Una cameretta per due

Pubblicato da blog ospite in Filò

Oggi ho deciso di raccontarti come si è trasformata ‘la sua cameretta’ in questi sei anni.

Ovviamente lo stravolgimento più grande è stata la necessità di far posto al fratellino.
Anna e Giorgio  hanno cinque anni di differenza, quasi sei, esigenze molto diverse.
Ho deciso che lei avrebbe dovuto continuare ad avere una sua ‘privacy’ e soprattutto la sensazione di un piccolo rifugio tutto per sè.

Come sempre parto dai vincoli: spostare il grande armadio bianco era cosa impensabile, anche per me – nonostante ormai mi sia creata un ottimo curriculum da traslocatore: a casa mia e dai miei clienti non mi limito a progettare, passo spesso all’azione in prima persona! –
Oltre a questo c’era da considerare la vicinanza di finestra e portafinestra, certamente meravigliose vista la luce che riesce ad entrare in camera ma molto vincolanti in quanto mettono fuori gioco ben due pareti!

Ecco la situazione prima del cambiamento.

Come creare due ambienti diversi?

L’idea è arrivata grazie ad una necessità – succede sempre così, per questo consiglio di metterle bene a fuoco prima di procedere con radicali stravolgimenti – 
La cassettiera di Anna era inadeguata per l’arrivo del fratello.
Mi spiego.
La nostra casa è piuttosto piccola, il grande armadio bianco contiene al 90% biancheria per la casa , cappotti, scatole per il cambio stagione, lo spazio a loro dedicato è minimo = ho bisogno di una cassettiera più grande (va da se’ che un’altro armadio nella stessa camera non l’avrei mai messo).

A questo punto unisco due tasselli: la stessa esigenza l’abbiamo anche in camera nostra e così arriva la soluzione!

La nostra bella HEMNES  con 8 cassetti diventa la loro cassettiera (ho esattamente raddoppiato la capienza che avevo prima) mentre da noi, potendo sfruttare lo spazio libero in altezza, abbiamo inserito due MALM da sei cassetti ciascuno ( su INSTAGRAM puoi vedere come l’ho personalizzata!).

Ho posizionato la Hemnes in modo inusuale, ovvero non appoggiata al muro con il lato lungo ma sul lato corto; il mio falegname di fiducia ha realizzato un pannello con finte doghe per coprire la schiena della cassettiera (se ti piace l’idea puoi realizzarla da sola utilizzando delle perline ad incastro come QUESTE ) e così il letto di Anna si è trasformato in un divanetto. 
Le fa da comodino/libreria  un modulo cassettone STUVA, perfetto come contenitore giochi, accanto un contenitore DRONA verde pastello per tutto i suoi pupazzi. Tra le finestre invece ho lasciato la sua sedia a dondolo così come nella soluzione iniziale. A terra il grande tappeto in tinta neutra trasforma ogni centimetro di pavimento libero in area giochi .

La nuova cassettiera oltre ad essere perfetta per le nuove esigenze è riuscita a creare due zone ben distinte.

Sopra al lettino di Giorgio una mensola reggiquadro – QUESTA – raccoglie tutti gli albi illustrati che abbiamo iniziato a leggergli.

Il gioco è fatto? Che dici, ti sono stata utile?
Se hai ancora dei dubbi su come trasformare o rinnovare la sua camera SCRIVIMI!
‘La sua cameretta’ sarà in promozione fino a fine ottobre, QUI puoi leggere come funziona.

A presto,
Marianna


 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su