. c’è di che dar sfogo alla propria immaginazione!

2-I dislivelli? Nessun problema!

Oltre ad adattarsi alle dimensioni del terreno, le piscine in microcemento sono una meravigliosa opzione per gli spazi con grandi dislivelli. La sua resistenza in questi casi è davvero sorprendente: offre completa stabilità di fronte ai movimenti strutturali che possono presentarsi a lungo andare.

piscine in microcemento dislivelli

3-Piscine personalizzate

La possibilità di personalizzare a piacimento la propria piscina in microcemento è probabilmente uno dei suoi più grandi vantaggi. Non solamente nelle forme e nelle dimensioni, ma anche negli effetti finali. Il microcemento si può combinare con differenti pigmenti naturali per poter scegliere differenti tonalità. E’ possibile, per esempio, dare all’acqua della vostra piscina un tono più azzurro, o più verde, o più bianco che mai . Si può optare per finiture lisce, stuccate, opache o lucide o perfino effetto legno. Topciment, l’impresa spagnola leader nell’utilizzo di questo materiale, conta ben 40 tonalità differenti tra cui poter scegliere. Come potete vedere, è quasi impossibile non trovare una piscina di microcemento che soddisfi tutte le esigenze.

4-Un consiglio? Piscine in Microstone

Topciment consiglia l’uso di Microstone, il microcemento più adatto per esterni grazie alla sua elevata resistenza e per la sua proprietà antiscivolo. La sua texture assomiglia a quella di una pietra, e grazie alla varietà di pigmenti si può scegliere il colore che si preferisce per perfezionarla a proprio gusto. Facciamo una scommessa? Il color “pizarra”, simile all’ardesia,  non vi lascerà indifferenti!

piscine-in-microcemento-microstone

5-Spazi moderni al 100%

Nonostante le piscine in microcemento si possano adattare a qualsiasi stile decorativo, non si può negare che sono una scelta interessante quando si vuole ottenere un esterno in stile moderno: eleganti, dalle linee rette e nitide che si trasformeranno nel complemento perfetto per una casa minimalista, come nell’esempio qui sotto.

piscine-in-microcemento

6-Approfittare di una piscina già esistente

Costruire una piscina di microcemento a partire da zero dà sicuramente molta libertà progettuale. Nonostante ciò, il rivestimento di microcemento di 2 o 3 millimetri si può anche applicare su una piscina già esistente. La sua finitura continua coprirà completamente i materiali sottostanti dandole un aspetto completamente nuovo. Senza dubbio è una delle opzioni più interessanti per rinnovare una vecchia piscina.

piscine-in-microcemento

7-Continuità della superficie

Un’altra delle grandi virtù estetiche di questo materiale è l’effetto di continuità che conferisce all’ambiente. Il microcemento non ha giunti di dilatazione: per questo rappresenta una soluzione ottimale sia per grandi superfici che per piccole zone, come può essere per esempio un bagno. E sì, con il microcemento si può creare una superficie unica integrando interno ed esterno, ottenendo così quella continuità visiva che ci darà pace e relax.

piscine-in-microcemento

8-Combinare il microcemento con altri materiali

Se preferite combinare il microcemento con altri materiali, non c’è nessun problema! Il legno, per esempio, è un eccellente alleato: si potrà dare, per esempio, uno stile più rustico alla terrazza con piscina nel giardino di casa, o rendere più caldo un esterno minimalista. Unico fattore da tenere presente: i materiali con cui si decide di abbinare il microcemento devono essere adatti all’esterno !

piscine in microcemento con legno

9-Una grande resistenza anno dopo anno

Oltre ai vantaggi estetici cui ho accennato, nella scelta del materiale per la piscina esterna bisogna tenere presente anche altri aspetti molto importanti, come la durabilità e la resistenza dei materiali: il microcemento, in questo caso, convince ancora di più. La finitura protettiva, infatti, lo rende resistente a qualsiasi impatto o graffio, e per questo è adatto per essere applicato nelle zone più usate e calpestate, come può esserlo una piscina in estate. Inoltre, il microcemento è un materiale che non richiede  troppa manutenzione, un altro importante vantaggio che vi convincerà ancora di più!


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi. Riceverai una email mensile che riassume i post del blog ma non solo: la newsletter sarà arricchita da contenuti riservati solo agli iscritti, come mood board su colori, materiali, arredi e complementi, infografiche con idee e suggerimenti per disporre mobili e oggetti, DIY e ispirazioni. 
Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Tags:

 
 




Torna su