Come illuminare la camera da letto?

Pubblicato da blog ospite in Blogger Ospiti, Idee

La camera da letto è un ambiente importante poichè rappresenta lo spazio più intimo della casa. Essa è il luogo del riposo e merita un’illuminazione soffusa e non particolarmente forte, per creare un’atmosfera accogliente e rilassante. È importante dunque scegliere l’illuminazione corretta con punti luce specifici che tengano conto delle variazioni di luce durante la giornata e che siano funzionali a tutte le attività che sono svolte nella stanza. Dunque il primo passo è scegliere i punti luce giusti come ad esempio il lampadario a soffitto per la luce generale, quelli a parete per le applique da comodino, o per le prese delle abat-jour e i punti luce per i faretti della zona cabina armadio e specchio.

Grazie all’esperienza del team di mazzolaluce.com, uno dei maggiori e-commerce italiani dedicati all’illuminazione, abbiamo provato a realizzare una guida per l’acquisto del prodotto di illuminazione più adatto alle vostre esigenze. Sullo store online Mazzola Luce troverete inoltre un’ampia selezione di lampadari per camere da letto e di prodotti di illuminazione in generale.

Per la luce generale sospensione o plafoniera?

Per l’illuminazione generale della camera da letto è consigliabile predisporre un punto luce sul soffitto al centro della stanza, in modo da istallare un lampadario o una plafoniera da camera da letto che producano una luce non troppa forte e intensa, ma al contrario uniforme e diffusa che illumini in modo omogeneo l’intero ambiente, e che sia utile per eseguire le quotidiane operazioni di pulizia e per soggiornare nella stanza durante le ore serali.

Quando si sceglie un lampadario per camera da letto ci sono diversi fattori da tenere in considerazione. Il tradizionale lampadario a bracci è più indicato per le camere da letto spaziose e con soffitti alti; infatti staccandosi dal tetto diffonde meglio la luce su tutto l’ambiente e contribuisce a completare l’arredamento della stanza, secondo lo stile che più piace, da quello moderno dal design originale e dai materiali innovativi, a quello contemporaneo e classico a 3 o più braccia, con bocce di vetro, cristalli a goccia e pendenti o con paralumi in vetro o tessuto, per finire allo stile vintage o shabby dai colori caldi e dalle forme retrò.

Se la camera da letto è di ampie dimensioni, ad esempio sui 30 mq, è preferibile optare per lampadari di 50 o 60 cm di diametro e con portalampada con attacco e14 o similari, mentre se l’ampiezza della stanza è intorno ai 15 mq è sufficiente una sospensione di 40 cm di diametro.

Se invece la stanza da letto è di dimensioni ridotte e con soffitti bassi è consigliato l’uso di una plafoniera o sospensione senza catena, le cui forme sono in genere molto compatte.

Esse infatti non sottraggono spazio prezioso all’ambiente e arredano il soffitto senza compromettere le scelte estetiche e l’arredo della casa. L’utilizzo di plafoniere dal design minimalista consente in questi casi di illuminare la stanza in modo confortevole e funzionale e il risultato è un ambiente sobrio, elegante e dotato di grande fascino.

I lampadari nella zona notte sono concepiti per arredare e catturare l’attenzione e donare un valore aggiunto alla camera da letto; hanno forme originali, ma non predominati o estrose, caratterizzati da superfici lucide e molto riflettenti che creano giochi di luce suggestivi.

Un modo alternativo per ottenere un’illuminazione omogenea e diffusa è quello di utilizzare un sistema di faretti da incasso da istallare su controsoffittature in cartongesso o distribuire delle strisce led all’interno di cornici in cartongesso realizzate lungo tutto il perimetro delle pareti. La luce diretta prodotta dai faretti o quella proiettata sul soffitto dalle strisce led donerà chiarore a tutta la stanza.

 

Luce soffusa con abat-jour, applique e sospensioni ai lati del letto

Oltre all’illuminazione generale è necessario pensare anche a un’illuminazione più soffusa predisponendo due punti luce ai lati del letto che siano in grado di creare un’atmosfera soft per favorire il sonno e allo stesso tempo consentire la lettura di un libro sdraiati a letto senza rischiare di disturbare chi vuole dormire. Per ottenere ciò è sufficiente l’utilizzo di due abat-jour da collocare sui comodini.

In alternative alle lampade da tavolo è possibile istallare due applique da parete sopra i comodini, magari dotati di braccio snodabile in modo da dirigere la luce dove serve.

Sia che si tratti di abat-jour o applique è possibile scegliere tra sistemi a led integrato ed o con lampadine a led, con forme, dimensione e materiali differenti, dal design più semplice e elegante a quello più eccentrico ed artistico, dallo stile moderno, classico o contemporaneo, con o senza paralume. Si può scegliere tra prodotti in metallo con finitura cromata, satinata, brunita, oro, argento, nickel o di colore bianco, o versioni in vetro con finitura trasparente, satinata, cromata, nera, oro, argento, ambra, ed infine prodotti in materiale plastico realizzati con tante varianti di colori e fantasie.

Un’ultima soluzione moderna, elegante e oggi di tendenza, è data dalla scelta originale di istallare piccole luci a sospensione che dal soffitto scendono fin sopra il comodino, dalle forme più semplici, minimali e moderne a quelle più complesse, contemporanee e vintage, in metallo, vetro gesso con colori e forme diverse. Quest’ultima però è una soluzione sofisticata che pretende di essere progettata a tempo debito.

L’utilizzo di applique o di sospensioni consente di avere maggiore spazio da utilizzare sopra il comodino.

In ogni caso, qualsiasi sia scelta, tutte le lampade da comodino, trovandosi alla stessa altezza degli occhi, devono emettere una luce tenue e soffusa in modo da non provocare fastidiosi abbagliamenti. Problema che può essere evitato con l’utilizzo di lampade con paralume o vetro colorato che assorbono parte della luce, o con l’utilizzo di prodotti a led integrato dove la sorgente luminosa è di piccole dimensioni e ben nascosta alla vista.

 

Luce d’accento per armadio e specchio

In camera da letto si svolgono anche attività come la scelta dei vestiti o la necessità di truccarsi davanti uno specchio che richiedono un’illuminazione più forte e mirata. Per fare ciò sono necessari dei punti luce specifici, poco ingombranti e che producono una luce ben localizzata, collocati vicini all’armadio o all’interno della cabina armadio, oppure in prossimità dello specchio. A tal proposito un sistema di faretti a incasso è la soluzione ideale; essi sviluppano un’illuminazione d’accento proiettando la luce là dove necessario in modo pratico ed efficiente e contribuiscono inoltre a rendere l’ambiente più raffinato ed elegante. E’ possibile scegliere tra diverse forme, materiali, colori e stili. Essi si integrano perfettamente al contesto e si adattano a qualsiasi stile , sia esso classico, moderno o contemporaneo.

 

Luce calda o fredda?

In camera da letto è importante avere un ambiente raccolto e a tale proposito si suggerisce di optare per lampadine a led o sistemi a led integrato a luce calda. Grazie all’utilizzo di luce calda la stanza risulterà più accogliente e sarà caratterizzata da atmosfere suggestive e rilassanti. La luce bianca, più indicata per ambienti tecnici, tende a smorzare i colori e rende la stanza più anonima e fredda.

E se la stanza è grande inserisci una piantana!

Se la camera da letto è di ampie dimensione può rivelarsi necessario l’utilizzo di una piantana per integrare l’illuminazione generale; magari per illuminare un angolo buio della stanza. La lampada da terra può essere accesa la sera insieme alle lampade del comodino per ottenere una luce soffusa, oppure semplicemente da sola per guardare la tv; ad ogni modo si consiglia di scegliere una piantana a led integrato o con sistema a portalampada dotato di dimmer in odo da consentire la gestione dell’intensità della luce a seconda delle

esigenze.

Per concludere

La camera da letto è tra gli ambienti più importanti della casa e con una giusta illuminazione la si può valorizzare nel miglior modo possibile, arricchendola con un tocco di design insieme alla quantità di luce necessaria per le molteplici attività che si svolgono in essa. Infatti oltre ad illuminare, i lampadari, le plafoniere, le abat-jour, le applique e le lampade da terra sono dei veri e propri complementi di arredo da abbinare allo stile dell’ambiente secondo i gusti di ognuno, ma senza dimenticare la praticità.

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su