Tappeti artigianali: come disporli in casa

Pubblicato da blog ospite in ArtigianaMente, Decor

Non potrei mai rinunciare a un bellissimo tappeto. Nonostante l’amore per i pavimenti in legno regoli la mia vita domestica, se avessi gli spazi giusti vorrei possedere un arsenale di tappeti da sparpagliare in ogni stanza. Infatti per quanto piacevoli siano i pavimenti in legno – che consiglio vivamente a tutti – durante l’inverno, a piedi nudi, non sono sempre super caldi. Credo che se qualcuno mi consegnasse un assegno magico da un milione di euro da spendere per l’homedecor, la prima cosa che farei sarebbe andare in un negozio come quello di Sukhi a raccogliere un sacco di coperte colorate, soffici cuscini e tappeti fatti a mano.

Apprezzo il lavoro artigianale e tradizionale, quello che sposa l’estetica e valorizza le persone, per questo mi piacciono tanto i tappeti di Sukhi.

Sukhi è un’impresa sociale. Gli artigiani di Sukhi meritano di vivere serenamente percepiscono uno stipendio di circa 2-3 volte rispetto alla retribuzione media della regione. Possono vivere comodamente. Le loro famiglie sono ben curate e i bambini possono andare a scuola.
Gli artigiani sono anche contenti di sapere che il loro lavoro significa davvero qualcosa per l’acquirente. Anche al di fuori della loro comunità, i tappeti hanno senso e valore. Per me è così per ogni oggetto o quasi {escludo quelli della distribuzione di massa}.

posizione tappeti

tappeti artigianali

E visto che parliamo di tappeti ne approfitto per toccare un argomento che a me – e spero anche a te – interessa molto: come si dispongono i tappeti nelle stanze di una casa? In questo modo potrai valorizzare al massimo i tuoi tappeti, siano essi tappeti di tendenza – come i favolosi tappeti berberi del Marocco, i Beni Ourain – oppure tappeti più classici come un bel persiano.

Come posizionare un tappeto in casa

Layout classico

Se il divano e sedie sono contro il muro, il tappeto dovrebbe essere abbastanza grande da contenere sotto le zampe anteriori di tutti i pezzi.


Floating layout

Se il divano e sedie sono posizionati nel mezzo della stanza, il tappeto dovrebbe essere abbastanza grande da contenere in tutte le quattro gambe di ogni mobile.

ben ourain

 

Per il mio soggiorno, prima o poi, vorrei acquistare un Beni Ouran, soffice e con disegni geometrici.

Dining layout

Per sale da pranzo, misurare la lunghezza e la larghezza del tavolo da pranzo e aggiungere circa due metri su ogni lato.

Con tappeto tondo

Per la zona pranzo vale la pena optare un tappeto robusto, adatto al calpestio frequente e allo strofinio delle sedie: un bel tappetto in feltro è la scelta migliore.

Disposizione in camera
In camere da letto, puoi inserire due tappeti su ciascun lato del letto oppure un singolo ripiano ai piedi del letto.

 


Consigli tecnici:
– prendi le misure della stanza, del divano e degli altri ingombri, considera che esistono misure standard, quindi dovresti trovare quella migliore per te;
– il tappeto deve essere proporzionato al divano e al soggiorno;
– no a tappeti piccoli come zerbini o scendiletto, se proprio non hai spazio, non metterlo perché darebbe un senso di “povertà”;
– no a tappeti che coprono tutto il pavimento del soggiorno, se vuoi coprire le piastrelle cambiale! Un bel pavimento fa risaltare il tappeto: ecco perché il tappeto non deve essere di dimensioni tali da nascondere l’intero pavimento.

Consigli estetici:
– rasati o shaggy, è solo questione di gusto personale;
– colore: deve sposarsi con pavimento, divano e mobilia;
– pavimento e divano scuri? il tappeto sarà chiaro e viceversa;
– tappeto fantasia? solo se il divano e cuscini sono in tinta unita oppure, se sei un intenditore degli abbinamenti, divertiti con un bel mix and mach
– tappeto molto scuro? solo se il soggiorno è molto luminoso

+ 2 consigli pratici!
– per non far scivolare il tappeto, puoi fissarlo sotto ai due piedini esterni del divano o mettere la rete antiscivolo {la trovi anche nei negozi fai da te}
– per la pulizia ordinaria {e naturale} del tappeto, spargi un po’ di bicarbonato sulla superficie e lascia agire una mezzoretta, dopodichè spazzola e aspira. Avrai dato una “rinfrescata” igienizzando le fibre, senza doverlo portare il lavanderia e con la soddisfazione di non averlo inquinato. Un’altra alternativa naturale ed efficace per la pulizia dei tappeti è l’acqua con aceto: i colori esulteranno!

… poi lo sai, le regole sono fatte per essere infrante. Con stile.


 

The post Tappeti artigianali: come disporli in casa appeared first on Artigianamente Blog – artigianato, stile & design.

Tags:

 
 

 
 

 
 
 

 
Torna su